Come ti spaccio la famiglia: recensione in anteprima

Il regista di Palle al balzo si cimenta con una comedy all'insegna del "politicamente scorretto" che diverte grazie ad un cast ben assortito e ad una Jennifer Aniston sexy e autoironica.

David Burke (Jason Sudeikis) per vivere spaccia marijuana e tra la sua clientela annovera gente comune, il suo obiettivo è di volare basso e la sua regola è non vendere ai ragazzini. Tutto sembra filare liscio fino a quando David non viene rapinato da un gruppetto di giovani balordi che lo ripuliscono per bene e lo lasciano con un debito sostanzioso con il suo fornitore, il viscido Brad (Ed Helms). Per poter rimettere ogni cosa a posto e soprattutto evitare di finire in qualche fosso, David accetta la proposta di Brad di trasportare con un camper dal Messico un grosso carico di droga. Sarà così che a David balenerà l'idea folle di assemblare una finta famigliola americana (una moglie e due figli) coinvolgendo nel piano i suoi vicini di casa, la spogliarellista Rose (Jennifer Aniston) e l'ingenuo aspirante ‘cliente’ Kenny (Will Poulter) con l'aggiunta della problematica teenager Casey (Emma Roberts). I “Miller” sono così pronti a partire per un avventuroso e memorabile weekend del Quattro Luglio...

Sulla scia di Le amiche della sposa che dissacrava la commedia a sfondo nuziale, anche Come ti spaccio la famiglia (We're the Millers) di Rawson Marshall Thurber, regista conosciuto da noi per la comedy sportiva Palle al balzo, punta a parodiare con una certa veemenza i family-movies, utilizzando una finta famigliola felice dedita al traffico di droga come lente deformante all'insegna del disfunzionale, capace di palesare pregi, difetti e soprattutto stereotipi del "formato famiglia", anche se bisogna ammettere che lo script (nel team gli sceneggiatori di 2 single a nozze) spesso manca il bersaglio grosso e soprattutto di adeguata "ferocia".

Thumber non è certo Paul Feig, ma è un buon mestierante che arriva dalla pubblicità, la sua è una regia "ligia al dovere" senza ambizioni di sorta, se non quella di sfruttare al meglio il materiale umano a disposizione che in questo caso funziona a dovere, con Jason Sudeikis e Jennifer Aniston che trasmettono una buona alchimia e le due giovani nuove leve (Poulter e la Roberts) che caratterizzano efficacemente i rispettivi personaggi (il tonto e l'incasinata).

Il film di Thurber è anche un road-movie, in questo senso poco ispirato come la recente comedy Io sono tu e come quest'ultima privo di personaggi di supporto convincenti: sottoutilizzata la coppia in vacanza Nick Offerman/Kathryn Hahn, non pervenuti i narcotrafficanti Tomer Sisley/Matthew Willig, mentre quella di Ed Helms, star di Una notte da leoni, è una gentile e sfuggevole "partecipazione straordinaria".

Il film ha il pregio e al contempo il difetto di non osare più di tanto, ad una "sboccata" e sexy Jennifer Aniston fa da controcanto un Sudeikis divertente, ma oltremodo contenuto che si presta di volta in volta a supportare il partner di turno con una mimica ben rodata e guizzi da scafato caratterista.

In conclusione Come ti spaccio la famiglia raggiunge il suo scopo, quello di strappare la risata grassa e ampiamente goduta, certo l'evoluzione della trama all'insegna dell'edificante stona un po' con il contesto e soprattutto con il formato "unrated", ma alla fine ben si adatta ai singoli personaggi e al loro background. Insomma una godibile commedia che forse con un regista diverso poteva ambire a qualcosa di più, ma che d'altro canto poteva anche trasformarsi in un lungo e noioso viaggio senza meta, rischio quest'ultimo per fortuna scampato.

Voto di Pietro: 6,5

Come ti spaccio la famiglia (Commedia / USA 2013) Un film di Rawson Marshall Thurber. Con Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Emma Roberts, Nick Offerman, Kathryn Hahn, Ed Helms, Will Poulter, Molly C. Quinn, Thomas Lennon, Mark L. Young, Laura-Leigh, Matthew Willig, Tomer Sisley, Tait Fletcher, Vickie Eng, Meredith Jackson, Kelly Lintz, Chelsea Reba. Nelle sale dal 12 settembre 2013. Qui trovate il trailer italiano del film.

  • shares
  • Mail