Venezia 79, Love Life: trailer e anticipazioni del film di Kōji Fukada in concorso alla Mostra del Cinema

Tutto quello che c’è da sapere su “Love Life” il film con Fumino Kimura in concorso a Venezia 79 e al cinema dal 15 settembre 2022.

Il nuovo film di Kōji Fukada, Love Life, sarà presentato in concorso alla 79. Mostra del Cinema di Venezia e uscirà nelle sale italiane il 15 settembre con Teodora Film. Considerato uno dei maggiori registi del cinema giapponese contemporaneo e già premiato a Cannes per lo straordinario Harmonium, Fukada firma un nuovo, eccezionale ritratto femminile, una riflessione sull’imprevedibilità della vita che appassiona e commuove.

Trama e cast

Protagonista del film è Taeko (Fumino Kimura), la cui vita scorre tranquilla accanto al marito e al figlioletto Keita, finché un evento drammatico segna il ritorno del padre biologico del bambino, di cui la donna non aveva notizie da anni…

Il cast di “Love Life” imclude anche Atom Sunada, Kento Nagayama,, Hirona Yamazaki, Misuzu Kanno, Tomorowo Taguchi, Tetsuta Shimada e Mito Natsume.

Love Life – trailer e video

Chi è Fumino Kimura?

Fumino Kimura nata il 19 ottobre 1987 a Tokyo, è un attrice e doppiatrice giapponese molto popolare in patria. Kimura è nota per la serie tv di Netflix The Many Faces of Ito (2018) e per il ruolo di Yoko nella commedia d’azione The Fable (2019), ruolo che l’attrice ha ripreso nel sequel The Fable: The Killer Who Doesn’t Kill (2021). Altri crediti di Kimura includono ruoli in Love for Beginners (2012) dal manga “Kyō, koi o hajimemasu” di Kanan Minami, nel dramma The Little House (2014) dal racconto di Kyoko Nakajima, in Piece of Cake (2015) dall’omonimo manga di George Asakura e nel dramma mistery Reminiscence (2017) di Yasuo Furuhata.

Chi è Kōji Fukada?

 

Nato nel 1980, Kōji Fukada ha studiato alla Film School of Tokyo, dove è stato allievo di Kiyoshi Kurosawa. L’esordio nel lungometraggio avviene con The Chair (2004) ma la popolarità internazionale arriva nel 2010 con Hospitalité (Kantai), che vince il Tokyo International Film Festival. Dopo Au revoir l’été (Hotori no sakuko, 2013), e Sayonara (2015), nel 2016 firma Harmonium (Fuchi ni tatsu), che vince il Premio della Giuria nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes e lo consacra come uno degli autori di spicco del nuovo cinema giapponese. Tra i suoi ultimi film ricordiamo A Girl Is Missing (Yokogao, 2019, presentato a Locarno) e la versione per il cinema della serie tv da lui ideata, The Real Thing, che finisce in selezione ufficiale a Cannes 2020. Fondatore della Japanese Independent Film Guild, durante la pandemia ha promosso insieme all’amico Ryūsuke Hamaguchi, regista di Drive My Car, una campagna di raccolta fondi per sostenere le sale, coronata da un enorme successo.

La colonna sonora

  • Il film è ispirato all’omonima canzone registrata nell’album “Love Life” pubblicato dalla musicista Akiko Yano nel 1991.
  • Akiko Yano (13 febbraio 1955) è una musicista e cantante pop e jazz giapponese. Nata a Tokyo e cresciuta ad Aomori ha iniziato la sua carriera di cantante a metà degli anni ’70. È stata definita “uno dei maggiori talenti musicali del mondo della musica popolare giapponese”, e la sua voce e il suo stile di canto sono stati paragonati alla cantante britannica Kate Bush. Yano ha collaborato con lo Studio Ghibli componendo le musiche del film d’animazione I miei vicini Yamada (oltre a interpretare un ruolo minore come voce di Fujihara-sensei) e ha creato ed eseguito gli effetti sonori, usando solo la sua voce, per due cortometraggi Yadosagashi e Mizugumo Monmon del regista Hayao Miyazaki. Nel 2008, Yano si è esibita come doppiatrice in Ponyo sulla scogliera nei panni delle sorelline di Ponyo.

 

Foto e poster

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →