• Film

Vampire Chronicles di Anna Rice arriva al cinema – sarà remake per Intervista col Vampiro?

20 anni dopo l’uscita in sala c’è aria di remake per Intervista col Vampiro?

La madre dei vampiri moderni è finalmente pronta a tornare in sala. Universal Pictures e Imagine Entertainment hanno infatti acquistato i diritti cinematografici di Vampire Chronicles, serie di romanzi firmati Anna Rice già diventata cinema nel lontano 1994 grazie al meraviglioso Intervista col Vampiro, interpretato da Tom Cruise e Brad Pitt, e nel 2002 con La regina dei Dannati, con Aaliyah mattatrice e Stuart Townsend nei panni di Lestat.

11 i romanzi che fanno parte delle Cronache dei Vampiri per una trasposizione che potrebbe serenamente diventare saga. Brian Grazer produrrà il tutto insieme ad Alex Kurtzman e Roberto Orci. Nessuno sa da ‘dove’ la Universal potrà partire, ma l’idea di un remake di Intervista col Vampiro (primo capitolo) sembrerebbe tutt’altro che da scartare. Purtroppo. Perché la pellicola di Neil Jordan è diventata da subito un classico del genere.

L’ultimo capitolo di The Vampire Chronicles, Prince Lestat, sbarcherà in libreria questo autunno. Uscito al cinema nel 1994, Interview with the Vampire incassò ben 223,664,608 dollari in tutto il mondo dopo esserne costati 60, ottenendo anche 2 nomination agli Oscar e 2 ai Golden Globes. Giovanissima Kirsten Dunst nei panni di Claudia, all’epoca la diva aveva appena 12 anni, per una Hollywood che riscopriva l’amore per i vampiri due anni dopo il boom del Dracula firmato Francis Ford Coppola. Meno fortuna ebbe La regina dei Dannati, segnato dalla morte della protagonista Aaliyah pochi mesi dopo la fine delle riprese.

Nel romanzo originale della Rice, scritto nel lontano 1973, tutto iniziava in una stanza buia. Un registratore acceso. Un giornalista. E un vampiro. Da quasi due secoli, ormai, Louis de Pointe du Lac non è più un uomo: è una creatura della notte, e ha tutta la notte a disposizione per convincere Daniel, il giornalista, che la storia che gli sta raccontando è vera. Così come è vero il suo volto, tanto pallido ed esangue da sembrare trasparente, di una bellezza soprannaturale e per sempre cristallizzata. Louis racconta di come abbia ricevuto il dono (o forse la maledizione?) della vita eterna proprio quando non desiderava altro che la morte. È il 1791, è un’altra New Orleans, e Louis, in seguito al suicidio dell’amatissimo fratello, vorrebbe soltanto seguirne il destino. Ma la seduzione del dono oscuro è potente, specialmente se ha i modi, la voce e l’aspetto di Lestat. Sensuale e affascinante, crudele e allo stesso tempo capace di profonda commozione, Lestat ha bisogno di Louis tanto quanto Louis ha bisogno di lui. Quando infine, dopo anni di scorribande notturne, Louis sta per decidersi ad abbandonare Lestat, questi gli fa il regalo più grande: Claudia. Una bambina di appena cinque anni, in fin di vita, che solo il dono oscuro può salvare. L”unico peccato che il sacrilego e irriverente Lestat non si può permettere: creare una vampira di soli cinque anni. Una vampira bambina, che non crescerà mai. E sarà l’inizio della fine.

Fonte: Comingsoon.net

I Video di Cineblog