Un documentario sui vulcani e due biopic in vista per Werner Herzog

Un documentario sui vulcani e due biopic in vista per Werner Herzog

Non è che Werner Herzog sia un tipo che se ne sta proprio tranquillo, e questo lo abbiamo imparato nel corso della sua carriera: lo ha confermato anche nell'ultimo periodo, grazie a tantissimi film diretti, tra documentari e lungometraggi di fiction. Ci piace anche per quello: e se critica e pubblico si è divisa sui suoi ultimi film a soggetto (Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans e My Son, My Son, What Have Ye Done: entrambi in concorso a Venezia 66), non ci possono essere dubbi sulla qualità e l'importanza dei suoi progetti documentaristici.

Tra i pochi che abbiano davvero dato un senso al 3D grazie a Cave of Forgotten Dreams, e dopo aver toccato uno dei suoi vertici con il dolorosissimo Into the Abyss, Herzog sta per tornare dietro la macchina da presa. Innanzitutto c'è un film che vorrebbe girare già da un po': si tratta di Queen Of The Desert, biopic incentrato su Gertrude Bell (archeologa, politica, scrittrice e agente segreto britannica), interpretata da Naomi Watts, da girare nel deserto arabico. Ma mentre cerca di trovare i finanziamenti per la produzione, pensa già a due altri film.

Il primo è un nuovo biopic, incentrato questa volta sulla figura di Helmut Newton, fotografo tedesco di moda scomparso nel 2004: i suoi scatti sono stati pubblicati in numerose riviste come Vogue, Elle, GQ, Vanity Fair, Max e Marie Claire. Il secondo è invece un documentario sui vulcani da girare in IMAX:

Potrei fare qualcosa sui vulcani prossimamente, un documentario essenziale. Sono diventato amico di un grande vulcanologo della Cambridge University chiamato Clive Oppenheimer. Ha scritto un libro meraviglioso intitolato "Eruptions that Shook the World" ["Eruzioni che hanno scosso il mondo"] sugli eventi catastrofici del passato, alcuni dei quali hanno quasi spazzato via l'essere umano.

Fonte: Screen Daily - Foto: TM News

  • shares
  • Mail