The Good Lie: trailer e poster del dramma con Reese Witherspoon

The Good Lie: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Philippe Falardeau nei cinema americani dal 3 ottobre 2014.

Disponibili un primo trailer e un poster di The Good Lie, il nuovo dramma con protagonista Reese Witherspoon nei panni di una donna americana che viene assegnata a tre rifugiati sudanesi (alcuni dei “bambini perduti del Sudan”) per aiutarli a trasferirsi negli Stati Uniti.

Alla regia troviamo il canadese Philippe Falardeau che ha ricevuto recensioni entusiastiche per il suo ultimo lungometraggio, il toccante dramma Monsieur Lazhar (candidato all’Oscar come miglior film straniero), mentre il team produttivo del film include Brian Grazer, Ron Howard e Molly Smith, quest’ultima già produttore esecutivo del biopic sportivo “The Blind Side”.

Materiale umano ed emotivo non facile da maneggiare quello dell’odissea dei bambini perduti del Sudan, ma la peculiare scelta di un regista come Falardeau ci fa davvero ben sperare.

Il cast include anche Arnold Oceng, Ger Duany, Emmanuel Jal, Nyakuoth Weil e Corey Stoll.

La trama ufficiale:

Erano conosciuti semplicemente come “bambini perduti”. Orfani della brutale guerra civile in Sudan che ha avuto inizio nel 1983, queste giovani vittime viaggiavano per miglaia di chilometri a piedi in cerca di un rifugio sicuro. Quindici anni dopo, uno sforzo umanitario avrebbe portato 3600 ragazzi e ragazze in America. In “The Good Lie” Philippe Falardeau (sceneggiatore e regista del film candidato al premio Oscar “Monsieur Lazhar”) porta la storia della loro sopravvivenza e del loro trionfante ritorno alla vita. Gli attori sudanesi Arnold Oceng, Ger Duany, Emmanuel Jal e l’esordiente Nyakuoth Weil, molti dei quali hanno vissuto in prima persona la guerra, recitano al fianco di Corey Stoll e dell’attrice premio Oscar Reese Witherspoon.

The Good Lie trailer e poster del dramma con Reese Witherspoon (1)

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →