• Film

E’ morto Ray Liotta: 10 film, citazioni e curiosità per ricordare l’attore di “Quei bravi ragazzi”

Blogo ricorda Ray Liotta, l’attore noto per il ruolo di Henry Hill nel cult Quei bravi ragazzi di Scorsese scomparso a 67 anni.

E’ scomparso a 67 anni Ray Liotta, attore americano lanciato nel cult Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese e visto di recente ne I molti santi del New Jersey, prequel cinematografico della celebre serie tv I Soprano. L’attore aveva appena terminato di girare Cocaine Bear, diretto da Elizabeth Banks, e avrebbe dovuto recitare nel film The Substance al fianco di Demi Moore e Margaret Qualley. Il sito Deadline riporta che Ray Liotta morto nel sonno nella Repubblica Dominicana, dove stava girando Dangerous Waters, un thriller ambientato durante una vacanza in barca a vela che va fuori controllo quando una figlia adolescente scopre l’oscuro passato del nuovo fidanzato di sua madre.

Liotta nasce a Newark, nel New Jersey, viene adottato da Mary (Edgar), una impiegata comunale, e Alfred Liotta, proprietario di un negozio di ricambi per auto. Ha studiato recitazione all’Università di Miami, dove ha stretto amicizia con Steven Bauer (Scarface, Ladro di donne). Ha trascorso i suoi primi anni recitando in tv: Destini (1964), un film per la tv e diverse serie di breve durata. Il primo ruolo importante sul grande schermo è con la black comedy Qualcosa di travolgente (1986), che gli è valsa recensioni entusiastiche. Dopo il successo Qualcosa di travolgente (1986), arrivano altre offerte per personaggi ambigui e borderline, ma le rifiutò per evitare di essere caratterizzato in uno stereotipo. Girò invece “piccoli film” come Nick e Gino (1988), che gli valse la fama, e L’uomo dei sogni (1989), il cui successo lo sorprende ancora. Quando ha saputo che Martin Scorsese avrebbe girato Quei bravi ragazzi (1990), ha esercitato forti pressioni per la parte di Henry Hill. L’enorme successo del film gli ha portato un’ampia popolarità e gli ha permesso di ottenere ruoli futuri come Articolo 99 (1992), Abuso di potere (1992) e Specchio della memoria (1996).

10 film con Ray Liotta


1. Qualcosa di travolgente (1986)

2. Nick e Gino (1988)

3. L’uomo dei sogni (1989)

4. Quei bravi ragazzi (1990)

5. Abuso di potere (1992)

6. Fuga da Absolom (1994)

7. Una moglie per papà (1994)

8. Cop Land (1997)

9. Revolver (2005)

10. I molti santi del New Jersey (2021)

20 curiosità su Ray Liotta

  • Quando aveva sei mesi, è stato adottato da un orfanotrofio di Newark, nel New Jersey, da Mary Miller (Edgar) e Alfred Liotta, i proprietari di una catena di negozi di ricambi per auto. Uno dei suoi primi ricordi è di aver aiutato i suoi genitori a scegliere Linda, sua sorella, in un orfanotrofio quando aveva tre anni.
  • Il gruppo rock britannico Linoleum ha registrato una canzone chiamata “Ray Liotta” (nel loro album del 1997 “Dissent”).
  • Il regista Antoine Fuqua voleva scegliere Liotta in American Gangster (2007) prima che il film fosse sospeso e Fuqua fosse sostituito.
  • Nonostante interpreti spesso personaggi violenti sullo schermo, Liotta ha affermato di aver litigato solo una volta in una rissa in tutta la sua vita, in prima media (“…eppure tutti pensano che sia un maniaco”).
  • Ha rifiutato il ruolo di Tony Soprano nella serie tv I Soprano (1999). Successivamente gli è stato offerto il ruolo di Ralph Cifaretto, ma ha rifiutato anche questo ruolo. Nella serie sono apparsi diversi membri del cast di Quei bravi ragazzi (1990).
  • Ha ammesso di aver prestato la voce a Tommy Vercetti nel videogioco Grand Theft Auto: Vice City (2002) esclusivamente per soldi. In un’intervista a MTV, ha ammesso di non aver mai visto o giocato al gioco. In un’altra intervista gli è stato chiesto cosa avrebbe fatto di diverso, se gli avessero chiesto di ricoprire il ruolo sapendo però che sarebbe stato un successo. La sua risposta è stata “Avrei chiesto più soldi”.
  • Inizialmente era stato scelto come protagonista di Giallo (2009) di Dario Argento, ma ha abbandonato. Adrien Brody lo ha sostituito.
  • Gli è stato offerto il ruolo del detective Rick Calucci nella serie tv CSI: NY.
  • Era un candidato per interpretare il Maestro nella serie tv Doctor Who.
  • Era un candidato per interpretare il conte Dracula nel Dracula di Bram Stoker (1992) di Francis Ford Coppola.
  • È stato considerato per il ruolo di Michael Douglas in Basic Instinct (1992).
  • Ha fatto il provino per il ruolo di Joey per La febbre del sabato sera (1977).
  • È stato considerato per il ruolo di Kurt Russell in Tango & Cash (1989).
  • Non ha mai visto L’uomo dei sogni (1989). Al momento delle riprese, sua madre era malata, il che ha influito negativamente sulla sua esperienza nella realizzazione del film.
  • Era considerato per il ruolo di Mickey Knox in Assassini nati – Natural Born Killers (1994), ma Oliver Stone non pensava  fosse abbastanza sexy.
  • È stato considerato per il ruolo di Bobby in A Star Is Born (2018), andato a Sam Elliott.
  • Ha rifiutato il ruolo di Bruce Wayne/Batman in Batman (1989) per fare Quei bravi ragazzi (1990).
  • Nel 2020 ha recitato in 3 film nominati all’Oscar per il miglior film: L’uomo dei sogni (1989), Quei bravi ragazzi (1990) e Storia di un matrimonio (2019).
  • È apparso in due film che sono stati selezionati per il National Film Registry dalla Biblioteca del Congresso come significativi “culturalmente, storicamente o esteticamente”: L’uomo dei sogni (1989) e Quei bravi ragazzi (1990).

Citazioni di Ray liotta

I cattivi spiccano nella mente delle persone. Se pensi a De Niro o Pacino, non pensi a Lettere d’amore (1990), non dirai Papà, sei una frana (1982). Anche con Brando dirai Il padrino (1972) o Un tram che si chiama Desiderio (1951). Sono i personaggi più taglienti che vengono ricordati. Questa è la mia spiegazione. Quello che sono veramente è un casalingo. Ero un casalingo anche prima di avere una famiglia. Le mie giornate sono piene di cose casalinghe.

Liotta ha rivelato di aver ricevuto lo strano pacco da Nancy e Tina Sinatra, dopo aver rifiutato la loro richiesta di interpretare il padre in una miniserie televisiva che stavano realizzando. “Le figlie volevano che facessi a tutti i costi una miniserie, nel mentre stavano facendo una miniserie sulla sua realizzazione. Non me la sono sentita, ero troppo a disagio”. Ray Liotta ha tuttavia interpretato il famoso cantante, nel film tv del 1998 Rat Pack – Da Hollywood a Washington, con Don Cheadle, Joe Mantegna e Angus Macfadyen. L’attore ha poi svelato che Tina e Nancy Sinatra gli hanno mandato una finta testa di cavallo quando hanno scoperto che aveva accettato il ruolo in Rat Pack invece che la loro miniserie. “Stavamo girando il film e mi è stata consegnata una testa di cavallo. Ovviamente non era vera, ma era una testa di cavallo. E, sai, ricevere una testa di cavallo significa che sei fritto”.

Affrontare il ruolo di Sinatra è stato molto intimidatorio. Non sapevo molto di lui. Non sono un imitatore. Sai, farlo senza rischiare la caricatura è stato più difficile di quello che forse [gli altri dovevano fare]. Sammy ha un certo schema, e Dean aveva un certo schema, Frank era solo molto più crudo. Non pensavo di assomigliargli; Ho dovuto cantare le canzoni. Voglio dire, sono davvero felice di averlo fatto, ma all’inizio è stato terrificante per mesi. Tutto quello che ho fatto è stato ascoltare, guardare o leggere di Sinatra.

[sulla scelta dei suoi ruoli] Sapevo, dopo Qualcosa di travolgente (1986), in cui ero un cattivo ragazzo, e avevo letto abbastanza, sapevo che là fuori c’erano casting che cercavano ruoli caratterizzanti in questo senso. Ho resistito a lungo per ottenere Nick e Gino (1988), e poi L’uomo dei sogni (1989) e Quei bravi ragazzi (1990) mi sono quasi caduti in grembo. Poi, ho iniziato a diventare un po’ troppo esigente e ho capito bene che, dopo Quei bravi ragazzi, la prossima cosa di cui ero consapevole, e che loro avrebbero pensato che io fossi italiano, anche se Henry era un tizio irlandese, e io stesso sono adottato, quindi non sono Italiano. Sono molto veloci a metterti in un buco, quindi ho pensato che interpretare un cardiochirurgo in una black comedy (Articolo 99) sarebbe stata una buona cosa da fare. Lo era, ma la Orion è fallita, quindi sai, il modo in cui scegli di farlo è diverso ogni volta.

Non passa giorno che non senta qualcuno menzionare Quei bravi ragazzi (1990), a meno che non stia a casa tutta la notte. Ha definito chi sono, in un certo senso.

[su come ha iniziato a recitare] Sono andato all’Università di Miami perché, in pratica, a quel tempo, se avevi polso, potevi entrare. Ero lì solo perché mio padre mi diceva: ‘Vai al college, prendi qualunque cosa tu voglia, esci e vivi le cose.’ Era il 1973. C’era un insegnante di recitazione che si chiamava Buckets. Bere, occhiali spigolosi e scuri tutto il tempo – ed è stato un grande insegnante. Mi ha preso sotto la sua ala perché ero così rude. Non me ne fregava un ca**o . Davvero non mi importava.

[su Quei bravi ragazzi] Il tutto è stato temperato da mia madre, che era malata e aveva il cancro ed è morta nel mezzo delle riprese. Andavo a casa ogni fine settimana nel New Jersey. Poi un giorno ho ricevuto uno specifico “Devi tornare a casa”. Me l’ha detto Marty, e le mie ginocchia si sono piegate. Finii la scena, tornai a casa, la seppellii e tornai al lavoro tre, quattro giorni dopo. E la prima scena dopo il funerale è stata dopo che ero davanti a Karen e lei mi dice: “Chi pensi di essere, Frankie Valli?” E mi ha fatto ridere un po’. Questa è una delle grandi cose della recitazione. Tra azione e stop, puoi davvero perderti e fare ciò che deve essere fatto.

[incontrando per la prima volta il vero Henry Hill dopo averlo interpretato in Quei bravi ragazzi] La prima cosa che disse fu: ‘Grazie per non avermi fatto sembrare uno stronzo.’ E io ho detto: ‘Hai visto il film?’

Filmografia di Ray Liotta

Donna sola (The Lonely Lady), regia di Peter Sasdy (1983)
Qualcosa di travolgente (Something Wild), regia di Jonathan Demme (1986)
Arena Brains, cortometraggio, regia di Robert Longo (1987)
Nick e Gino (Dominick and Eugene), regia di Robert M. Young (1988)
L’uomo dei sogni (Field of Dreams), regia di Phil Alden Robinson (1989)
Quei bravi ragazzi (Goodfellas), regia di Martin Scorsese (1990)
Articolo 99 (Article 99), regia di Howard Deutch (1992)
Abuso di potere (Unlawful Entry), regia di Jonathan Kaplan (1992)
Fuga da Absolom (No Escape), regia di Martin Campbell (1994)
Una moglie per papà (Corrina, Corrina), regia di Jessie Nelson (1994)
Quando gli elefanti volavano (Operation Dumbo Drop), regia di Simon Wincer (1995)
Specchio della memoria (Unforgettable), regia di John Dahl (1996)
Turbulence – La paura è nell’aria (Turbulence), regia di Robert Butler (1997)
Cop Land, regia di James Mangold (1997)
Phoenix – Delitto di polizia (Phoenix), regia di Danny Cannon (1998)
I Muppets venuti dallo spazio (Muppets from Space), regia di Tim Hill (1999)
Le due verità (Forever Mine), regia di Paul Schrader (1999)
Pilgrim – Il fuggitivo (Pilgrim), regia di Harley Cokeliss (2000)
La voce degli angeli (A Rumor of Angels), regia di Peter O’Fallon (2000)
Hannibal, regia di Ridley Scott (2001)
Heartbreakers – Vizio di famiglia (Heartbreakers), regia di David Mirkin (2001)
Blow, regia di Ted Demme (2001)
Narc – Analisi di un delitto (Narc), regia di Joe Carnahan (2002)
John Q, regia di Nick Cassavetes (2002)
Identità (Identity), regia di James Mangold (2003)
Last Shot (The Last Shot), regia di Jeff Nathanson (2004)
Control, regia di Tim Hunter (2004)
Revolver, regia di Guy Ritchie (2005)
Doppia ipotesi per un delitto (Slow Burn), regia di Wayne Beach (2005)
Even Money, regia di Mark Rydell (2006)
Local Color, regia di George Gallo (2006)
Rivincita per due (Comeback Season), regia di Bruce McCulloch (2006)
Smokin’ Aces, regia di Joe Carnahan (2006)
Svalvolati on the road (Wild Hogs), regia di Walt Becker (2007)
In the Name of the King (In the Name of the King: A Dungeon Siege Tale), regia di Uwe Boll (2007)
Battle in Seattle – Nessuno li può fermare (Battle in Seattle), regia di Stuart Townsend (2007)
Hero Wanted, regia di Brian Smrz (2008)
Crossing Over, regia di Wayne Kramer (2009)
Observe and Report, regia di Jody Hill (2009)
Powder Blue, regia di Timothy Linh Bui (2009)
La linea, regia di James Cotten (2009)
Youth in Revolt, regia di Miguel Arteta (2009)
Ricomincio da zero (Crazy on the Outside), regia di Tim Allen (2010)
Notte folle a Manhattan (Date Night), regia di Shawn Levy (2010)
Il guinness dei pupazzi di neve (Snowmen), regia di Robert Kirbyson (2010)
Chasing 3000, regia di Gregory J. Lanesey (2010)
Segui il tuo cuore (Charlie St. Cloud), regia di Burr Steers (2010)
The Son of No One, regia di Dito Montiel (2011)
The Details, regia di Jacob Aaron Estes (2011)
La notte non aspetta 2 – Strade violente (Street Kings 2: Motor City), regia di Chris Fisher (2011)
The River Murders – Vendetta di sangue (The River Murders), regia di Rich Cowan (2011)
Field of Dreams 2: Lockout, cortometraggio, regia di Eric Appel (2011)
The Entitled, regia di Aaron Woodley (2011)
Ticket Out, regia di Doug Lodato (2012)
Nudi e felici (Wanderlust), regia di David Wain (2012)
Cogan – Killing Them Softly (Killing Them Softly), regia di Andrew Dominik (2012)
Breathless, regia di Jesse Baget (2012)
The Iceman, regia di Ariel Vromen (2012)
Come un tuono (The Place Beyond the Pines), regia di Derek Cianfrance (2012)
Yellow, regia di Nick Cassavetes (2012)
Bad Karma, regia di Suri Krishnamma (2012)
The Devil’s in the Details, regia di Waymon Boone (2013)
Pawn, regia di David A. Armstrong (2013)
Suddenly, regia di Uwe Boll (2013)
Muppets 2 – Ricercati (Muppets Most Wanted), regia di James Bobin (2014)
La formula della felicità (Better Living Through Chemistry), regia di Geoff Moore e David Posamentier (2014)
The Identical, regia di Dustin Marcellino (2014)
Sin City – Una donna per cui uccidere (Sin City: A Dame to Kill For), regia di Robert Rodriguez e Frank Miller (2014)
Revenge of the Green Dragons, regia di Andrew Lau ed Andrew Loo (2014)
La regola del gioco (Kill the Messenger), regia di Michael Cuesta (2014)
Go with Me – Sul sentiero della vendetta (Go with Me), regia di Daniel Alfredson (2015)
Campus Code, regia di Cathy Scorsese e Kenneth M. Waddell (2015)
Flock of Dudes, regia di Bob Castrone (2016)
Sticky Notes, regia di Amanda Sharp (2016)
Storia di un matrimonio (Marriage Story), regia di Noah Baumbach (2019)
Fast Times at Ridgemont High Table Read, regia di Ivan Dudynsky (2020)
Hubie Halloween, regia di Steven Brill (2020)
No Sudden Move, regia di Steven Soderbergh (2021)
I molti santi del New Jersey (The Many Saints of Newark), regia di Alan Taylor (2021)
Broken Soldier, regia di Matthew Coppola (2022)