L’Osservatore Romano e The Blues Brothers: è un film cattolico

Non me ne ero mai accorta ma sembra che The Blues Brothers sia un “film cattolico”. Lo dice Gian Maria Vian, il direttore de L’Osservatore Romano:“Gli indizi non mancano in un’opera dove i dettagli non sono certo casuali, a iniziare dalla foto incorniciata di un giovane e forte Giovanni Paolo II nella casa dell’affittacamere –

di carla


Non me ne ero mai accorta ma sembra che The Blues Brothers sia un “film cattolico”. Lo dice Gian Maria Vian, il direttore de L’Osservatore Romano:

“Gli indizi non mancano in un’opera dove i dettagli non sono certo casuali, a iniziare dalla foto incorniciata di un giovane e forte Giovanni Paolo II nella casa dell’affittacamere – dall’accento siciliano e vestita di nero, dunque cattolica – di Lou ‘Blue’ Marini. (…) Per i due l’istituzione cattolica è tutta la loro famiglia e decidono di salvarla a ogni costo con i suoi piccoli ospiti. (…) A fianco dei piccoli e della Pinguina i fratelli Blues sono capaci di toccanti attenzioni: così Elwood non si dimentica di una terribile crema al formaggio commissionatagli da un anziano amico. E nulla antepongono – Elwood, il più galante, rinuncia persino all’avventura con una fascinosa signorina – alla missione per conto di Dio. Che alla fine riuscirà. Consegnando alla storia del cinema e della musica un film memorabile. Stando ai fatti, cattolico”.

Prendiamo nota. Voi avete visto la luce con questo film?

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →