Stasera in Tv, A proposito di Schmidt, su Rai 3

Nel vano tentativo di impedire a sua figlia di sposare un inetto e legarsi per la vita a una famiglia non all’altezza, Warren si scontra con la futura suocera in un esilarante susseguirsi di situazioni imbarazzanti che sconvolgeranno la vita quotidiana di tutti.

A PROPOSITO DI SCHMIDT

Faccia da canaglia e sguardo sornione, l'istrione Jack Nicholson ci ha abituato da tempo a personaggi sopra le righe che si sono meritati tre Oscar. E in questa commedia dolce-amara sembra totalmente a suo agio nei panni di un tragico ed esilarante eroe sul viale del tramonto.
Premiato con due Golden Globe (miglior attore e miglior sceneggiatura) e liberamente ispirato al racconto About Schmidt di Louis Begley, il film è stato girato nel 2002 da Alexander Payne, regista e produttore non nuovo alle commedie graffianti e scorrette come nel caso di Sideways – In viaggio con Jack che ha decretato il successo assoluto di Paul Giamatti.

Warren Schmidt è un ultra sessantenne cinico e misantropo che dopo una vita scialba scandita solo dal lavoro di assicuratore a Omaha, nel Nebraska, va in pensione e deve quindi imparare a organizzarsi una sconosciuta e vuota quotidianità. Con quarantadue anni di matrimonio alle spalle è anche il momento giusto per fare una profonda revisione del rapporto con la moglie Helen (June Squibb) e di quello con Jeannie (Hope Davis), la sua unica figlia, diventata ormai una perfetta estranea.

Con lo scopo di impedire il matrimonio di quest’ultima, Warren si reca a Denver per affrontare la famiglia del futuro genero e con malcelato sarcasmo dà il via allo scompiglio e a situazioni che mettono tutti in imbarazzo. Del resto non ha tutti i torti: Randall (Dermot Mulroney) è un ragazzo assolutamente privo di qualità e sua madre (Kathy Bates), saccente e rozza, è incapace di stare lontana dagli affari privati di suo figlio. Lo scontro tra Warren e Roberta Hertzel è inevitabile e nessuno dei due risparmia all’altro colpi bassi che diventano presto l’ingrediente base di una guerra spassosa all’interno delle pareti domestiche.

Ovviamente nulla andrà secondo i piani e una trasferta che doveva essere risolutiva si trasforma in un bizzarro viaggio attraverso gli States durante il quale Warren scoprirà molte cose su di sé e sulla vita stessa. Già nel ruolo di uno scrittore dai modi insopportabili che cambia di fronte all’amore e alla vita, Jack Nicholson si era meritato un Oscar in Qualcosa è cambiato del ’97 e con questa commedia torna in qualche modo al tema, ma aggiungendo un’ironia a tratti struggente che lascia sicuramente il segno.

Cast


Jack Nicholson – Warren Schmidt
Kathy Bates - Roberta Hertzel
Hope Davis - Jeannie Schmidt
Dermot Mulroney - Randall Hertzel
June Squibb - Helen Schmidt
Howard Hesseman - Larry Hertzel

  • shares
  • Mail