World of Warcraft, film in ritardo per colpa di Blizzard secondo Sam Raimi

Come forse ricorderete, a metà 2012 il regista Sam Raimi si è fatto da parte per il progetto legato al film di World of Warcraft, motivando la sua scelta con l'impegno per la realizzazione de Il Grande e Potente Oz.

WorldofWarcraftLogo

La "sede vacante" è stata poi presa da Duncan Jones, ma a quanto pare Raimi ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa ritornando sull'argomento, e dando la colpa a Blizzard (la società che ha creato il videogioco) per i ritardi sul progetto.

Ecco le sue parole ai microfoni di Vulture:

"Mi chiesero inizialmente se volessi farlo, e dissi 'Sì, adoro World of Warcraft e credo possa venirne fuori un gran film'. Ho quindi letto la sceneggiatura che avevano, scritta dai ragazzi di Blizzard, ma non funzionava per me. Dissi loro di voler fare la mia storia originale con Robert [Rodat], quindi ne facemmo uno schizzo a Legendary che lo accettò. Anche Blizzard lo accettò, seppure con qualche riserva.

Robert scrisse allora la sceneggiatura, e solo dopo la sua fine realizzammo che Blizzard aveva il potere di veto, cosa che non sapevamo. E non avevano neanche approvato pienamente la storia originale che gli presentammo. Le loro riserve furono un modo per dire 'Non approviamo la storia, e vogliamo che vada diversamente', quindi spendemmo nove mesi lavorando a questa cosa, ricominciando praticamente da capo.

Robert ripartì da zero, ma ci voleva troppo per le persone di Blizzard e la loro pazienza finì. Onestamente, credo ci sia stata una cattiva gestione dal loro lato, nel non spiegare a noi che la prima storia era stata rifiutata tempo prima. Perché ci hanno fatto continuare a lavorare? Avevano paura di dirmelo?"

A ogni modo, Duncan Jones (regista di Moon e Source Code) ha la benedizione di Raimi:

"Ho amato Moon, e credo sia un regista con notevole talento. Scommetto che se c'è qualcuno che può fare un gran lavoro, questo è lui."

Via | vg247.com

  • shares
  • Mail