Amore, furti e altri guai: trailer italiano della commedia palestinese

L’annosa tensione tra Israele e Palestina, arriva al cinema con l’umorismo della black-comedy di Muayad Alayan

di cuttv

Dalla sezione Panorama del Festival di Berlino 2015, arriva al cinema Amore, furti e altri guai (Al-Hob wa Al-Sariqa wa Mashakel Ukhra, Love, Theft and other entanglements, Palestina 2015), la black-comedy opera prima del palestinese Muayad Alayan, scritta e prodotta con Rami Musa Alayan.

Una rocambolesca incursione nell’atmosfere di attesa che ristagna nel campo profughi palestinese dove vive Mousa (Sami Metwasi), un ladruncolo di auto che tenta di raggranellare 5000 dollari per poter emigrare in Italia e giocare a calcio nella Fiorentina con l’aiuto di un conoscente truffaldino, fino a quando ruba la macchina sbagliata e la sua esistenza diventa una tragicomica odissea.

Nel portabagagli di una Passat rubata scopre infatti un soldato israeliano, rapito da militanti palestinesi per usarlo come merce di scambio, nelle trattative per la liberazione di prigionieri politici, tenuti prigionieri da Israele.

Non volendo la sfortunata coincidenza precipita l’ingenuo ladro al centro di una guerriglia senza esclusione di colpi tra l’intelligence israeliana e i miliziani palestinesi.

Tra le sfortunate coincidenze con le quali il film in chiave umoristica perseguita il personaggio, c’è anche il ritorno della donna un tempo amata e messa incinta che ormai conduce una vita agiata con un altro uomo.

La brillante commedia nera di Muayad Alayan, arriva nelle sale italiane in bianco e nero, a partire da giovedì 25 febbraio 2016, con la distribuzione indipendente di Cineclub Internazionale.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Berlinale

Tutto su Berlinale →