Un Torino Film Festival da urlo!

Fosse per me, io il 10 novembre prendo il primo treno e son già a Torino. Il perchè è semplice: il Torino Film Festival numero 24 si prospetta spettacolare. Un full immersion, dal 10 al 18 novembre, dentro piaceri forti fra registi di culto, tra retrospettive ed omaggi, ma soprattutto tra succulenti e straordinarie anteprime.

Fosse per me, io il 10 novembre prendo il primo treno e son già a Torino. Il perchè è semplice: il Torino Film Festival numero 24 si prospetta spettacolare. Un full immersion, dal 10 al 18 novembre, dentro piaceri forti fra registi di culto, tra retrospettive ed omaggi, ma soprattutto tra succulenti e straordinarie anteprime.
Vediamo assieme in breve quali sono queste pellicole attesissime.

In prima internazionale ci sarà Broken Trail del mitico Walter Hill (a cui il festival dedica la seconda parte della retrospettiva iniziata l’anno scorso), e in prima mondiale si potrà assistere a Le fiamme del paradiso di Luciano Emmer.
Viene presentato poi in anteprima europea il nuovo film di Werner Herzog, ossia Rescue Dawn. E per la prima volta in Italia l’attesissimo Marie-Antoniette di Sofia Coppola, dopo essere stato all’ultimo Festival di Cannes.

Altre tre grandi visioni per i cinefili più appassionati: El laberinto del fauno (Pan’s Labyrinth) di Guillermo Del Toro, Election 2 di Johnny To (il primo capitolo fu presentato l’anno scorso al TFF) e Bug che segna il ritorno di William Friedkin.

Grandissima anteprima è anche il film che aprirà questa edizione del TFF: Flags of our Fathers di Clint Eastwood, il primo del “doppio film” sull’episodio di Iwo Jima nella Seconda Guerra Mondiale.

I fan dell’horror possono godere nell’apprendere che ritornano i maestri del terrore con la serie Masters of Horror 2, dopo il successo della prima serie l’anno scorso (mi ricordo quando mi vidi Jenifer, è da lì che ho amato il TFF!): verranno presentati gli episodi di John Carpenter (Pro-Life), di John Landis (Family), Joe Dante (The Screwfly Solution), Dario Argento (Pelts), Mick Garris (Valerie on the stairs) e Brad Anderson (Sounds Like).

Per sapere meglio tutti i titoli dei film cliccate sul link.

I Video di Cineblog