Gotham Awards 2014, nominations: domina Boyhood, scelte molto apprezzabili

Gotham Awards 2014: le prime nomination della lunga corsa agli Oscar 2015 sono belle, giuste e a volte persino coraggiose. Non si poteva iniziare meglio, con una cinquina per il miglior film che comprende Boyhood, Birdman, Love is Strange, Under the Skin e The Grand Budapest Hotel!

I Gotham Awards segnano l'inizio ufficiale della corsa agli Oscar, essendo i primi premi che vengono assegnati in previsione della fatidica cerimonia di consegna degli Academy Awards. Come gli Spirit Awards (basati a Los Angeles e ideati da Film Independent), i Gotham (basati a New York e ideati da IFP) si concentrano su film indipendenti, che abbiano una visione d'autore e dove non sia evidente che il regista è stato assunto quasi "a caso".

Ma se è vero che gli Spirit Awards negli ultimi anni si sono dati al mainstream dimenticando un po' il loro primo obiettivo, ovvero segnalare il cinema americano alternativo e poco commerciale, i Gotham sono riusciti nell'impresa di salvaguardarlo. Basta vedere cosa successe l'anno scorso: agli Spirit vinse 12 Anni Schiavo (che ovviamente vinse poi agli Oscar), ai Gotham vinse A proposito di Davis (che agli Oscar fu snobbato fin dalle nomination).

Quest'anno ai Gotham hanno deciso di rincarare la dose delineando una linea ben precisa: i nominati come Miglior Film sono tutti titoli molto celebri nell'ambiente cinefilo, vero, però innanzitutto sono tutti meritevoli di segnalazione e non sono tutti per natura "da grandi premi". E, a dirla tutta, li si vorrebbe tutti nominati agli Oscar 2015: avere a fianco a Birdman, il titolo più scontato, e a Boyhood, altro titolo che si spera abbia già un piede in casa Academy, film come I toni dell'amore - Love is Strange, Under the Skin (la scelta più coraggiosa e bella) e The Grand Budapest Hotel sarebbe già un traguardo.

Massiccia la presenza di Venezia nelle nomination: oltre ai già citati Birdman (film e attore) e Under the Skin (film e attrice), troviamo anche Tracks - Attraverso il deserto grazie alla giusta nomination di Mia Wasikowska fra le attrici. Curiosamente troviamo già l'atteso A Most Violent Year tra i nominati grazie a Oscar Isaac, segnalato come miglior attore: il film avrà però appena la sua prima mondiale all'AFI Fest tra qualche settimana. Le prime proiezioni per la stampa devono però già aver incominciato a far carburare il film.

A guardare tutti dall'altro troviamo proprio il capolavoro di Linklater, in uscita oggi nelle sale italiane, con 4 nomination: film, attore, attrice e attore esordiente. Tutto giusto. E tra le altro nomination che ci piace segnalare abbiamo quella per Blue Ruin (attore esordiente), A Girl Walks Home Alone at Night (regista esordiente), Life Itself (documentario), Still Alice (conferma che è questo il ruolo che potrebbe regalare a Julianne Moore il suo primo Oscar) e Whiplash (attore).

Infine, il comitato di selezione ha dato un premio speciale agli attori dell'ottimo Foxcatcher - Una storia americana (i formidabili Steve Carell, Mark Ruffalo e Channing Tatum), e altri due premi celebrativi a Tilda Swinton e Bennett Miller, regista proprio di Foxcatcher.

Gotham Awards 2014, nominations: domina Boyhood scelte molto apprezzabili

La cerimonia di premiazione si terrà il 1 dicembre 2014. Qui tutte le nomination dei 24. Gotham Independent Film Awards by IFP:

Miglior Film
Birdman (o Le Imprevedibili Virtù dell'Ignoranza)
Boyhood
The Grand Budapest Hotel
I toni dell'amore - Love Is Strange
Under the Skin

Miglior Documentario
Actress
CITIZENFOUR
Life Itself
Manakamana
Point and Shoot

Premio Bingham Ray al Miglior Regista Esordiente
Ana Lily Amirpour - A Girl Walks Home Alone at Night
James Ward Byrkit - Coherence
Dan Gilroy - Lo sciacallo - Nightcrawler
Eliza Hittman - It Felt Like Love
Justin Simien for Dear White People

Miglior Attore
Bill Hader - The Skeleton Twins
Ethan Hawke - Boyhood
Oscar Isaac - A Most Violent Year
Michael Keaton - Birdman (o Le Imprevedibili Virtù dell'Ignoranza)
Miles Teller - Whiplash

Miglior Attrice
Patricia Arquette - Boyhood
Gugu Mbatha-Raw - Beyond the Lights
Julianne Moore - Still Alice
Scarlett Johansson - Under the Skin
Mia Wasikowska - Tracks - Attraverso il deserto

Interprete Emergente
Riz Ahmed - Lo sciacallo - Nightcrawler
Macon Blair - Blue Ruin
Ellar Coltrane - Boyhood
Joey King - Wish I Was Here
Jenny Slate - Obvious Child
Tessa Thompson - Dear White People

  • shares
  • Mail