World War Z 2: Brad Pitt apre al sequel

Da flop annunciato a clamoroso successo. World War Z ha fatto furore in sala, tanto da meritarsi un capitolo 2

Sembrava dovesse essere uno dei flop 'certi' dell'estate, e invece si è tramutato in un clamoroso ed impensabile successo. World War Z di Marc Foster ha infatti incassato la bellezza di 536,344,000 euro, dopo esserne costati poco meno di 200. Un'enormità, a causa di problemi produttivi, scene rigirate, post-produzione infinita e a quanto pare non pochi 'litigi' con il regista, ma Brad Pitt, suo protagonista nonché produttore, ci aveva visto giusto.

Perché il titolo Paramount, inizialmente pensato come una trilogia, potrà continuare a vivere, sfornando almeno un sequel. Intercettato al Festival di Toronto da Variety, il divo ha sottolineato che...


"Stiamo certamente parlando di questo, è vero. Abbiamo tante idee sul tavolo da quando abbiamo iniziare a sviluppare questa cosa, cercando di capire come lavorare su un mondo di zombie. Abbiamo così tante idee e tante informazioni, pensiamo di avere davvero un sacco di roba. Stiamo facendo del nostro meglio e vedremo cosa tireremo fuori da tutto questo".

Tralasciando tempistiche, annunci più o meno ufficiali, casting e cabina di regia, che al 99% cambierà, World War Z 2 si farà. Questo è poco ma sicuro. La speranza, a detta di uno che non ha particolarmente amato il primo capitolo, è che Pitt si ricordi del genere che andrà nuovamente a trattare, puntando con serenità a quel R-Rated in questo caso volutamente evitato, tanto da non mostrare una goccia di sangue nell'arco dell'intera opera. Meno demenzialità e più 'horror', anche per 'rispetto' nei confronti dei 'povero zombie', sarebbe cosa gradita.

Fonte: comingsoon.net

  • shares
  • Mail