Orlando: trailer e trama del film con Michele Placido al cinema dal 1° dicembre

Tutto quello che c’è da sapere su “Orlando”, il nuovo film di Daniele Vicari (Diaz, Velocità Massima) con Michele Placido e Angelica Kazankova al cinema dal 1° dicembre.

Dopo la tappa fuori concorso al Torino Film Festival, dal 1° dicembre nei cinema d’Italia con Europictures Orlando, il nuovo film del regista Daniele Vicari (Diaz, Velocità Massima) con protagonista Michele Placido. Orlando è una favola, la favola moderna di un vecchio e una bambina, che, senza volerlo, si ritrovano ad affrontare insieme il presente e le scelte che porta con sé, nonostante siano distanti come possono esserlo la vita rurale in un piccolo borgo dell’entroterra e quella metropolitana di una grande città europea.

Orlando – Trama e cast

La trama ufficiale: Orlando (Michele Placido) vive solo in un paese di montagna del centro Italia. Come molti altri abitanti della zona, vent’anni prima suo figlio è partito per andare a vivere e a lavorare a Bruxelles, mentre Orlando non ha mai voluto emigrare. Una telefonata lo avverte che il figlio sta male e lo costringe a lasciare per la prima volta la sua casa. E quando Orlando arriva in Belgio, lì scopre di avere una nipote di dodici anni, Lyse (Angelica Kazankov). Orlando e Lyse, come il passato e il futuro, sono quanto di più lontano si possa immaginare, ma inaspettatamente scopriranno di avere bisogno l’uno dell’altro.

Il cast di “Orlando” include anche Fabrizio Rongione, Denis Mpunga, Christelle Cornil, Federico Pacifici, Lola Deleuze, Chiara Scalise, François Neycken, Céline André, Daniela Giordano.

Orlando – Trailer e video

Curiosità sul film

  • Daniele Vicari dirige “Orlando” da una sua sceneggiatura scritta con Andrea Cedrola (Una famiglia, Più buio di mezzanotte).
  • Il team che ha supportato il regista Daniele Vicari dietro le quinte ha incluso il direttore della fotografia Gherardo Gossi (La befana vien di notte II – Le origini, Il giorno e la notte), il montatore Benni Atria (Le sorelle Macaluso, Diaz – Non pulite questo sangue di Daniele Vicari), gli scenografi Igor Gabriel (Miss Marx, Pasolini) & Beatrice Scarpato (Viola di mare, Sole, cuore, amore) e le costumiste Francesca Vecchi (Nico 1988, Il passato è una terra straniera) & Roberta Vecchi (Smetto quando voglio, Velocità Massima).
  • Le musiche originali del film sono del compositore Teho Teardo (Il gioiellino, Il divo, Lezioni di Cioccolato, La ragazza del lago). Teardo è il regista Daniele Vicari hanno collaborato in precedenza per Il passato è una terra straniera, La nave dolce, Il giorno e la notte.

Note di regia

Siamo immersi in un mondo che cambia così velocemente che ci sfugge. A volte ci sfugge persino il senso stesso delle nostre esistenze. È così da sempre e oggi ancora di più. Per nostra fortuna ci sono persone che, restando fedeli a se stesse, ci fanno da bussola, ci aiutano a non perderci troppo. Orlando è dedicato a queste persone. “Orlando” è un film che viene direttamente dal cuore: più che realizzarlo, l’ho vissuto. È stato bello condividere con Michele Placido un personaggio che entrambi abbiamo incontrato, conosciuto, un contadino che vive corpo a corpo con la sua terra e che è abituato a combattere per vivere. È stato sorprendente farlo incontrare con Lyse, una giovane europea che vive già nel futuro e ha lo stesso carattere determinato e coriaceo del nonno. Merito anche di una attrice dodicenne magnetica e vitale come Angelica Kazankova». [Daniele Vicari]

Daniele Vicari – Note biografiche

Castel di Tora, Rieti, 1967) dopo gli studi in cinema e alcune collaborazioni a riviste cinematografiche, fin dai primi anni ’90 realizza corti e mediometraggi di carattere storico-politico, tra cui Comunisti (1998), il progetto collettivo come Partigiani (1997) e Non mi basta mai (1999), diretto con Guido Chiesa, tutti presentati al Torino Film Festival. Nel 2002 con Velocità massima partecipa in concorso alla Mostra di Venezia e vince il Premio Pasinetti, seguito dal David di Donatello come miglior esordiente. Nel 2005 con L’orizzonte degli eventi partecipa alla Semaine de la critique di Cannes e due anni dopo vince ancora il David con il documentario Il mio paese. Presenta poi alla Festa di Roma Il passato è una terra straniera (2008) e alla Berlinale il suo film più noto, Diaz – Don’t Clean Up This Blood (2012), Premio del pubblico della sezione Panorama. Lo stesso anno si aggiudica ancora il Premio Pasinetti a Venezia con il documentario La nave dolce, mentre nel 2017 presenta a Roma Sole cuore amore, vincendo il Nastro d’argento per la legalità e ripetendosi poi l’anno dopo con il film televisivo Prima che la notte. Nel 2021 diretto Il giorno e la notte, realizzato nei giorni del lockdown. Ha fondato con Andrea Porporati e Francesca Zanza la casa di produzione Kon-Tiki film e pubblicato con Einaudi un romanzo, Emanuele nella battaglia (2019).

Filmografia: Il nuovo (cm, 1991), Mari del sud (cm, 1993), Partigiani (coregia Guido Chiesa, Davide Ferrario, Antonio Leotti e Marco Simon Puccioni, doc., 1997), Uomini e lupi (doc., 1998), Comunisti (doc., 1998), Bajram (doc., 1998), Non mi basta mai (coregia Guido Chiesa, doc., 1999), Sesso, marmitte e videogames (cm, doc., 1999), Morto che parla (cm, 2000), Velocità massima (2002), L’orizzonte degli eventi (2005), Il mio paese (doc.., 2006), Il mio paese 2.0 (doc., 2007), Il passato è una terra straniera (2008), Diaz – Don’t Clean Up This Blood (2012), La nave dolce (doc.., 2012), UnoNessuno (2015), Sole cuore amore (2016), Prima che la notte (tv, 2018), L’Alligatore (serie tv, 2020), Aria (serie tv, 2020), Il giorno e la notte (2021), Orlando (2022).

Orlando – Foto e poster

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →