Berlino 2013: The Grandmasters di Wong Kar-wai apre il festival

The Grandmasters di Wong Kar-wai apre il Festival di Berlino 2013. Tra i film in concorso, Promised Land di Van Sant: scopri tutto sulla 63. Berlinale.

Visto che Wong Kar-wai è il Presidente di Giuria del 63. Festival di Berlino, si dirà che era ovvio aspettarsi che The Grandmasters avrebbe aperto (fuori concorso, of course) la rassegna. E invece non era affatto scontato. La data di distribuzione in patria del film, ormai considerato per i tempi di lavorazione un po’ il “The Tree of Life orientale”, era stata infatti spostata nuovamente, da dicembre a gennaio.

Il regista doveva rigirare delle scene, si diceva. Ma oggi, dopo aver saltato Cannes, Venezia e Roma, con l’apertura ufficiale della Berlinale – il 7 febbraio 2013 – e la data d’uscita in Cina fissata definitivamente all’8 gennaio, siamo almeno certi che The Grandmasters esiste. E non vediamo l’ora di godercelo, finalmente. Queste le dichiarazioni di Wong:

Sono davvero onorato da Dieter Kosslick [direttore della Berlinale, ndr] e dal suo invito per il mio nuovo film, The Grandmasters, come film d’apertura del 63. Festival di Berlino. Questo è un progetto a cui ho lavorato per diversi anni… Già non vedevo l’ora di tornare a Berlino per essere il Presidente di Giuria, quindi vedere che The Grandmasters sarà presentato lì renderà il tutto ancora più speciale.

Al centro della trama la storia del leggendario Yip Man, ovvero il maestro di kung-fu di Bruce Lee. Nel ruolo di Yip Man troveremo l’attore feticcio per eccellenza di Wong, ovvero Tony Leung Chiu Wai, affiancato da Zhang Ziyi e Chen Chang.

Dopo il salto tutti i primi film in programma a Berlino 2012.


Berlino 2013: primi titoli in programma

13 dicembre 2012 Il Festival di Berlino 2013 (7 – 17 febbraio) ha oggi annunciato i suoi primi titoli in programma: 6 titoli in concorso, più 2 titoli fuori concorso. E, viste le premesse, si può iniziare ad immaginare un’edizione ricca di sorprese. Il titolo più celebre della competizione è ovviamente americano e non è una prima mondiale: parliamo di Promised Land, il nuovo film di Gus Van Sant con Matt Damon, che ha già fatto parecchio discutere la critica in patria. Vedremo alla Berlinale come sarà accolto.

Sono tutte prime mondiale invece quelle degli altri 5 titoli. Tra questi, quello che crea subito più attesa è senza ombra di dubbio Paradise: Hope, terzo e ultimo capitolo della trilogia che Ulrich Seidl ha dedicato a tre diverse “forme d’amore”. Il primo capitolo, Paradise: Love, era in concorso a Cannes (qui la recensione). Il secondo, Paradise: Faith, era in concorso a Venezia (qui la recensione), dove ha dato “scandalo” per il suo trattamento della religione, e dove ha vinto il Gran Premio della Giuria. In Paradise: Hope, il cinico autore austriaco ci narrerà la vicenda della figlia della protagonista del primo film, in vacanza in un campus estivo per dimagrire. Qui s’innamorerà di uno dei coach…

In concorso anche Hong Sang-soo, il cui ultimo lavoro, In Another Country (qui la recensione), era in competizione per la Palma d’Oro all’ultima edizione di Cannes. Il prolifico autore ha però pronta una nuova opera, Nobody’s Daughter Haewon. Un ritorno a Berlino per l’autore, dopo essere stato in concorso nel 2008 con Night and Day, forse il film dove più si respira l’aria “à la Nouvelle Vague” della sua filmografia. Personale attesa per Child’s Pose, opera terza del rumeno Călin Peter Netzer, che nel 2009 rischiò di vincere il Torino Film Festival con l’ottimo Medalia de onoare (qui la recensione). La sua presenza conferma lo stato di salute e d’interesse internazionale verso la cinematografia della Romania.

Un gradito ritorno anche quello del cileno Sebastián Lelio, autore nel 2005 del premiatissimo La sagrada familia. Porta in concorso a Berlino il suo ultimo Gloria. Fuori concorso ci sarà invece l’attesissima prima mondiale de I Croods, film d’animazione targato Dreamworks in 3D. Diretto a quattro mani da Kirk De Micco (Space Chimps) e Chris Sanders (Lilo & Stitch, Dragon Trainer), la pellicola narra le avventure della prima famiglia sulla Terra. I problemi arrivano quando la caverna che la protegge da sempre dai pericoli dell’esterno viene distrutta…

CONCORSO

Child’s Pose – di Călin Peter Netzer (Romania) – prima mondiale
Gloria – di Sebastián Lelio (Cile / Spagna) – prima mondiale
Nobody’s Daughter Haewon – di Hong Sang-soo (Corea del sud) – prima mondiale
Paradise: Hope – di Ulrich Seidl (Austria / Francia / Germania) – prima mondiale
Promised Land – di Gus Van Sant (Usa) – prima internazionale

FUORI CONCORSO

I Croods – di Kirk De Micco e Chris Sanders (Usa) – prima mondiale

BERLINALE SPECIAL

Redemption Impossible – di Christian Rost e Claus Strigel (Germania) – prima mondiale

Ultime notizie su Berlinale

Tutto su Berlinale →