• Film

Cannes 2021, The French Dispatch: nuova clip con Timothée Chalamet

Proiettato in anteprima al Festival di Cannes 2021 arriva una nuova clip con Timothée Chalamet dal film The French Dispatch di Wes Anderson.

Searchlight Pictures ha reso disponibile una nuova clip di The French Dispatch, il film di Wes Anderson che ha recentemente debuttato al Festival di Cannes accolto da una standing ovation di nove minuti.

Nella nuova clip di “The French Dispatch” vediamo il candato all’Oscar Timothée Chalamet in una vasca da bagno mentre mentre redige un manifesto rivoluzionario e scherza con la Lucinda Krementz di (Frances McDormand), entrata accidentalmente nel bagno, una giornalista che fa il profilo degli studenti rivoluzionari come lo Zeffirelli di Chalamet e corregge le bozze dei suoi scritti. Parlando del casting di Chalamet in un’intervista con GQ, Anderson ha spiegato di aver scritto il ruolo appositamente per il giobvane attore: “Non ho mai avuto l’inconveniente di pensare a qualcun altro per questo ruolo, nemmeno per un secondo”.

The French Dispatch viene descritto come “una lettera d’amore ai giornalisti”, segue un avamposto di notizie americano in una città francese immaginaria del XX secolo e si concentra su tre diverse storie diverse. Il nutrito cast stellare include assidui collaboratori di Anderson come Bill Murray, alla sua nona collaborazione, Owen Wilson, i premi Oscar Tilda Swinton e Adrien Brody. Il cast è completato dai premi Oscar Benicio Del Toro, Christoph Waltz, Anjelica Huston e Fisher Stevens e dai candidati all’Oscar Saoirse Ronan, Willem Dafoe, Edward Norton e Bob Balaban.

Alcuni dei personaggi del film di Anderson sono ispirati a persone reali come Arthur Howitzer, Jr. (Bill Murray), ispirato dall’editore fondatore del New Yorker Harold Ross. Herbsaint Sazerac (Owen Wilson), ispirato dallo scrittore Joseph Mitchell. Julian Cadazio (Adrien Brody), ispirato da Lord Duveen, soggetto di un profilo in sei parti del New Yorker del 1951 di S. N. Behrman. Roebuck Wright (Jeffrey Wright), ispirato da James Baldwin e A.J. Liebling, che nel corso degli anni ha collaborato con il New Yorker. Lucinda Krementz (Frances McDormand), ispirata da Mavis Gallant, che nel 1968 scrisse un pezzo in due parti sulle rivolte studentesche in Francia. Questo personaggio condivide anche il cognome con Jill Krementz, una fotografa il cui lavoro è apparso spesso sul New Yorker (e che è la vedova dell’autore Kurt Vonnegut, Jr.).

Fonte: YouTube