• Film

CineBlog consiglia: Velluto Blu

E’ un viaggio morboso, crudele, erotico e fuori di testa, quello che ci descrive in VELLUTO BLU quel geniaccio di Lynch. Di un’eleganza assurda, di una raffinatezza visiva da far invidia, di un impatto immediato e a tratti davvero sconcertante: (ir)reale, perverso, Lynch puro. La confusione diventa stile e carta vincente, e il tema sempreverde

Locandina E’ un viaggio morboso, crudele, erotico e fuori di testa, quello che ci descrive in VELLUTO BLU quel geniaccio di Lynch. Di un’eleganza assurda, di una raffinatezza visiva da far invidia, di un impatto immediato e a tratti davvero sconcertante: (ir)reale, perverso, Lynch puro. La confusione diventa stile e carta vincente, e il tema sempreverde della perdita dell’innocenza che alla fine è succube della morbosità colpisce sempre con effetto, e il tutto è amministrato con cura del dettaglio, di ogni minimo fatto, di ogni piccola follia. Jeffrey (un grandissimo Kyle MacLachlan, pupillo del regista che poco dopo avrebbe diretto il suo mitico Twin Peaks, che si avvicina molto a questo film in alcuni aspetti) si ritrova coinvolto in una storia di ricatti, omicidi e violenza dopo aver denunciato alla polizia il ritrovamento di un orecchio mozzato vicino a casa e dopo essere finito nel letto della cantante Dorothy (una magnifica Isabella Rossellini)… Thriller, drammatico, erotico: follia, straordinaria follia, e con una fine bellissima che non si può non ricordare. Ottime anche le performance del cattivissimo Dennis Hopper e della innocente Laura Dern.
Prima di guardarvi Il bacio della pantera consigliatovi da Carla, non perdetevi questo cult stanotte, Italia1, 01.55.

I Video di Cineblog