Senza nessuna pietà: tre nuove clip e colonna sonora del film con Pierfrancesco Favino

Senza nessuna pietà: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico con Pierfrancesco Favino al cinema dall’11 settembre 2014.

di cuttv

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Disponibili 3 nuove clip per il dramma a tinte “crime” Senza nessuna pietà, esordio alla regia per l’attore Michele Alhaique la cui esperienza da regista include due cortometraggi: Chi decide cosa, da un racconto di Federico Mazzei, un viaggio onirico di un uomo che piange il tradimento della moglie e Il Torneo premiato con il Nastro d’Argento nel 2008 e che ha fruito di un ottimo riscontro internazionale.

Insieme alle clip vi segnaliamo anche un LINK dove è possibile ascoltare la colonna sonora del film composta da Luca Novelli e Pierre-Alexandre Yuksek Busson e a seguire trovate anche delle clip musicali con alcuni dei brani inseriti nella colonna sonora.

Clip 2 – Calmatevi:

Clip 3 – La porti tu:

NOTE DEL REGISTA SULLA COLONNA SONORA

Fin da prima dell’inizio delle riprese ho avuto la necessità di capire quale sarebbe stata la matrice sonora del film. Ricercavo da una parte un’atmosfera più strumentale e dall’altra un impianto elettronico. Ho deciso così di lavorare con due compositori molto diversi che potessero ampliare il mio immaginario e creare un “mondo musicale” che supportasse le immagini e gli stati d’animo dei protagonisti, ma che allo stesso tempo avesse una forza autonoma.

Luca Novelli e Pierre-Alexandre Yuksek Busson sono riusciti a creare una colonna sonora che trova la sua massima espressione nell’unione dei due mondi musicali: le armonie orchestrate da Luca e le atmosfere elettroniche di Yuksek si inseguono e si fondono creando una struttura musicale con una precisa identità.

Il lavoro del montatore del suono e del fonico di mix ha contribuito a rendere organico il suono diegetico con quello extradiegetico, tanto che in alcuni momenti gli ambienti e la musica sembrano quasi confondersi. Tra i brani di repertorio della colonna sonora abbiamo inserito altre partecipazioni eccellenti, un brano scritto e interpretato da Roberto Dell’Era, bassista degli Afterhours, “OGNI COSA UNA VOLTA”, un brano del cantautore Irlandese James Vincent Mc Morrow “HEAR THE NOISE THAT MOVES SO SOFT AND LOW”, “ROMA CRUDA” di Er Piotta, e “GIVE YOU UP” di Lauren Crayon.

Roberto Dell’Era – Ogni cosa una volta:

James Vincent McMorrow – Hear the noise that moves so soft and low:

Lauren Crayon – Give You Up:

Senza nessuna pietà: due nuove clip del film con Pierfrancesco Favino

Senza nessuna pietà: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico con Pierfrancesco Favino al cinema dall’11 settembre 2014.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Disponibili due nuove clip di Senza nessuna pietà, il dramma che segna il debutto alla regia ell’attore Michele Alhaique con protagonista Pierfrancesco Favino che dopo la tappa al Festival di Venezia debutta oggi nei cinema d’Italia.

Nella prima clip Mimmo interpretato da Favino sbriga controvoglia una commissione per l’arrogante e viscido cugino Manuel (Adriano Giannini) portandogli a domicilio Tanya (Greta Scarano), una ragazza reclutata per una festa.

Nella seconda clip il veterano Ninetto Davoli interpreta il signor Santili, zio di Mimmo e padre di Manuel, che si altera per un assegno postdatato “recuperato” da Mimmo e l’amico Roscio (Claudio Gioé) che i due hanno consegnato macchiato di sangue.

Sulla scia di Romanzo criminale un cupo dramma a tinte “crime” con un intenso Favino e un solido cast di supporto in parte.

Clip 2 – “E’ un postdatato”:

Senza nessuna pietà: due clip del film con Pierfrancesco Favino

Senza nessuna pietà: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico con Pierfrancesco Favino nei cinema italiani dall’11 settembre 2014.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Archiviata la tappa al Festival di Venezia il prossimo 11 settembre arriverà nei cinema Senza nessuna pietà, il dramma di Michele Alhaique con Pierfrancesco Favino, Greta Scarano, Claudio Gioè, Iris Peynado, Adriano Giannini e Ninetto Davoli.

Oggi vi proponiamo due prime clip tratte dal film con Favino, alcune note di produzione e la recensione in anteprima del film da Venezia.

Note di produzione

Mi hanno sempre appassionato le storie di uomini che si battono contro le avversità per riscattarsi dalla loro condizione. Mimmo è un lavoratore silenzioso, instancabile. Fa quello che ha sempre voluto fare, il muratore, è un uomo forte, imponente, potrebbe far paura a chi non lo conosce. Osserva il mondo che lo circonda con gli occhi curiosi di un bambino senza prendere realmente parte alla quotidianità, la guarda come se non vi appartenesse, senza giudicarla.

Tanya è la svolta che travolgerà la sua esistenza, la spinta per Mimmo a svegliarsi dal torpore di un’esistenza immobile, per scoprire che c’è altro per cui vale la pena vivere.

Sono due individui solitari, due spiriti sconosciuti tra loro e a loro stessi, ma dal loro incontro nasce qualcosa di unico. Il loro legame fuori dall’ordinario si svolge in una classica struttura noir, dove chi cerca non da tregua a chi scappa. La metropoli buia e sporca avvolge i protagonisti nel suo alone polveroso, i palazzi di periferia sono i loro rifugi, lasciano le loro tracce sull’asfalto grigio e consunto. Ho lavorato alla sceneggiatura (con Andrea Garello e Emanuele Scaringi) per
portare i personaggi ad avere un respiro ampio, con l’obiettivo di dare alla vicenda toni epici.

Così come avevo fatto precedentemente con il mio cortometraggio
Il Torneo, dove i protagonisti erano dei ragazzi di tredici anni, ho dedicato ogni mio sforzo per permettere agli attori la completa libertà di espressione nei movimenti. Per questa ragione ho utilizzato la macchina a mano, costantemente al loro servizio.

Fin dalle prime fasi della scrittura ho pensato a Pierfrancesco Favino per il ruolo di Mimmo. Avevo bisogno di un attore che non solo lo interpretasse, ma che avesse il coraggio di abbandonarsi al personaggio con la mente e col corpo. Il lavoro fatto insieme a Ivan Casalgrandi (direttore della fotografia e operatore), sempre attento a cogliere ogni sfumatura delle emozioni degli attori con la macchina a mano, mi ha permesso di avere un’ampia scelta in fase di montaggio per mettere in valore scena dopo scena il percorso dei personaggi.

Ho voluto raccontare il mondo di Mimmo attraverso i suoi occhi, come a sentire con la macchina da presa il battito del suo cuore. Spero che questo possa portare lo spettatore ad un coinvolgimento senza filtri, spingendolo verso una completa immedesimazione nei protagonisti. Il contesto urbano di cementificazione in cui i personaggi non solo abitano, ma che contribuiscono a costruire, diventa ancora più significativo quando Mimmo e Tanya scappano per andare a rifugiarsi al mare. Lo spazio si apre, comincia a respirare, i confini crollano e con essi l’identità dei protagonisti; la costrizione che essi vivono, imbrigliati in uno sfondo di cemento, é funzionale all’apertura dello spazio che li circonda. I cantieri, i palazzi e le strade dei sobborghi rappresentano solo l’idea e la percezione che abbiamo della solidità del mondo materiale e finiscono per divenire un elemento che improvvisamente non assolve più alla sua funzione di proteggere ma, al contrario, schiaccia, in contrasto con un mondo di emozioni che si apre.

Ho preparato questo film per tre anni, o forse per tutta la vita. Ho lavorato per coinvolgere i miei collaboratori, gli attori e i produttori affinché comprendessero fino in fondo l’essenza di ciò che volevo raccontare in Senza nessuna pietà. Ed è come se il mio immaginario si fosse ampliato grazie al lavoro di tutti. Perché il cinema non è altro che l’espressione unica di un gruppo di persone che lavorano col fine di raccontare una storia. [Michele Alhaique]

Clip 2 – Discoteca:

Venezia 2014, Senza nessuna pietà: nuovo trailer e locandine del film con Pierfrancesco Favino

Senza nessuna pietà: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico con Pierfrancesco Favino nei cinema italiani dall’11 settembre 2014.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Dopo la tappa in concorso al Festival di Venezia il prossimo 11 settembre uscirà nei cinema Senza nessuna pietà, esordio alla regia di Michele Alhaique.

Oggi vi proponiamo un nuovo trailer del film e 5 character poster che ritraggono il cast composto da Pierfrancesco Favino (Mimmo), Greta Scarano (Tanya), Claudio Gioè (Roscio), Adriano Giannini (Manuel) e Ninetto Davoli (Santilli).

Il cast vede anche la partecipazione dell’attrice Iris Peynado.

A Mimmo piace molto di più costruire che rompere ossa. Vorrebbe fare solo il muratore, ma gli tocca anche fare recupero crediti tra i palazzoni dei quartieri alla periferia di Roma. Lavora per suo zio, il signor Santili, che ama e rispetta come un padre. Non sopporta invece Manuel Santili, suo cugino, viziato e arrogante. E l’avversione è reciproca. Il Roscio, che sarebbe il suo migliore amico se fosse davvero amico di qualcuno, e la mezza dozzina di dipendenti della ditta completano la famiglia. È un mondo con regole e gerarchie chiare, dove chi non sbaglia ha la pagnotta assicurata e qualche extra. Giusto o sbagliato, è l’unico mondo che Mimmo abbia mai conosciuto. Tutto cambia quando nella sua vita irrompe Tanya. È bellissima, giovane e ha capito da un pezzo che nella vita deve arrangiarsi da sola. Sa che gli uomini sono pronti a spendere per averla e ne approfitta. Costretti da un imprevisto a passare una notte e un giorno insieme, Mimmo e Tanya si ritroveranno uniti dal bisogno di sentirsi amati e dalla voglia di fuggire a un destino già segnato.

 

Senza nessuna pietà: Michele Alhaique e Pierfrancesco Favino a Venezia 2014

Uno sguardo a Pierfrancesco Favino, ingrassato, minaccioso e romantico, attore e produttore “Senza nessuna pietà” per l’opera prima di Michele Alhaique che concorre al Leone del Futuro di Venezia 2014.

L’unica produzione completamente italiana della 71a Mostra del Cinema di Venezia che concorre? al Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” è Senza Nessuna Pietà, proposta di intenti e titolo dall’opera prima di Michele Alhaique.

Un attore passato dietro la macchina da presa che dirige Pierfrancesco Favino, a sua volta attore e produttore del film, ingrassato venti chili per essere al contempo minaccioso, romantico e credibile nelle vesti di Mimmo, un uomo abbrutito da un ‘clan edile’ senza pietà, capace di pestare a sangue un ‘debitore’ con un modellino in ceramica del Colosseo di Roma, spezzare le regole del suo mondo e desiderare una vita diversa.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

“A Mimmo piace molto di più costruire che rompere ossa. Vorrebbe fare solo il muratore, ma gli tocca anche fare recupero crediti tra i palazzoni dei quartieri alla periferia di Roma. Lavora per suo zio, il signor Santili, che ama e rispetta come un padre. Non sopporta invece Manuel Santili, suo cugino, viziato e arrogante. E l’avversione è reciproca. Il Roscio, che sarebbe il suo migliore amico se fosse davvero amico di qualcuno, e la mezza dozzina di dipendenti della ditta completano la famiglia. È un mondo con regole e gerarchie chiare, dove chi non sbaglia ha la pagnotta assicurata e qualche extra. Giusto o sbagliato, è l’unico mondo che Mimmo abbia mai conosciuto.

Tutto cambia quando nella sua vita irrompe Tania. È bellissima, giovane e ha capito da un pezzo che nella vita deve arrangiarsi da sola. Sa che gli uomini sono pronti a spendere per averla e ne approfitta. Costretti da un imprevisto a passare una notte e un giorno insieme, Mimmo e Tania si ritroveranno uniti dal bisogno di sentirsi amati e dalla voglia di fuggire a un destino già segnato.”

Una nuova vita che ti costringe sempre a fare i conti con la vecchia, ed affianca Pierfrancesco Favino ad Adriano Giannini, Greta Scarano, Claudio Gioè, Iris Peynado e Ninetto Davoli.

Senza nessuna pietà - poster

Un film drammatico sceneggiato da Alhaique con Andrea Garello ed Emanuele Scaringi, prodotto da Lungta Film, PKO con Rai Cinema, distribuito al cinema dalla BIM a partire dall’11 settembre 2014, che oggi sbirciamo anche attraverso qualche immagine concessa da BIM in esclusiva, oltre a quelle che potete seguire sulle pagine social di Facebook e Instagram.

Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog
Senza Nessuna Pieta? - foto esclusive cineblog

Foto | BIM DISTRIBUZIONE

Yoga Hosers di Kevin Smith: prime foto dal set con Haley Joel Osment
Yoga Hosers di Kevin Smith: prime foto dal set con Haley Joel Osment Yoga Hosers di Kevin Smith: prime foto dal set con Haley Joel Osment Yoga Hosers di Kevin Smith: prime foto dal set con Haley Joel Osment Yoga Hosers di Kevin Smith: prime foto dal set con Haley Joel Osment

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →