Fast and Furious 7: Paul Walker NON morirà - Bryan O'Conner andrà in pensione

Nessuna morte sul grande schermo ma un semplice 'pensionamento'. Bryan O'Conner saluterà così Fast and Furious 7?

Una riscrittura tutt'altro che semplice. Da settimane James Wan è al lavoro per rimettere mano allo script di Fast and Furious 7, rinviato al 10 aprile del 2015 dalla Universal dopo la morte choc di Paul Walker. Un decesso che ha frenato la produzione esattamente a metà delle riprese, con molte scene del divo girate e tante altre ancora da dover realizzare.

Lo studio farà di tutto per 'onorare' la performance dell'attore, tanto da montare all'interno della pellicola le sue ultime immagini, ma senza uccidere il mitico Bryan O'Conner, co-protagonista dal primo capitolo del franchise. L'Hollywood Reporter ha infatti riportato l'indiscrezione che O'Conner non morirà sul grande schermo ma andrà semplicemente 'in pensione'. Il 'come' tutto ciò potrà diventare credibile lo scopriremo solo una volta in sala, ma lo spettatore medio non dovrà rivivere il decesso choc di Walker.

D'altronde il personaggio di Brian ha sempre fatto parte della saga, insieme al Toretto di Diesel, avendo 'saltato' solo il pessimo e presto dimenticato Tokyo Drift, che nel 2006 vide in scena Lucas Black e Bow Wow. In Fast & Furious 7, lo ricordiamo, si faranno spazio anche Dwayne Johnson, Jason Statham, Tyrese Gibson, Tony Jaa, Kurt Russell, Nathalie Emmanuel, Djimon Hounsou, Lucas Black e John Brotherton, per un miliardario franchise che potrebbe andare incontro alla parola fine una volta per tutte. A meno che nel 2015, con un più che probabile boom al botteghino e un ormai digerito 'lutto', la Universal non decida di proseguire. Verso l'infinito e oltre.

Fonte: Comingsoon.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: