• Film

Stasera in tv su Canale 5: “Lezioni di cioccolato” con Luca Argentero

Canale 5 stasera propone “Lezioni di cioccolato”, commedia del 2007 diretta da Claudio Cupellini e interpretata da Luca Argentero, Violante Placido e Neri Marcorè.

Cast e personaggi

Luca Argentero: Mattia Cavedoni
Violante Placido: Cecilia
Hassan Shapi: Kamal
Neri Marcorè: Maestro
Francesco Pannofino: Luigi
Monica Scattini: Letizia
Ivano Marescotti: Ugolini
Vito: Osvaldo

La trama

Mattia (Luca Argentero), geometra ambizioso e senza scrupoli, vive e lavora seguendo un unico imperativo: “qualità al minor costo”. E dunque: molti sotterfugi in affari e in amore, estrema superficialità negli atteggiamenti. Ma l’incidente sul cantiere del suo operaio in nero Kamal (Hassani Shapi) lo costringerà ad accettare un’improbabile proposta e a rivedere le sue convinzioni in modo radicale.

Da quel momento, infatti, Mattia diventa anche Kamal e si iscrive ad un corso per aspiranti cioccolatieri, senza però tralasciare i suoi impegni nell’edilizia. Il corso, organizzato da una grande azienda dolciaria, lo vedrà cimentarsi con il cioccolato insieme ad altri gourmet dilettanti ma già esperti che, sotto la guida di un Maestro d’Arte Cioccolatiera (Neri Marcoré), impareranno a inventare cioccolatini. A darsi battaglia il superbo siciliano Corrado (Josefia Forli), il burbero veneto Milo (Matteo Oleotto), la zitella d’assalto Letizia (Monica Scattini), il vulcanico Luigi (Francesco Pannofino).

Per l’inesperto Mattia, che non fa che combinare un disastro dietro l’altro, è l’inizio di un incubo ma anche la scoperta di un imprevedibile lato di sé. A rivelargli i segreti del cioccolato e di se stesso ci penserà Cecilia (Violante Placido), un’affascinante e un po’ bizzarra prima della classe.

Tra ricette e preventivi, temperaggi ed equivoci, Mattia si lascerà sedurre dal cioccolato e….dall’amore

Il nostro commento

Stasera in tv su Canale 5 Lezioni di cioccolato con Luca Argentero (5)

Godibile variazione “made in Italy” sul tema romance-culinario di stampo cinematografico, vedi il Sapori e dissapori con la coppia Catherine Zeta-Jones e Aaron Eckhart o il Ricette d’amore con Sergio Castellitto e Martina Gedeck.

Il regista Claudio Cupellini aggiunge al mix un messaggio di fondo veicolato con il sorriso che pone l’accento sulla piaga del lavoro nero e dello sfruttamento dei lavoratori extracomunitari.

Cupellini riesce così a sfruttare al meglio il materiale umano a disposizione e dona alla messinscena una leggerezza davvero invidiabile che conquista sequenza dopo sequenza, amalgamando con dovizia un cast su cui spiccano un credibile Luca Argentero, ma soprattutto uno spassoso Hassan Shapi che caratterizza, senza eccedere mai nella parodia, un personaggio con tempi comici da manuale.

Note di regia

Stasera in tv su Canale 5 Lezioni di cioccolato con Luca Argentero (1)

Tutto nasce sempre da un incontro fortunato. Nel caso di “Lezioni di Cioccolato”, almeno, le cose sono nate così. Avevo appena terminato di lavorare a “4-4-2” ed ero alla ricerca di una nuova commedia sulla quale mettermi al lavoro, una storia che mi conquistasse e, allo stesso tempo, mi permettesse di esordire sulla lunga distanza, quella dell’agognato primo lungometraggio.

L’incontro è avvenuto a Roma, poco prima di Natale, ed è arrivato come un regalo insperato, sotto forma di una telefonata da parte di Cattleya che, avendo visto alcuni miei lavori precedenti, era curiosa di conoscermi. Da lì tutto è poi andato avanti come piace a me, ovvero come un treno lanciato alla massima velocità, senza troppe stazioni intermedie: a giugno, dopo aver fatto quadrare a puntino la storia insieme allo sceneggiatore del film, Fabio Bonifacci, eravamo pronti per iniziare le riprese. In quei mesi avevamo anche fatto numerosi provini, uno dei momenti più entusiasmanti ed intensi nella genesi di questo film. Luca Argentero è stato Mattia dal primo istante in cui ci siamo incontrati. Il suo amore nei confronti di questo film è stato lo stesso che provavo io, si è subito immedesimato nella parte e ha sbaragliato concorrenze anche più blasonate, ma la cosa più stupefacente è stato scoprire quanto preziosa fosse la sua presenza anche dal punto di vista creativo: ho lasciato che Luca suggerisse, scavasse, indossasse questo personaggio, talvolta anche “piegandolo” un po’ alla sua personalità in modo da renderlo ancora più vero e, quindi, divertente.

I problemi riguardavano solo il personaggio di Kamal, il manovale egiziano che da il “la” a tutta la storia. Abbiamo setacciato tutte le agenzie di casting italiane, ci siamo rivolti in Francia, in Egitto e in gran parte del nord Africa: nulla. Quello è stato il momento forse più difficile, perché il ruolo di Kamal era allo stesso tempo il più divertente ed il più delicato. Già avrei dovuto lavorare con molti attori, e il nostro Kamal sarebbe stato un attore straniero, forse con poca padronanza della lingua, con la grande responsabilità di reggere un ruolo fortemente comico. Anche in questo caso la fortuna e la testardaggine ci hanno aiutato, e in nostro soccorso si è materializzato Hassani Shapi, uno dei più bravi e brillanti attori che io abbia mai visto al lavoro. Con gli altri personaggi eravamo estremamente tranquilli: c’è poco da aver paura quando lavori con Neri Marcorè o con un’attrice che ha il nitrato d’argento addosso, Violante Placido.

Sul set abbiamo lavorato di conseguenza: se prima eravamo un treno a tutta velocità, ora che il film era partito, era come se avessimo deciso tutti insieme di staccare i freni e lanciarci in discesa per i due mesi che ci avrebbero visti lavorare fianco a fianco con lo stesso obiettivo: creare qualcosa di cui tutti ci sentissimo allo stesso tempo responsabili ed orgogliosi. Il film che abbiamo prodotto rispecchia tutto l’impegno e l’amore che abbiamo speso durante la preparazione e le riprese: ne è nata una commedia sincera dove, attraverso il sorriso e situazioni sempre più paradossali e divertenti, siamo riusciti a raccontare, come nella migliore tradizione della nostra commedia, il percorso di maturazione di un simpatico cialtrone: Mattia, confrontandosi con il suo operaio Kamal e con la bella e severa Cecilia, sarà costretto a riconsiderare tutte le false certezze che si era cinicamente costruito durante gli anni. Il cioccolato ha fatto il resto: grazie alla sua bontà, al suo profumo e alla sua sinuosità. [Claudio Cupellini]

Curiosità

Stasera in tv su Canale 5 Lezioni di cioccolato con Luca Argentero (4)

La Scuola del Cioccolato Perugina, una delle location del film:

Nasce a Perugia alla fine del 2004, presso lo stabilimento Perugina di San Sisto. La Scuola del Cioccolato Perugina è un luogo magico dove tutti gli appassionati di cioccolato possono ritrovarsi per scoprirne i segreti, per imparare ad utilizzarlo nel modo più corretto e fantasioso e per compiere un viaggio nel mondo dell’arte del gusto, un mondo che Perugina conosce e che vuole divulgare a tutti quelli che condividono la sua stessa passione. Questa Scuola è la prima in Italia aperta al pubblico e rappresenta la massima espressione dell’esperienza, della competenza e della creatività Perugina: gli Esperti Cioccolatieri Perugina fanno compiere ai partecipanti un percorso completo attraverso cultura, arte, gusto e benessere.

La Scuola del Cioccolato Perugina è dotata di 14 postazioni complete della strumentazione necessaria alla lavorazione di questo nobile elemento, cosicché ogni partecipante ai corsi potrà realizzare con le proprie mani dei piccoli capolavori di bellezza e di bontà.

In occasione del Centenario dell’azienda umbra, la Scuola del Cioccolato è stata rinnovata e resa ancora più accogliente per poter ospitare al meglio tutti coloro che vorranno partecipare ai classici corsi “Master in Cioccologia”, “Artista in Cioccologia” e “Degustatore in Cioccologia” e a quelli dedicati alle feste più importanti dell’anno quali il Natale, San Valentino, la Pasqua e la Festa della Mamma. Ma Perugina, per festeggiare il successo della Scuola e i suoi 100 anni di vita, ha realizzato anche dei corsi speciali e ad edizione limitata dedicati al Bacio, prodotto simbolo dell’azienda e ambasciatore nel mondo dell’arte del gusto tutta italiana, al cinema, per ricordare che proprio la Scuola del Cioccolato è stata il prestigioso palcoscenico del film “Lezioni di Cioccolato”.

La scuola piace: in tre anni sono stati più di 4500 i partecipanti agli oltre 300 corsi offerti. Sono uomini, donne, giovani, scuole, stranieri, tutti incuriositi dal pianeta cioccolato e tutti pronti a riconoscere l’autorevolezza dei Maestri Cioccolatieri Perugina che alla fine di ogni corso rilasciano un diploma di partecipazione, le ricette realizzate, un simpatico grembiule della Scuola del Cioccolato e permettono agli allievi di portare a casa le loro creazioni per poter condividere con la famiglia e con gli amici i loro successi!

LA PIRAMIDE DI KAMAL:

Ingredienti per ottenere circa 35 cioccolatini:

Panna liquida fresca…gr 65
Cioccolato bianco…gr 120
Polpa di datteri canditi…gr 100
Granella di nocciola…gr 50
Nocciole tostate intere…n° 35
Cioccolato da fondere…gr. 500

PROCEDIMENTO:

per la preparazione della ganache minuzzare con un coltello 100 grammi di datteri denocciolati.Mettere a bollire la panna con la polpa di datteri; appena arrivata ad ebollizione, togliere dal fuoco ed aggiungere il cioccolato bianco sminuzzato, maneggiando continuamente, fino ad ottenere una crema omogenea.

Aggiungere quindi la granella di nocciole e lasciare raffreddare a temperatura ambiente. A parte, sciogliere a bagnomaria il cioccolato da fondere e, una volta temperato a 31°C, versarlo in uno stampo per cioccolatini che abbia le forme di piramidi. Capovolgere lo stampo e lasciare solidificare: avremo così ottenuto i gusci dei cioccolatini. Poggiare all’interno dei gusci una nocciola intera e riempire quindi con la ganache precedentemente preparata fino a 2 mm dal bordo esterno.

Richiudere i cioccolatini con il Cioccolato Fondente temperato e lasciare cristallizzare il tutto a temperatura ambiente, o più velocemente in frigorifero. Togliere i cioccolatini dallo stampo e…degustare

La colonna sonora

Stasera in tv su Canale 5 Lezioni di cioccolato con Luca Argentero (3)

Le musiche originali del film sono del compositore Teho Teardo (La ragazza del lago, Il Divo, Il gioiellino, Diaz – Don’t Clean Up This Blood).

When Did Your Heart Go Missing? – Rooney:

Splendidamente pazza – Grandi Animali Marini:

La Poupee qui fait non – Michel Polnaref:

Clip e video

Stasera in tv su Canale 5 Lezioni di cioccolato con Luca Argentero (2)

I Video di Cineblog