Re della terra selvaggia: il trailer italiano di Beasts of the Southern Wild

Animali preistorici, temperature caldissime, una bimba alla scoperta dell’universo: scopri tutto sul vincitore del Sundance 2012.

Esce il 7 febbraio il film rivelazione Beasts of the Southern Wild, in Italia tradotto con Re della terra selvaggia. Cineblog l’ha già visto a Cannes l’anno scorso e se ne è innamorato quindi vi consigliamo di non perderlo. Vediamo la trama ufficiale:

Hushpuppy è una bambina di sei anni che vive con Wink, papà severo ma affettuoso, nella comunità soprannominata Bathtub (La Grande Vasca), una zona paludosa di un delta del Sud americano. Wink, che ha contratto una grave malattia, sta preparando Hushpuppy a vivere in un mondo dove non ci sarà più lui a proteggerla. Inoltre la Grande Vasca è alla vigilia di una catastrofe di epiche proporzioni: gli equilibri naturali si infrangono, i ghiacci si sciolgono ed arrivano gli Aurochs, misteriose creature preistoriche. A Hushpuppy non resta che cercare di sopravvivere e mettersi alla ricerca della madre, che per lei è solo un vago ricordo…

Alla regia c’è Benh Zeitlin, nel cast Quvenzhané Wallis (nel ruolo di Hushpuppy), Dwight Henry, Jonshel Alexander, Marilyn Barbarin, Kaliana Brower, Joseph Brown, Nicholas Clark, Henry D. Coleman, Levy Easterly, Pamela Harper, Kendra Harris. Il film è candidato a 4 Premi Oscar: film, regia, miglior attrice protagonista (la piccola Quvenzhané Wallis) e Miglior sceneggiatura non originale. Ecco qui sopra il trailer italiano, dopo il salto quello originale e qui uno speciale sulla colonna sonora.

Oscar 2013: Beasts of the Southern Wild diventa Re della terra selvaggia per l’Italia

Post del 10 gennaio 2013: Miglior Film, Regia, Sceneggiatura, e Migliore Attrice Protagonista (la piccola Quvenzhané Wallis, che ha solo 9 anni ed è entrata nella storia dell’Academy come la più giovane nominata di sempre). Tra le nomination a sorpresa agli Oscar 2013 si fa sentire Beasts of the Southern Wild, film trionfatore all’ultimo Sundance e diretto da un giovane esordiente, Benh Zeitlin, riuscito a scippare il posto a Quentin Tarantino e alla Bigelow nella categoria dedicata alla regia.

In sala a febbraio grazie alla Satine Film, la pellicola cambierà titolo per i cinema nostrani, diventando inspiegabilmente Re della terra selvaggia. Quando la protagonista del film, incredibile ma vero, è una ragazzina? Misteri della distribuzione tricolore, a cui siamo ormai purtroppo tristemente abituati.

«Questi riconoscimenti hanno anche un valore simbolico molto importante perché dimostrano che il talento e la creatività possono avere la meglio sui grandi budget produttivi e rappresentano un incoraggiamento per tutti i giovani filmakers».

Queste le prime parole post nomination di Claudia Bedogni della Satine Film, per uno dei titoli più attesi e premiati della stagione. Ormai davvero dietro l’angolo. Con (osceno) titolo italiano annesso. Ma questa è un’altra storia…

Beasts of the Southern Wild: arriva a febbraio in Italia il film più premiato del 2012


Premiato al Sundance, visto anche al Festival di Cannes, e da noi già recensito in anteprima, Beasts of the Southern Wild è innegabilmente il film sorpresa di questo 2012. Acquistata per l’Italia da Claudia Bedogni, la pellicola uscirà in sala a febbraio distribuito dalla Satine Film.

Diretto da Benh Zeitlin, giovane regista al suo esordio, con protagonista la piccola protagonista di soli 5 anni Quvenzhané Wallis, nel ruolo di Hushpuppy, «Beasts of the Southern Wild» racconta la storia di Hushpuppy, una bambina di cinque anni che vive con Wink, papà severo ma affettuoso, nella comunità soprannominata Bathtub (La Grande Vasca), una zona paludosa di un delta del Sud americano. Wink, che ha contratto una grave malattia, sta preparando Hushpuppy a vivere in un mondo dove non ci sará piú lui a proteggerla. Inoltre il Bathtub è alla vigilia di una catastrofe di epiche proporzioni: gli equilibri naturali si infrangono, i ghiacci si sciolgono ed arrivano gli Aurochs, misteriose creature preistoriche. A Hushpuppy non resta che cercare di sopravvivere e di mettersi alla ricerca della madre, che per lei è solo un vago ricordo.

Guardare questo film è come essere trasportati da un ritmo irresistibile, commossi da una melodia profondamente familiare anche se si è certi di non aver mai ascoltato nulla del genere prima.”, ha tuonato il New York Times; “Un debutto straordinario, una parabola emozionante che riscuoterá un indubbio successo da parte della critica e di quanti amano il cinema“, ha continuato Variety; “Un film eccezionale. Rimarrà impresso per sempre come un film magico“, ha concluso il The Guardian, per quello che verrà ricordato come il titolo più premiato del 2012.

Cannes 2012: Beasts of the Southern Wild – Trailer, locandina e foto del vincitore del Sundance

La tradizione degli indie americani “sudisti” potrebbe fare quasi un genere a sé, codificato definitivamente negli anni 2000, a partire da George Washington di David Gordon Green. Beasts of the Southern Wild sembra inserirsi perfettamente in questa (nuova) tradizione, i cui ultimi esempi da noi visionati (al TFF) sono gli ottimi The Dynamiter e Jess + Moss.

Opera prima del giovanissimo Benh Zeitlin, dopo un paio di cortometraggi, Beasts of the Southern Wild è stato acclamato all’ultimo Sundance, dove ha vinto nella sezione americana di fiction. Al 65. Festival di Cannes è stato selezionato nell’Un Certain Regard, e in molti sono pronti a scommettere che questa pellicola poetica, “mistica” ed evocativa possa uscirne di nuovo vincitrice. Del resto non ne avrebbe comunque bisogno: farà già un bel giro per i festival, alcuni già confermati (Los Angeles e Seattle), e uscirà in patria il 27 giugno grazie alla Fox Searchlight.

Beasts of the Southern Wild narra la storia di Hushpuppy, una bambina di sei anni che vive con il padre Wink nella comunità soprannominata Bathtub (vasca da bagno), su un delta del sud. Wink, severo ma affettuoso nei confronti della figlia, la prepara a vivere nell’universo, prima che lui non ci sia più a proteggerla. Ad un certo punto Wink prende una misteriosa malattia, le temperature si impennano, il ghiaccio si scioglie e viene scoperto un gruppo di creature preistoriche: gli uri, antenati estinti dei bovini. Le acque si alzano, gli uri arrivano, la salute di Wink sbiadisce: ed Hushpuppy parte quindi alla ricerca di sua madre, di cui ha perso le tracce…

Qui sopra potete vedere il trailer, mentre nella nostra gallery trovate la locandina e alcune foto del film.

Beasts of the Southern Wild: locandina e foto
Beasts of the Southern Wild: locandina e foto
Beasts of the Southern Wild: locandina e foto
Beasts of the Southern Wild: locandina e foto
Beasts of the Southern Wild: locandina e foto

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →