Spencer: nuova clip in italiano “Ritardo” e tutte le anticipazioni sul film con Kristen Stewart

Tutto quello che c’è da sapere su “Spencer”, il biopic con Kristen Stewart nei panni della Principessa Diana al cinema dal 24 marzo 2022.

Dopo la tappa in concorso al Festival di Venezia, il 24 marzo 2022 arriverà nelle sale italiane con 01 Distribution il film biografico Spencer diretto dal regista cileno Pablo Larraín (No – I giorni dell’arcobaleno) e con protagonista Kristen Stewart nei panni di Lady Diana.

Kristen Stewart lanciata dalla saga di Twilight ha intrapreso un percorso artistico molto interessante e in parte simile a quello del collega Robert Pattinson. Stewart ha alternato film d’autore (Sils Maria, Personal Shopper, On the Road) a cinema di genere (Biancaneve e il cacciatore, American Ultra, Lizzie), ha recitato con Julianne Moore nel dramma Still Alice, è stata diretta da Woody Allen in Café Society e da Ang Lee in Billy Lynn: Un giorno da eroe. Le ultimi interpretazioni di Stewart l’hanno vista nei panni di un “angelo” nel reboot di Charlie’s Angels, ha affrontato mostri sottomarini in stile Ripley nell’horror fantascientifico Underwater e recitato nella commedia romantica natalizia Non ti presento i miei.

Trama e cast

La trama ufficiale:  Il matrimonio tra la principessa Diana e il principe Carlo si è da tempo raffreddato. Sebbene abbondino le voci di affari e un divorzio, la pace è ordinata per le festività natalizie nella tenuta di Sandringham nel Norfolk. C’è mangiare e bere, sparare e cacciare. Diana conosce il gioco. Ma quest’anno le cose andranno profondamente diverso. Spencer è un’immaginazione di ciò che potrebbe essere accaduto durante quei pochi fatidici giorni.

Il cast oltre a Kristen Stewart nei panni della Principessa Diana include Jack Farthing nei panni di Carlo principe del Galles, Olga Hellsing in quelli di Sarah duchessa di York, Matthias Wolkowski come Edoardo conte di Wessex, Thomas Douglas è il conte Earl John Spencer) e Oriana Gordon come Sarah Duchessa di York. Il cast è completato da Niklas Kohrt (Principe Andrew), Jack Nielen (Principe William), Sean Harris, Sally Hawkins, Amy Manson, Timothy Spall, Richard Sammel, Michael Epp, Ryan Wichert, John Keogh, Wendy Patterson, Ben Plunkett-Reynolds, Marianne Graffam, Thomas Douglas e Shaun Lucas.

Spencer – trailer e video

Primo teaser trailer pubblicato il 28 agosto 2021

Primo teaser trailer italiano pubblicato il 28 agosto 2021

Video con il red carpet a Venezia 78

Nuovo trailer in lingua originale pubblicato il 23 settembre 2021

Nuove clip pubblicate il 9 novembre 2021

Secondo trailer italiano ufficiale pubblicato il 30 novembre 2021

Prima clip in italiano pubblicata il 12 febbraio 2021

Seconda clip in italiano pubblicata il 22 marzo 2022

Terza clip in italiano pubblicata il 23 marzo 2022

Quarta clip in italiano pubblicata il 24 marzo 2022

Quinta clip in italiano pubblicata il 30 marzo 2022

Curiosità

  • Il regista Pablo Larrain è suo terzo film biografico dopo Neruda con Luis Gnecco e il Jackie con Natalie Portman.
  • Il film è scritto dal regista e sceneggiatore britannico Steven Knight (Locke) noto per aver creato la serie tv Peaky Blinders e lo show Chi vuol essere milionario?.
  • Il team che ha collaborato con Pablo Larrain dietro le quinte include il direttore della fotografia Claire Mathon (Ritratto della giovane in fiamme), il montatore Sebastián Sepúlveda (Ema), lo scenografo Guy Hendrix Dyas (Inception) e la costumista Jacqueline Durran (1917)
  • Stewart per prepararsi al ruolo, che l’attrice ha definito “struggente”, ha guardato come fonte d’ispirazione la quarta stagione dell’acclamato The Crown, serie tv che ha visto Emma Corrin nei panni dell’amata principessa del popolo.
  • Kristen Stewart è alta 1,65 m mentre la Principessa Diana era alta 1,78 m.
  • Stewart parlando del film: “Spencer è un tuffo nell’immaginazione emotiva di chi fosse Diana in un punto di svolta fondamentale nella sua vita. È un’affermazione fisica della somma delle sue parti, che inizia con il suo cognome di nascita: Spencer. È uno sforzo straziante per lei tornare a se stessa, poiché Diana si sforza di mantenere ciò che il nome Spencer significa per lei.”
  • “Spencer” è prodotto da Pablo Larrain in partnership con Juan de Dios Larrain e Jonas Dornbach di Fabula, Janine Jackowski per Komplizen Film e Paul Webster per Shoebox Films.

Chi è Pablo Larraín?

Insieme a suo fratello Juan de Dios, Pablo Larraín ha fondato Fábula, una società che si occupa di cinema, televisione, pubblicità e servizi di produzione e che ha all’attivo oltre 40 film, 15 programmi di intrattenimento televisivo e 500 spot pubblicitari. Nel 2006 Pablo ha diretto il suo primo lungometraggio, Fuga, a cui è seguito Tony Manero, del 2007, presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2008. Il suo terzo film a soggetto, Post Mortem, è stato presentato in concorso al Festival di Venezia del 2010. Nel 2012 il suo quarto film, intitolato No (No – I giorni dell’arcobaleno), si è aggiudicato il primo premio della Quinzaine des Réalisateurs a Cannes, ed è stato nominato agli Oscar come Miglior Film in Lingua Straniera. Nel 2014, Larraín ha diretto la sua prima opera per il Teatro Municipal di Santiago, Katya Kabanova di Leos Janacek. Ha esordito nella regia di un lavoro teatrale con Acceso, al Teatro La Memoria. The Club (Il Club) è il suo quinto lungometraggio ed è stato presentato in concorso al Festival di Berlino 2015 dove ha vinto l’Orso d’Argento/Gran Premio della Giuria ed è stato nominato ai Golden Globe come Miglior Film in Lingua Straniera. Nel 2016 ha presentato Neruda, con Gael García Bernal, al Festival di Cannes; il film è stato nominato ai Golden Globe come Miglior Film in Lingua Straniera. Quello stesso anno ha presentato Jackie con Natalie Portman, al Festival di Venezia, aggiudicandosi il Leone d’Oro per la Migliore Sceneggiatura. Jackie è stato nominato a tre Academy Award: come Miglior Film, Migliore Musica e Migliori Costumi. Nel 2017 ha prodotto il film di Sebastián Lelio A Fantastic Woman (Una donna fantastica), vincitore dell’Oscar 2018 per il Miglior Film in Lingua Straniera. Quello stesso anno ha prodotto Gloria Bell di Lelio Sebastián, interpretato da Julianne Moore e John Turturro. Nel 2019 ha presentato Ema al Festival di Venezia; il film è interpretato da Mariana DiGirolamo, Gael García Bernal e Santiago Cabrera. Pablo Larraín è il produttore esecutivo della serie TV La Jauría, diretta da Lucía Puenzo e prodotta insieme a Fremantle, e di El Presidente, diretto da Armando Bó e prodotto in collaborazione con Gaumont Distribution e Kapow, per Amazon Prime. Nel 2019/2020, Larraín ha diretto Lisey’s Story (La storia di Lisey), una serie in otto puntate scritta da Stephen King, interpretata da Julianne Moore, Clive Owen e Jenifer Jason Leigh, prodotta dalla Bad Robot di JJ Abrams, e attualmente trasmessa in streaming su Apple +.

Note di regia

Siamo tutti cresciuti sapendo cos’è una favola, ma Diana Spencer ne ha cambiato il paradigma e ha ridefinito le icone idealizzate della cultura pop, per sempre. Questa è la storia di una principessa che ha deciso di non diventare regina, ma ha scelto di costruirsi da sola la propria identità. È una favola al contrario. Sono sempre rimasto molto sorpreso dalla sua decisione e ho sempre pensato che deve essere stata molto dura da prendere. Questo è il cuore del film. Volevo approfondire il processo alla base delle scelte di Diana, mentre oscilla tra dubbio e determinazione, scegliendo, infine, la libertà. È stata una decisione che ha definito la sua eredità: un lascito di onestà e umanità che rimane ineguagliato. Si è scritto molto su Diana, c’è un’infinità di storie: di alcune si può dimostrare il fondamento, di altre no. Abbiamo fatto molte ricerche su di lei, sulle tradizioni del Natale della famiglia reale, e sugli aneddoti dei fantasmi nella residenza di Sandringham. Tuttavia, la famiglia reale è notoriamente discreta. Potrà anche apparire in pubblico in certe occasioni, ma a un certo punto le porte si chiudono e non c’è modo di sapere cosa stia accadendo dietro di esse. Ciò lascia molto spazio alla fantasia; e questo è stato il nostro lavoro. Non avevamo intenzione di fare un docudrama: volevamo creare qualcosa prendendo degli elementi dalla realtà e ricorrendo poi all’immaginazione per raccontare la vita di una donna con gli strumenti del cinema. Questo è il motivo per cui il cinema è così fantastico: c’è sempre spazio per l’immaginazione. Nel costruire il personaggio di Diana, non volevamo solo creare una sua replica, ma usare il cinema e i suoi strumenti per dar vita a un mondo interiore che trovasse il giusto equilibrio tra il mistero e la fragilità del suo personaggio. Tutto ciò che Diana vede riflette i suoi ricordi, le sue paure, i suoi desideri e forse anche le sue illusioni. Questi elementi attingono a qualcosa che sta accadendo dentro di lei e mostrano una vulnerabilità bellissima. [Pablo Larrain]

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del musicista  e compositore inglese Jonny Greenwood, noto soprattutto come chitarra solista della nota band Radiohead, Greenwood è un assiduo collaboratore del regista Paul Thomas Anderson per cui ha musicato diverse pellicole tra cui The Master, Vizio di forma e Il filo nascosto che è valso a Greenwood una candidatura all’Oscar. Greenwood ha musicato anche Norwegian Wood, A Beautiful Day – You Were Never Really Here, …e ora parliamo di Kevin.
  • Il brano che accompagna il trailer originale è una cover di “Perfect Day” di Lou Reed reinterpretata da Scala & Kolacny Brothers.

TRACK LISTINGS:

1. Arrival 7:25
2. Ancient And Modern 4:54
3. Calling The Whipper In 2:53
4. Spencer 1:43
5. The Pearls 4:13
6. Invention For Harpsichord And Compression 1:46
7. Frozen Three 1:56
8. The Boys 1:29
9. Delusion / Miracle 4:09
10. Partita In Five For Two Organs 1:57
11. Home / Lacrimosa 4:19
12. Crucifix 3:36
13. Press Call 2:06
14. New Currency 2:34

La colonna sonora di “Spencer” è disponibile su Amazon.

Foto e poster