• Film

Kevin Smith dirige Tusk, Tarantino rifiuta una parte nel film

Non si conoscono i particolari ma la trama del film sarà basata su uno scienziato pazzo che trasforma un uomo in un mostruoso tricheco…

E’ conosciuto dai più per il personaggio di Silent Bob, il rapper silenzioso di Clerks, suo geniale film d’esordio: era il 1994 e Kevin Smith dovette impegnare la collezione di fumetti per girarlo. Ormai sono passati vent’anni ed è un regista affermato con più di dieci pellicole alle spalle e molti progetti per il futuro.

Tra questi, oltre al terzo capitolo di Clerks, c’è anche Tusk, un horror di ambientazione fantascientifica che vedrà come protagonisti Justin Long (Die Hard – Vivere o morire) e Michael Parks che ha già lavorato con Smith in Red State ma che è famoso in tutto il mondo per essere uno degli attori feticcio di Quentin Tarantino, che l’ha definito “il miglior attore vivente.”

E proprio Tarantino era stato contattato da Smith per recitare un ruolo (pare di detective), ma il regista di Django Unchained ha rifiutato, affermando di non vedere l’ora di vedere Tusk ma di non essere interessato a recitare in questo momento.

La trama, anche se si attendono maggiori dettagli, ricorda lontanamente quella di Frankestein o de La mosca: un uomo viene sottoposto da uno scienziato folle a un esperimento e si trasforma in un mostro per metà umano e per metà tricheco… La produzione è della Demarest Films, la stessa di Machete Kills.

I Video di Cineblog