Die Hard 6: Bruce Willis parla del prequel

Bruce Willis è entusiasta di raccontare le origini di John McClane, ma non sa ancora chi interpreterà la sua controparte più giovane in "Die Hard 6".

La scorsa settimana una nuova notizia riportava che Die Hard 6 era in piena fase di sviluppo e che sarebbe stato ambientato sia negli anni '70 che al giorno d'oggi, dando ai fan in un sol colpo sia un prequel che un sequel. Bruce Willis tornerà nei panni dell'iconico poliziotto newyorchese John McClane per la parte del film ambientata nel presente, mentre si è alla ricerca di un attore più giovane per interpretare la versione anni '70 di uno dei personaggi action più amati di sempre. Le scene che si svolgono nel 1979 saranno ambientate 10 anni prima degli eventi narrati nel primo Die Hard.

Brice Willis partecipando alla premiere della commedia Rock the Kasbah ha parlato di Die Hard 6, rivelando di essere entusiasta di raccontare la storia delle origini di John McClane.

E' una buona idea, un'idea davvero difficile, ma ne sono molto felice. E' un'idea davvero cool, perché è la storia delle origini. Racconterà l'inizio di tutto. Torneremo indietro e andremo avanti.

Il progetto riunirà Bruce Willis con il regista Len Wiseman che ha diretto Die Hard - Vivere o morire, Wiseman dirigerà il film e sta attualmente sviluppando il sequel con il produttore Lorenzo di Bonaventura mentre è iniziata la ricerca di uno sceneggiatore. Bruce Willis ha aggiunto che "probabilmente" sta per co-produrre il sequel con Len Wiseman e Lorenzo di Bonaventura, ma che non è ancora sicuro su chi interpreterà il giovane John McClane.

Vedremo. Non lo so. Non abbiamo ancora deciso, ma staremo a vedere. Speriamo che lui abbia la testa dura.

Lorenzo di Bonaventura lavora presso la Paramount, ma è arrivato a bordo di Die Hard 6 perché la 20th Century Fox era interessata a trasformare uno dei suoi progetti in un film della serie Die Hard. Una cosa del genere è già accaduta in passato per lo sviluppo di Die Hard - Duri a morire, sequel che ha avuto origine da una sceneggiatura di Jonathan Hensleigh intitolata "Simon Says" in origine pensata per un sequel di Arma letale, ma che è stata poi trasformata in una nuova avventura di John McClane. C'era una voce circolata nel 2013 che questo nuovo sequel sarebbe stato ambientato a Tokyo, ma è chiaro che ora si sta andando in una direzione diversa.

Nel lontano 2010 Bruce Willis aveva affermato di voler "mandare in pensione" il personaggio di John McClane dopo Die Hard 6, ma non si sa se questo sarà effettivamente la sua performance finale come McClane. Inoltre non è noto se Mary Elizabeth Winstead e Jai Courtney, co-protagonisti di "Un buon giorno per morire", torneranno a riprendere i ruoli di Lucy e Jack, i figli di McClane.

 

die-hard-6-bruce-willis-parla-del-prequel.jpg

 

Fonte: ET

  • shares
  • Mail