• Film

Il Principe Abusivo boom a San Valentino – stracciato Die Hard

Alessandro Siani straccia John McClane nel giorno di San Valentino

Alessandro Siani straccia Bruce Willis. Solo in Italia poteva andare in scena un risultato simile, perché Il Principe Abusivo, film d’esordio alla regia per l’attore napoletano, ha fatto suo il San Valentino cinematografico. Con ben 580 sale a disposizione, infatti, la commedia 01 ha raccolto oltre 700.000 euro in 24 ore, massacrando il diretto rivale John McClane. Die Hard: un Buon Giorno per Morire, uscito in poco più di 400 copie, si è fermato a quota 140.000 euro. Più che lontano, lontanissimo.

Negli ultimi due anni i film italiani ‘da’ San Valentino erano usciti con le ossa rotte dal confronto con il botteghino. Meno di 400.000 euro l’anno scorso per Com’è bello far l’amore, e addirittura meno di 300.000 due anni fa per Femmine Contro Maschi. Siani è quindi partito con il turbo, puntando non solo al primato del fine settimana, ampiamente scontato, ma anche ad un ricco bottino di almeno 4 milioni di euro. Tutto questo, va detto, in una giornata che vedeva andare in scena non solo l’Europa League, con tre partite di grido, ma anche il calamitante Festival di Sanremo.

“Sono molto contento di questo risultato soprattutto perché questa mattina mio padre mi ha detto: “Uè Avatar, se continui così non sei più un principe abusivo diventi autorizzato!” La cosa più importante comunque è che nonostante la crisi, nel nostro paese ci sia ancora tanta voglia di ridere ed emozionarsi”.

Queste le prime parole rilasciate dal diretto interessato, ovviamente sorpreso dal boom inaspettato, così come si è detto ampiamente soddisfatto Riccardo Tozzi, presidente di Cattleya:

“E’ un bel segnale non solo per un personaggio così amato come Alessandro Siani, ma anche per il cinema in generale. Il pubblico può ritornare alle sale, come ha già fatto per il film di Tornatore: ma dobbiamo fare e sostenere tutti i film, di ogni genere tipo o dimensione, con impegno e concentrazione, senza dare niente per scontato”.

A completare la sfilza di dichiarazioni di giubilo, immancabili in questi ormai sempre più rari casi di trionfi in sala, Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema:

“E’ un ottimo segnale di ripresa per il cinema italiano ed è la conferma che la commedia garbata, con una comicità mai volgare, è capace di conquistare ancora il nostro pubblico. I nostri complimenti ad Alessandro Siani che dimostra con questa sua prima regia, di avere grandi capacità e una simpatia irresistibile non solo come attore”.

Tra le altre new entry del weekend, segnaliamo la quinta posizione di Noi siamo Infinito, riuscito ad incassare circa 60.000 euro in 24 ore, e con 140 copie tra le mani, il purtroppo deludente risultato di Viva la Libertà, rimasto sotto i 30.000 euro, e i disastrosi debutti di Promised Land, con soli 15.000 euro, e Blue Valentine, quasi umiliato dai 200 euro in tasca.

I Video di Cineblog