• Film

Stasera in tv su Italia 1: “I soliti idioti – Il film”

Italia 1 stasera propone “I soliti idioti – Il film”, commedia del 2011 diretta da Enrico Lando e interpretata da Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli.

Cast e personaggi

Fabrizio Biggio: Gianluca De Ceglie, Gladiatore romano, Fabio, Patrik, Gianpietro, Gisella la commessa delle poste, mafioso russo
Francesco Mandelli: Ruggero De Ceglie, Senatore romano, Alexio, Fabio, Marialuce, Sebastiano il motociclista, mafioso russo
M?d?lina Diana Ghenea: Messalina, Irina Tjianchikova
Miriam Leone: Giornalista tv
Valeria Bilello: Ragazza del bordello
Giordano De Plano: Automobilista
Marco Foschi: Remo
Gian Marco Tognazzi: Avv. De Peverelli
Elisabetta De Palo: Marika
Mao: se stesso
Maurizia Cacciatori: comparsa
Yuri Zarabini: Assistente redattore
Cristina Del Basso: Erica
Rocco Tanica: Il cxxxo del pipole
Alberto Ferrari: amico di Sebastiano
Roberta Sammarelli: amico di Sebastiano
Luca Ferrari: amico di Sebastiano
Francesco Sarcina: Fregone
Ons Ben Raies: Sazir

La trama

Per Gianluca, un trentenne che vive ancora con il padre, è arrivato il grande giorno: sta infatti per sposarsi con Fabiana, la sua fidanzata di sempre. Tutto è pronto, ma il padre di Gianluca, Ruggero, un imprenditore romano un po’ sopra le righe, non può accettare che il figlio si sposi (soprattutto con Fabiana) senza prima avergli dimostrato di essere un vero uomo… Ed essere un vero uomo, per lui, vuol dire riuscire a conquistare una vera donna, la più bella, la modella della linea di intimo “Smutandissimi”.

Così il padre, invece di accompagnare il figlio in Chiesa, lo trascina con l’inganno fino a Roma dove potranno incontrare la bellissima “Smutandissima”. Parallelamente a quella di Ruggero e Gianluca, seguiamo le vicende di altri personaggi: la coppia gay convinta di poter avere un figlio in modo naturale, la coppia di perbenisti borghesi che fa di tutto per apparire priva di pregiudizi, il povero Sebastiano che lotta con la postina. Attraverso questi personaggi il film racconterà vizi e virtù dell’Italia di oggi.

Il nostro commento

L’accoppiata Mandelli / Biggio, supportata dal medesimo regista e cast tecnico della serie tv, mette in scena un vero e proprio road-movie in stile Tre uomini e una gamba, che vede protagonisti principali Ruggero e Gianluca De Ceglie (Mandelli e Biggio), con il primo che si da al turpiloquio libero, di un truce che farebbe impallidire anche due re del trash trasteverino come Tomas Milian e Bombolo, mentre il secondo funge da spalla e si becca ogni improperio lanciatogli contro, scatenando la risata grassa, quella più bassa, ma anche quella più liberatoria: avete presente quella dei tempi della scuola, con il compagno di classe sboccato e buffone che faceva divertire la classe con battutacce e rutti? Ecco il livello è esattamente quello.

Premesso doverosamente ciò, non possiamo però nasconderci dietro a un dito, gridare allo scandalo e far finta che il film non sfrutti dei meccanismi che alla fine hanno il loro effetto esilarante per quanto greve esso sia. Il film del duo Mandelli / Biggio ha di certo la capacità intrinseca di far rizzare i capelli in testa agli snob ad oltranza (“mamma mia che ovvove!”), ma non si può nascondere il fatto che il canonico canovaccio nazional-popolare all’insegna del pecoreccio andante, quello che ha fatto la fortuna dell’ex coppia Boldi / De Sica tanto per intenderci, l’aria da sfottò andante, il make-up volutamente posticcio e la recitazione ai minimi termini, tutta questa leggerezza all’insegna del “cazzeggio” tout court alla fine funziona e strappa la risata in maniera quasi imbarazzante.

Purtroppo tutto si limita ai due protagonisti della trama principale, con i personaggi di contorno oltremodo deboli che alla fine rappresentano niente di più che un mero riempitivo, gli unici che lasciano qualche traccia di sé grazie ai “fumettosi” numeri musicali sono la coppia gay, che però se paragonata al devastante “Bruno” di Sacha Baron Coen (quello si che è vero “politicamente scorretto”), diventano poco più che simpatiche macchiette.

Da segnalare che dopo il successo di questo primo film è arrivato anche un sequel che ha messo in mostra tutti i limiti di un’operazione del genere, un secondo film confusionario, senza un minimo di verve e buttato li tanto per far cassa, così alla fine il tanto decantato “fenomeno sociale” ha finito per essere ridimensionato.

Curiosità

– Il film arriva dopo il successo ottenuto con le tre serie dell’omonima sketch comedy televisiva e un tour teatrale da tutto esaurito.

– Il cast include in ruoli minori il cantante Francesco Sarcina de Le Vibrazioni e il musicista Rocco Tanica di Elio e le Storie Tese.

– La preparazione del trucco a base di colle chirurgiche e solventi per il personaggio di Ruggero De Ceglie dura 4 ore e mezza. Durante le riprese Francesco Mandelli si è sottoposto a più di venti sessioni di trucco, talvolta anche notturne.

– Il film ha incassato complessivamente 10.516.000€

La colonna sonora

– Le musiche originali del film sono di Fabrizio Biggio, Francesco Mandelli, Martino Ferro, Gaetano Cappa e Dino Lenny.

1. E’ normale
2. Omosessuale
3. Spacco Tutto feat. club Dogo
4. Non la voglio un’altra feat. Bad Love Experience
5. Non lo so feat. Roots reggae dance
6. A me mi da fastidio
7. Un figlio sarà
8. La casalina
9. Buongiorno
10. Itaglia itaglia
11. Buongiorno reprise

Clip e video