Locarno 2013: Pippo Delbono in concorso; La Variabile Umana in Piazza Grande – Tutti i film

Festival di Locarno 2013: è stato svelato il programma della 66. edizione. Una selezione ricchissima, con 20 titoli nel concorso ufficiale, tra cui Sangue di Pippo Delbono. In Piazza Grande verrà invece proiettato La Variabile Umana di Bruno Oliviero. Ecco il programma completo, tutti in film della selezione, la retrospettiva completa su Cukor e tutti gli ospiti della rassegna.

Dal 7 al 17 agosto 2013 Locarno vivrà 10 grandi giornate di cinema. Il Festival di Locarno 2013 svela il suo ricchissimo programma, e ce n’è davvero per tutti i gusti. 20 film in concorso, tra cui alcuni titoli che erano attesi a Cannes 2013. Tra questi i nuovi Corneliu Porumboiu, Albert Serra, ed un tris orientale da leccarsi i baffi (Kiyoshi Kurosawa, Shinji Aoyama e Hong Sangsoo). Tra i film in competizione troviamo anche il nostro Pippo Delbono con la sua nuova fatica, Sangue, e il vincitore del premio del pubblico del SXSW 2013, l’acclamato Short Term 12. Tanti i documentari in competizione, tra cui la nuova opera di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi.

C’è solo un’opera prima, quella del francese Guillaume Brac, qui alle prese col suo primo lungometraggio. Ma gli esordi di solito finiscono nel Concorso Cineasti del presente, sezione competitiva dedicata alle opere prime e seconde. Quest’anno, fra i 16 titoli selezionati, ci sono 14 opere prime su 16: un bel segnale per il cinema “giovane”. C’è poi forse la sezione più attesa dell’intero programma, quello di Piazza Grande e che riguarda i film che verranno proiettati sullo schermo gigante della piazza capace di contenere fino a 8000 spettatori.

Apre la sezione e l’intero festival l’action Cani sciolti – 2 Guns di Baltasar Kormákur con Mark Wahlberg e Denzel Washington. Tra i titoli più attesi: Questione di tempo (About time), terzo film di Richard Curtis dopo Love Actually e I Love Radio Rock; Blue Ruin, il thriller di Jeremy Saulnier acclamato all’ultimo Festival di Cannes; Gloria di Sebastián Lelio, pluripremiato a Berlino 2013; Mr. Morgan’s Last Love con Gillian Anderson e Michael Caine; Come ti spaccio la famiglia (We’re the Millers) del regista di Dodgeball; e Wrong Cups, nuova fatica di Quentin Dupieux dopo il fenomenale Wrong, già vista al Sundance 2013. L’Italia è invece rappresentata dal noir La Variabile Umana di Bruno Oliviero.

Il Fuori concorso è invece la sezione per chi vuole un’alternativa a Piazza Grande. Apre A Spell to Ward Off the Darkness di Ben Rivers e Ben Russell: all’interno della selezione troviamo 34 lunghi e corti, compresi i 4 episodi che compongono la seconda serie di Death Row di Werner Herzog (Pardo d’onore 2013) ed un Focus dedicato alla Siria, in cui saranno mostrati film inediti e censurati, e opere coraggiose realizzate spesso in condizioni difficili.

Infine, Histoire(s) du cinéma – riferimento al capolavoro di Jean-Luc Godard – è la sezione dedicata alla storia del cinema, e propone opere di cineasti e artisti a cui il Festival rende omaggio. La sezione prevede inoltre la proiezione di versioni restaurate di film rari e importanti della storia del cinema, nonché di opere proposte dalla Cinémathèque suisse nell’ambito di Cinema svizzero riscoperto. Conclude la retrospettiva completa sul grande George Cukor.

Il programma completo:

Concorso Internazionale

CÂND SE LASĂ SEARA PESTE BUCUREŞTI SAU METABOLISM (When Evening Falls on Bucharest or Metabolism) di Corneliu Porumboiu
E AGORA? LEMBRA-ME (What Now? Remind Me) di Joaquim Pinto
EDUCAÇÃO SENTIMENTAL (Sentimental Education) di Júlio Bressane
EL MUDO di Daniel e Diego Vega
EXHIBITION by Joanna Hogg
FEUCHTGEBIETE by David Wnendt
GARE DU NORD di Claire Simon
HISTORIA DE LA MEVA MORT (Story of My Death) di Albert Serra
L’ÉTRANGE COULEUR DES LARMES DE TON CORPS (The Strange Colour of Your Body’s Tears) di Hélène Cattet e Bruno Forzani
MARY, QUEEN OF SCOTS di Thomas Imbach
PAYS BARBARE di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi
REAL di Kiyoshi Kurosawa
SANGUE di Pippo Delbono
SHORT TERM 12 di Destin Cretton
SHU JIA ZUO YE (A Time in Quchi) di Tso chi Chang
TABLEAU NOIR (Black Board) di Yves Yersin
TOMOGUI (Backwater) di Shinji Aoyama
TONNERRE di Guillaume Brac
U RI SUNHI (Our Sunhi) di Hong Sangsoo
UNE AUTRE VIE di Emmanuel Mouret

Concorso Cineasti del presente

BUQƏLƏMUN (Chameleon) di Elvin Adigozel e Ru Hasanov
COSTA DA MORTE (Coast of Death) di Lois Patiño
FORTY YEARS FROM YESTERDAY di Robert Machoian e Rodrigo Ojeda-Beck
L’HARMONIE (Harmony) di Blaise Harrison
LE SENS DE L’HUMOUR (Sense of Humor) di Marilyne Canto
LOS INSÓLITOS PECES GATO (The Amazing Cat Fish) di Claudia Sainte-Luce
MANAKAMANA di Stephanie Spray e Pacho Velez
MOUTON di Gilles Deroo e Marianne Pistone
ROXANNE di Valentin Hotea
SAI NAM TID SHOER (By the River) di Nontawat Numbenchapol
THE DIRTIES di Matt Johnson
THE SPECIAL NEED di Carlo Zoratti
THE STONE di Se-rae CHO
THE UGLY ONE di Eric Baudelaire
THE UNITY OF ALL THINGS 團結一切事物 di Alex Carver e Daniel Schmidt
YUAN FAN (Distant) di Zhengfan Yang

Piazza Grande

2 GUNS (Cani sciolti) di Baltasar Kormákur [Film d’apertura]
ABOUT TIME (Questione di tempo) di Richard Curtis
BLUE RUIN di Jeremy Saulnier
FITZCARRALDO di Werner Herzog
GABRIELLE di Louise Archambault
GLORIA di Sebastián Lelio
THE KEEPER OF LOST CAUSES (Kvinden i buret) di Mikkel Nørgaard
LA VARIABILE UMANA di Bruno Oliviero
L’EXPÉRIENCE BLOCHER di Jean-Stéphane Bron
LES GRANDES ONDES (À L’OUEST) (Longwave) di Lionel Baier
MR. MORGAN’S LAST LOVE di Sandra Nettelbeck
RICH AND FAMOUS (Ricche e famose) di George Cukor
SUR LE CHEMIN DE L’ÉCOLE (On The Way to School) di Pascal Plisson
VIJAY AND I di Sam Garbarski
WE’RE THE MILLERS (Come ti spaccio la famiglia) di Rawson Marshall Thurber
WRONG COPS di Quentin Dupieux

Fuori concorso

GEOGRAPHIE HUMAINE di Claire Simon
HERITAGE di David Induni
LA PASSIONE DI ERTO di Penelope Bortoluzzi
QUE D’AMOUR by Valérie Donzelli
SE EU FOSSE LADRÃO… ROUBAVA (If I Were a Thief… I’d Steal) di Paulo Rocha

Cortometraggi

AMERICA di Valerie Massadian
ATTESA DI UN’ESTATE (FRAMMENTI DI VITA TRASCORSA) di Mauro Santini
DURING THE DAY MY VISION IS PERFECT di Benjamin Ramírez Pérez
LE TABLEAU di Laurent Achard
LO QUE EL FUEGO ME TRAGO (What The Fire Brought To Me) di Adrián Villar Rojas
LOS ANDES di Joaquín Cociña e Cristóbal León
MAHJONG di João Rui Guerra da Mata e João Pedro Rodrigues
O CORPO DE AFONSO (The King’s Body) di João Pedro Rodrigues
SORCIÈRE JAPONAISE di Romeo Grünfelder
THE END OF WALNUTGROVE di Nikolaus Eckhard, Valentin Fiala, Severin Fiala, Klaus Haidl
THE GREEN SERPENT – of vodka, men and distilled dreams di Benny Jaberg
UN CONTE DE MICHEL DE MONTAIGNE di Jean-Marie Straub

Signs of Life

A SPELL TO WARD OFF THE DARKNESS di Ben Rivers e Ben Russell
CHERRY PIE di Lorenz Merz
DIGNITY di James Fotopoulos
EL FUTURO di Luis Lopez Carrasco
HOW TO DISAPPEAR COMPLETELY di Raya Martin

Death Row II

DEATH ROW II – PORTRAIT: BLAINE MILAM di Werner Herzog
DEATH ROW II – PORTRAIT: DARLIE ROUTIER di Werner Herzog
DEATH ROW II – PORTRAIT: DOUGLAS FELDMAN di Werner Herzog
DEATH ROW II – PORTRAIT: ROBERT FRATTA di Werner Herzog

Focus Siria

BLACK STONE di Nidal Al Dibs
HEKAYAT AN ELHOB WALHAYAT WALMAWT (True Stories of Love, Life, Death and Sometimes Revolution) di Nidal Hassan
LIGHT HORIZON di Randa Maddah
UNTOLD STORIES di Hisham al-Zouki
ZABAD (Ecume) di Reem Ali

Jeonju Digital Project

OVER THERE di Zhang Lu
SOMEONE’S WIFE IN THE BOAT OF SOMEONE’S HUSBAND di Edwin
STRANGERS WHEN WE MEET di Masahiro Kobayashi

Histoire(s) du cinéma

Pardo alla carriera a Otar Iosseliani

IKO SHASHVI MGALOBELI (C’era una volta un merlo canterino) di Otar Iosseliani
PASTORALI di Otar Iosseliani
BRIGANDS CHAPTER VII (Briganti) di Otar Iosseliani
OTAR IOSSELIANI, LE MERLE SIFFLEUR di Julie Bertuccelli
CHANTRAPAS di Otar Iosseliani
PAROLE E UTOPIA #33 OTAR OSSELIANI di Donatello Fumarola e Alberto Momo

Pardo alla carriera a Sergio Castellitto

VA SAVOIR (Chi lo sa?) di Jacques Rivette
L’ORA DI RELIGIONE di Marco Bellocchio
ALZA LA TESTA di Alessandro Angelini
LA BELLEZZA DEL SOMARO di Sergio Castellitto
VENUTO AL MONDO di Sergio Castellitto

Leopard Club Award a Faye Dunaway

NETWORK (Quinto potere) di Sydney Lumet

Omaggio a Paulo Rocha

OS VERDES ANOS (The Green Years) di Paulo Rocha
MUDAR DE VIDA (Change of Life) di Paulo Rocha

Omaggio a Anna Karina

BANDE À PART di Jean Luc Godard
ANNA di Pierre Koralnik
LO STRANIERO di Luchino Visconti
JUSTINE (Rapporto a quattro) di George Cukor

Premio Cinema Ticino ad Amka Films Productions

L’INTERVALLO di Leonardo di Costanzo

Premio Cinema Ticino a ventura film

LE QUATTRO VOLTE di Michelangelo Frammartino

Cinema svizzero riscoperto, in collaborazione con la Cinémathèque suisse

LUDWIG HOHL. EIN FILM IN FRAGMENTEN di Alexander J. Seiler
PALAVER, PALAVER. EINE SCHWEIZER HERBSTCHRONIK 1989 di Alexander J. Seiler

Histoire(s) du cinéma

BATANG WEST SIDE di Lav Diaz
CINÉASTES DE NOTRE TEMPS: CONVERSATION AVEC GEORGE CUKOR di André S. Labarthe e Hubert Knapp
JOURNAL D’UN MONTAGE di Annette Dutertre
L’OURS di Daniel Karolewicz
MARILYN: THE FINAL DAYS (MARILYN: LES DERNIERS JOURS) di Patty Ivins Specht
NOTES ON FILM 6B: A MASQUE OF MADNESS (MONOLOGUE 02) di Norbert Pfaffenbichler
ROSSO CENERE di Adriano Aprà e Augusto Contento
THE WIZARD OF OZ 3D di Victor Fleming

Retrospettiva George Cukor

GRUMPY – Stati Uniti – 1930
THE ROYAL FAMILY OF BROADWAY (La famiglia reale di Broadway) – Stati Uniti – 1930
THE VIRTUOUS SIN (Peccato Virtuoso) – Stati Uniti – 1930
GIRLS ABOUT TOWN (Ragazze per la città) – Stati Uniti – 1931
TARNISHED LADY (Il marito ricco) – Stati Uniti – 1931
A BILL OF DIVORCEMENT (Febbre di vivere) – Stati Uniti – 1932
ROCKABYE (Labbra proibite) – Stati Uniti – 1932
WHAT PRICE HOLLYWOOD? (A che prezzo Hollywood?) – Stati Uniti – 1932
DINNER AT EIGHT (Pranzo alle otto) – Stati Uniti – 1933
LITTLE WOMEN (Piccole donne) – Stati Uniti – 1933
OUR BETTERS (I nostri superiori) – Stati Uniti – 1933
DAVID COPPERFIELD – Stati Uniti – 1935
SYLVIA SCARLETT (Il diavolo è femmina) – Stati Uniti – 1935
CAMILLE (Margherita Gauthier) – Stati Uniti – 1936
ROMEO AND JULIET (Giulietta e Romeo) – Stati Uniti – 1936
HOLIDAY (Incantesimo) – Stati Uniti – 1938
THE WOMEN (Donne) – Stati Uniti – 1939
THE PHILADELPHIA STORY (Scandalo a Filadelfia) – Stati Uniti – 1940
A WOMAN’S FACE (Volto di donna) – Stati Uniti – 1941
TWO-FACED WOMAN (Non tradirmi con me) – Stati Uniti – 1941
HER CARDBOARD LOVER (Avventura all’Avana) – Stati Uniti – 1942
KEEPER OF THE FLAME (Prigioniera di un segreto) – Stati Uniti – 1942
SUSAN AND GOD (Peccatrici folli) – Stati Uniti – 1942
GASLIGHT (Angoscia) – Stati Uniti – 1944
WINGED VICTORY (Vittoria Alata) – Stati Uniti – 1944
A DOUBLE LIFE (Doppia Vita) – Stati Uniti – 1947
EDWARD, MY SON (Edoardo, mio figlio) – Stati Uniti – 1948
ADAM’S RIB (La costola di Adamo) – Stati Uniti – 1949
A LIFE OF HER OWN (L’indossatrice) – Stati Uniti – 1950
BORN YESTERDAY (Nata ieri) – Stati Uniti – 1950
THE MODEL AND THE MARRIAGE BROKER (Mariti su misura) – Stati Uniti – 1951
PAT AND MIKE (Lui e lei) – Stati Uniti – 1952
THE MARRYING KIND (Vivere insieme) – Stati Uniti – 1952
THE ACTRESS (L’attrice) – Stati Uniti – 1953
A STAR IS BORN (È nata una stella) – Stati Uniti – 1954
IT SHOULD HAPPEN TO YOU (La ragazza del secolo) – Stati Uniti – 1954
BHOWANI JUNCTION (Sangue misto) – Stati Uniti – 1956
LES GIRLS – Stati Uniti – 1957
WILD IS THE WIND (Selvaggio è il vento) – Stati Uniti – 1957
HELLER IN PINK TIGHTS (Il diavolo in calzoncini rosa) – Stati Uniti – 1960
LET’S MAKE LOVE (Facciamo l’amore) – Stati Uniti – 1960
THE CHAPMAN REPORT (Sessualità) – Stati Uniti – 1962
MY FAIR LADY – Stati Uniti – 1964
JUSTINE (Rapporto a quattro) – Stati Uniti – 1969
TRAVELS WITH MY AUNT (In viaggio con la zia) – Stati Uniti – 1972
LOVE AMONG THE RUINS (Amore fra le rovine) – Regno Unito – 1975
THE BLUE BIRD (Il giardino della felicità) – Stati Uniti – 1976
THE CORN IS GREEN – Stati Uniti – 1979
RICH AND FAMOUS (Ricche e famose) – Stati Uniti – 1981

OSPITI

Excellence Award Moët & Chandon: Sir Christopher Lee
L’attore britannico Christopher Lee riceverà l’Excellence Award Moët & Chandon mercoledì 7 agosto in Piazza Grande. Il giorno seguente, giovedì 8 agosto, allo Spazio Cinema (Forum), il pubblico del Festival potrà prendere parte a una conversazione con l’attore moderata dal critico cinematografico Emmanuel Burdeau.

In onore di Christopher Lee verranno proiettati i seguenti film:
THE HOUND OF THE BASKERVILLES (La furia dei Baskerville) di Terence Fisher
UMBRACLE di Pere Portabella
THE WICKER MAN di Robyn Hardy – Regno Unito

Premio Raimondo Rezzonico: Margaret Ménégoz
Il Premio Raimondo Rezzonico per il Miglior Produttore indipendente sarà consegnato
alla produttrice francese Margaret Ménégoz, martedì 13 agosto alle 21:30 in Piazza Grande.
Il giorno successivo, mercoledì 14 agosto presso lo Spazio Cinema (Forum), Anthony Bobeau, Le Film Français, modererà una discussione con la produttrice.

In onore di Margaret Ménégoz verranno proiettati i seguenti film:
NOCE BLANCHE di Jean-Claude Brisseau
CONTE D’ÉTÉ (Un ragazzo, tre ragazze) di Eric Rohmer

Lifetime Achievement Award – Parmigiani: Jacqueline Bisset
L’attrice britannica Jacqueline Bisset sarà premiata con il Lifetime Achievement Award – Parmigiani 2013. La consegna del premio avrà luogo domenica 11 agosto alle ore 21:30 in Piazza Grande. Il giorno seguente, lunedì 12 agosto allo Spazio Cinema (Forum), il pubblico avrà l’occasione di partecipare a una conversazione con Jacqueline Bisset moderata da Chris Fujiwara, Direttore artistico dell’Edinburgh Film Festival.

In onore di Jacquline Bisset verranno presentati i film:
RICH AND FAMOUS (Ricche e famose) di George Cukor (Piazza Grande)
UNDER THE VOLCANO (Sotto il vulcano) di John Huston

Pardo d’onore Swisscom: Werner Herzog
Il Pardo d’onore Swisscom 2013 sarà consegnato al regista tedesco Werner Herzog. La cerimonia avrà luogo venerdì 16 agosto alle 21:30 in Piazza Grande. Herzog parteciperà anche a una conversazione aperta al pubblico del Festival, moderata da Grazia Paganelli, autrice di una monografia sul regista.

In onore di Werner Herzog verranno presentati i film:
AUCH ZWERGE HABEN KLEIN ANGEFANGEN (Anche i nani hanno cominciato da piccoli) – Germania – 1970 – 96 min.
AGUIRRE, DER ZORN GOTTES (Aguirre furore di Dio) – Germania – 1972 – 93 min.
KASPAR HAUSER – JEDER FÜR SICH GOTT GEGEN ALLE (L’enigma di Kaspar Hauser) – Germania – 1974 – 110 min.
NOSFERATU: PHANTOM DER NACHT (Nosferatu – Il principe della notte) – Germania/Francia – 1979 – 103 min.
FITZCARRALDO – Germania/Perù – 1982 – 157 min. (Piazza Grande)
WO DIE GRÜNEN AMEISEN TRÄUMEN (Dove sognano le formiche verdi) – Germania/Australia – 1984 – 100 min.
THE WHITE DIAMOND (Il diamante bianco) – Germania/Giappone/Regno Unito – 2004 – 87 min.
GRIZZLY MAN – Stati Uniti – 2005 – 104 min.
THE WILD BLUE YONDER (L’ignoto spazio profondo) – Stati Uniti/Regno Unito/Germania – 2005 – 81 min.
MY SON, MY SON, WHAT HAVE YE DONE? – Stati Uniti/Germania – 2009 – 91 min.
DEATH ROW II – PORTRAIT: BLAINE MILAM – Stati Uniti – 2013 – 50 min. (Fuori concorso)
DEATH ROW II – PORTRAIT: DARLIE ROUTIER – Stati Uniti – 2013 – 50 min. (Fuori concorso)
DEATH ROW II – PORTRAIT: DOUGLAS FELDMAN – Stati Uniti – 2013 – 50 min. (Fuori concorso)
DEATH ROW II – PORTRAIT: ROBERT FRATTA – Stati Uniti – 2013 – 50 min. (Fuori concorso)

Vision Award – Electronic Studio: Douglas Trumbull
Il regista e maestro di effetti speciali americano Douglas Trumbull riceverà il primo Vision Award – Electronic Studio del Festival del film Locarno mercoledì 14 agosto in Piazza Grande. Il pubblico avrà poi l’occasione di partecipare a due esclusive masterclass con Trumbull, che condividerà i segreti dietro alla lavorazione dei capolavori Blade Runner, 2001: Odissea nello spazio e Incontri ravvicinati del terzo tipo.

In onore di Douglas Trumbull verranno proiettati i seguenti film:
2001: A SPACE ODYSSEY (2001: Odissea nello spazio) di Stanley Kubrick – Stati Uniti/Regno Unito – 1968 – 141 min.
SILENT RUNNING (2002: la seconda odissea) – Stati Uniti – 1972 – 89 min.
CLOSE ENCOUNTERS OF THE THIRD KIND (Incontri ravvicinati del terzo tipo) di Steven Spielberg
Stati Uniti – 1977 – 137 min.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Locarno

Tutto su Locarno →