• Film

La Marvel guarda al futuro: pianificati film fino al 2028

28 film Marvel in 14 anni. Parola di Kevin Feige

Nel giro di un lustro hanno creato un Impero mastodontico e non hanno nessuna intenzione di fermarsi. Perché la pianificazione è tutto, soprattutto se ti chiami Marvel. Già nel 2006, quando lo studios diede vita ad Iron Man, i programmi futuri prevedevano Thor, Captain America ed ovviamente The Avengers. Solo la doppia esperienza Hulk è stata fallimentare, per poi brindare ai clamorosi successi in grado di ‘crescere’ nel corso degli anni. Con una Fase 3 ormai in vita, e la doppietta Thor 2 – Captain America 2 già data in pasto ai fan dei cinefumetti, Kevin Feige guarda al futuro. E attenzione perché non stiamo parlando degli annunciati Ant-Man, Guardians of the galaxy, Captain America 3, The Avengers 2, The Avengers 3 e il più che probabile film dedicato a Dr. Strange, ma a tanti, tantissimi altri titoli.

Feige ha infatti confidato di avere pianificato e tracciato i prossimi film dello studios fino al 2028. 14 anni di progetti già ‘arruolati’ e pronti a partire, con due uscite all’anno (diverse tra di loro) e senza ovviamente andare ad incontrare tutti quei personaggi Marvel che appartengono ad altre major, vedi X-Men (Fox) e Spiderman (Sony). Nel caso in cui l’imminente Guardians of the galaxy (in uscita in Italia solo ad ottobre) dovesse fare cassa, ad esempio, potrebbero sorgere almeno un paio di spin-off legati ai suoi tanti personaggi (Star-Lord, Gamora, Drax, Groot e Rocket Raccoon), senza poi dimenticare eventuali capitoli legati a Quicksilver e Scarlet Witch, interpretati da Aaron Taylor-Johnson ed Elizabeth Olsen in Avengers: Age of Ultron e di fatto ‘divisi’ con i mutanti della concorrenza.

Impossibile inoltre non considerare il secondo reboot legato all’Incredibile Hulk, in quest’occasione interpretato da Mark Ruffalo, così come quelli ipotetici firmati Occhio di Falco e Vedova Nera. Il box office, d’altronde, parla Marvel da due anni a questa parte. Nel 2012 il dominio di The Avengers con 1,518,594,910 dollari incassati, mentre nel 2013 l’inimmaginabile boom di Iron Man 3 con 1,215,439,994 dollari, altro primatista di stagione e con Thor 2 decimo a quota 644,735,559 dollari. Anche il 2014, neanche a dirlo, è partito a razzo con Captain America: The Winter Soldier, in grado di incassare 95,383,000 dollari fuori dagli Usa in pochi giorni di programmazione. Insomma, se in casa DC Comics faticano ad andare oltre Batman e Superman, tanto dall’averli uniti in un rischiosissimo crossover, la concorrenza pianifica e guarda avanti.

Fonte: HollywoodReporter

I Video di Cineblog