• Film

Sandman: Joseph Gordon-Levitt parla delle difficoltà dell’adattamento

Joseph Gordon-Levitt torna a parlare di Sandman, capolavoro di Neil Gaiman

Finalmente ci siamo. In attesa di vederlo in sala con The Walk, nuovo atteso film di Robert Zemeckis, Joseph Gordon-Levitt prepara il ritorno sul set grazie alla trasposizione cinematografica di Sandman, annunciata nel dicembre del 2013 eppure ancora fermo. I motivi? A spiegarli lo stesso divo, intervistato da MTV:
[quote layout=”big”]

‘Sta andando tutto bene, lento ma costante. Si tratta di un adattamento davvero complicato perché quei fumetti sono brillanti ma difficili nel loro complesso. Non è come ‘Watchmen‘, che è una graphic novel con un inizio, una parte centrale e una fine. ‘Sandman‘ è davvero difficile da interpretare. E’ stato scritto nel corso di 6/7 anni, 20 pagine alla volta. Ed è complicato cercare di prendere qualcosa di tutto questo e farne qualcosa di sensato, mantenendo un inizio, una parte centrale e una fine. Mi sento veramente bene all’interno di questo progetto, ma è un processo e ci vorrà tanta pazienza. I grandi spettacolari film d’azione parlano solitamente di combattenti criminali in lotta contro la criminalità. Questo non ha nulla a che fare con tutto ciò e in realtà è stata una delle cose che Neil Gaiman mi ha detto. Questo mi ha abbastanza spaventato, ma vedrete che ci vorrà del tempo per realizzare il tutto’.[/quote]

Sandman di Neil Gaiman, che ha lanciato la DC Comics Vertico, è andato avanti per 75 numeri a partire dal 1989. Il protagonista della serie si chiama Sogno, vera e propria personificazione antropomorfa dei sogni e delle storie. È conosciuto con diversi nomi tra i quali Morfeo, Oneiros, il plasmatore, il principe delle storie e altri ancora. Sogno è soltanto uno dei sette Eterni che incarnano e regolano ognuno un particolare aspetto dell’esistenza umana, ovvero Destino, Morte, Distruzione, Desiderio, Disperazione e Delirio. L’hastag ‘Preludio’ utilizzato da Joseph via Twitter fa capire che il film si concentrerà sulla prima collezione della serie, ‘Preludi e Notturni’, incentrata sulla prigionia terrena di Sandman, la sua fuga e il suo recupero di tot oggetti di potenza: il sacchetto che contiene la sabbia del sogno, il suo elmo e il rubino dentro il quale è custodito parte del suo potere e del suo essere. Per riuscirci dovrà confrontarsi con le legioni dell’inferno e con un pazzo reso molto potente dal rubino, nominato più volte Dottor Destino e John Dee.

Per Joseph Gordon-Levitt sarà il secondo e/o terzo film da regista dopo Don Jon. Prima di Sandman, infatti, l’attore potrebbe portare in sala una sceneggiatura di Jack Thorne (This is England). Benedict Cumberbatch e Tom Hiddleston, rumor alla mano, potrebbero diventare Sandman.

Fonte: Comingsoon.net