Kill Bill 3, parla Quentin Tarantino: è probabile che si faccia

Kill Bill 3 riprende vita. Quentin Tarantino vorrebbe girarlo.

Sono passati 11 anni da quando il mondo perse la testa per i due capitoli di Kill Bill, con Quentin Tarantino, attualmente in promozione con The Hateful Eight, tutt'altro che restio ad ipotizzare un terzo episodio della 'saga'. Stuzzicato dalla stampa, il regista due volte premio Oscar ha infatti seminato 'speranze' per i fan della furiosa sposa Uma Thurman, dopo aver negato nel 2013 di volerlo girare:

'C'è sicuramente una possibilità che si faccia, è una probabilità, potrebbe succedere. Per una ragione in particolare: Uma ed io saremmo molto contenti di lavorare di nuovo insieme. Ho messo il personaggio di Uma in mezzo ad un sacco di eventi e ho voluto che avesse un po' di riposo, di pace. Volevo che potesse trascorrere del tempo con sua figlia e godersi la sua vita. Credo che Kill Bill sia il mio film più visionario, a mani basse e nella misura in cui sono andato oltre Pulp Fiction, creando un mondo che non esiste. Un mondo in cui negli aerei ci sono dei porta spada da samurai al posto dei porta bicchieri, e tutti lo hanno preso per buono. Per questo dico che è probabilmente il mio contributo più visionario all'industria cinematografica. Da allora il mio lavoro ha preso una svolta più letteraria ed è diventato sensibilmente più denso, quindi sarebbe bello tornare ad un mondo più viscerale e meno legato alle parole'.

Girati due western, Tarantino potrebbe quindi dar vita al suo primo vero 'sequel' registico, essendo Kill Bill 1 e 2 un unico capitolo poi da lui diviso sotto insistenza dei Weinstein. Uscito nel 2003 e costato una trentina di milioni di dollari, il Volume 1 divenne da subito di culto, incassando ben 180,949,045 dollari in tutto il mondo. L'anno dopo l'immancabile bis con il Volume 2, arrivato ai 152,159,461 dollari worldwide. Entrambi i film, incredibile ma vero, vennero snobbati dall'Academy.

Fonte: DigitalSpy

  • shares
  • Mail