Orphan: First Kill – clip “Rat Drink”, nuovo poster e anticipazioni del prequel Orphan 2

Tutto quello che c’è da sapere su “Orphan: First Kill:”, il prequel di William Brent Bell (The Boy) con Isabelle Fuhrman e Julia Stiles.

Dal 19 agosto 2022 nei cinema americani con Paramount Pictures e in streaming su Paramount+  Orphan: First Kill, un prequel del successo thriller-horror del 2009 Orphan. Purtroppo nessuno del team originale è tornato, con un nuovo sceneggiatore e un nuovo regista a bordo per proseguire la terrificante saga di Esther. Dopo la fuga da una struttura psichiatrica Esther, interpretata da Isabelle Fuhrman, si reca in America, s’insinua in una famiglia benestante, ma finisce per scontrarsi con un madre iperprotettiva e piuttosto combattiva interpretata da Julia Stiles.

Trama e cast

La trama ufficiale: La terrificante saga di Esther continua in questo avvincente prequel dell’originale e scioccante successo horror Orphan. Dopo aver orchestrato una brillante fuga da una struttura psichiatrica estone, Esther (Isabelle Fuhrman) si reca in America impersonando la figlia scomparsa di una famiglia benestante. Tuttavia, si verifica una svolta inaspettata che la contrappone a una madre che proteggerà la sua famiglia dalla “bambina” omicida ad ogni costo.

Il cast include anche Julia Stiles (Jason Bourne, Le ragazze di Wall Street) che torna al genere nei panni di Tricia Albright, la madre di una bambina scomparsa di nome Esther, di cui Leena interpretata da Fuhrman assumerà l’identità per fuggire da una struttura psichiatrica e approdare in America. Il cast è completato da Rossif Sutherland, Hiro Kanagawa, Matthew Finlan, Samantha Walkes, Dave Brown, Lauren Cochrane, Gwendolyn Collins, Kristen Sawatzky, Jeff Strome, Andrea del Campo, Alec Carlos e Alicia Johnston.

Orphan First Kill – trailer e video

Nuova clip ufficiale in lingua originale pubblicata il 7 agosto 2022

Curiosità

  • Il regista specializzato in horror William Brent Bell (L’altra faccia del diavolo, La metamorfosi del male, The Boy – La maledizione di Brahms) dirige Orphan: First Kill da una sceneggiatura di David Coggeshall (Prey, The Haunting in Connecticut 2) da una storia di David Leslie Johnson-McGoldrick (The Conjuring – Per ordine del diavolo) e Alex Mace (Orphan).
  • Isabelle Fuhrman è stata ridimensionata digitalmente per farla sembrare simile a come appare nel film originale. Dato il disturbo ormonale di Esther che causa il suo nanismo, dovrebbe sembrare una bambina di 9 anni per tutta la vita anche se mentalmente è un’adulta di 33 anni. Isabelle Fuhrman aveva da tempo superato il ruolo e, di conseguenza, il team di truccatori e i registi hanno dovuto essere creativi per farla sembrare di nuovo una ragazzina di n ove anni, che includeva l’uso di un trucco di livello mondiale, angoli di ripresa intelligenti e CGI.
  • Simile al primo film, il poster è perfettamente simmetrico, questa volta con metà della schiena di Esther specchiata (con l’aggiunta di schizzi di sangue su una delle sue spalle).

Interviste e dichiarazioni

In un’intervista con The Hollywood Reporter Isabelle Fuhrman ha parlato delle difficoltà nell’affrontare il ruolo.

Non abbiamo usato effetti speciali, non abbiamo usato effetti pazzeschi per il trucco…Ci sono stata tutti i giorni. So come abbiamo fatto. Conosco tutti i trucchi e sono così profondamente disturbata in questo momento perché in qualche modo ho avuto di nuovo 9 anni e non ha alcun senso. Ero tipo, ‘Come faccio a rivisitare questa parte e poi anche a interpretare in modo convincente una bambina?’ Perché quella è stata la parte facile l’ultima volta: la parte difficile è stata cercare di essere un’adulta! Ora la parte difficile è che devo essere una bambina…Adoro la sfida di poter interpretare una bambina perché storicamente non è mai stato fatto al cinema…Will Smith, per esempio, ha recentemente girato quel film [Gemini Man] in cui fanno invecchiare qualcuno, ma riprendere un ruolo che hai letteralmente interpretato da bambina, da adulta non è mai stato fatto prima. Sembra qualcosa di impossibile. Ma l’abbiamo fatto.

Immagini e video dai social media

La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Orphan: First Kill” sono del compositore, cantautore e polistrumentista Brett Detar alla sua quinta collaborazione con il regista William Brent Bell dopo L’altra faccia del diavolo, La metamorfosi del male, The Boy – La maledizione di Brahms e Separation.
  • Detar è noto per la sua mutevole forma musicale, il suo evocativo senso della melodia e la sua voce distintiva. Scrivendo ed eseguendo le sue prime canzoni all’età di 6 anni e iniziando la formazione pianistica poco dopo, Detar è diventato un professionista a tempo pieno a 19 anni, unendosi alla band hardcore-metal degli Zao come chitarrista, bassista e cantautore. Detar ha esordito come compositore di colonne sonore nel 2012 musicando il found footage horror “L’altra faccia del diavolo” di William Brent Bell in cui ha utilizzato l’elettronica, l’anno successivo è tornato a collaborare con Bell, creando musica orchestrale industriale e ambient, per il found footage horror con licantropi “La metamorfosi del male”.

Foto e poster