Quentin Tarantino conferma la teoria di un universo condiviso dei suoi film

Tarantino conferma la teoria di un Universo Cinematografico condiviso dai suoi film.

Per un po' di tempo in rete è circolata una divertente teoria che ipotizzava che tutti i film di Quentin Tarantino siano parte di un unico universo condiviso. La teoria si basava sul fatto che tutti i personaggi che lo scrittore ha creato popolino in realtà uno stesso mondo e ora lo stesso Tarantino si è espresso direttamente sulla questione confermando che questa teoria dell'Universo Cinematografico Tarantino può essere applicata per la maggior parte delle sue pellicole.

Quentin Tarantino ha recentemente fatto tappa in Australia per promuovere The Hateful Eight insieme a due protagonisti del film, Samuel L. Jackson e Kurt Russell. Durante un'intervista gli è stato chiesto cosa pensasse del "Tarantino Cinematic Universe" e ha confermato che la maggior parte dei suoi film hanno luogo nello stesso mondo; con la sola eccezione dei film che sono troppo sopra le righe, anche per lo stile iperrealistico di Tarantino. Questi film sono sempre parte dell'universo, ma lo sono come film reali.

Ci sono in realtà due universi separati. C'è l'universo reale e tutti i personaggi abitano quello, ma poi c'è questo universo di film in cui prendono posto Dal tramonto all'alba e Kill Bill. Così, quando tutti i personaggi di Le iene o Pulp Fiction vanno al cinema, Kill Bill e Dal Tramonto all'alba è ciò che andranno a vedere.

Quentin Tarantino ha spesso suggerito di quando in quando che alcuni dei suoi film fossero collegati. Sappiamo che il personaggio di Michael Madsen in Le iene e il personaggio di John Travolta in Pulp Fiction sono in realtà fratelli. Tarantino ha anche detto che The Hateful Eight è effettivamente iniziato come un sequel di Django Unchained, così anche se non c'è alcun collegamento diretto tra i due film, non è esattamente un azzardo credere che possano accadere nella medesima linea temporale.

Ora la domanda che molti si staranno ponendo: quali film rientrano in ogni parte dell'universo? Ha senso che Dal tramonto all'alba sia un "film" visto che vampiri e sovrannaturale non sembrano far parte del resto del mondo di Tarantino, ma perché anche Kill Bill? È la tecnica dell'esplosione del cuore con cinque colpi delle dita a renderlo un film nel film come peraltro Grindhouse - A prova di morte che proprio ad uno specifico genere di film è ispirato? Ma la cosa più interessante, sempre a livello ipotetico, e che con un universo cinematografico condiviso ci sarebbero possibilità per potenziali crossover e cameo, personaggi che andrebbero a "sconfinare", mitologie che andrebbero ad ibridarsi magari in un ultimo film che dia corpo, almeno in parte, a questo intrigante "Tarantino Cinematic Universe".

 

quentin-tarantino-conferma-la-teoria-di-un-universo-condiviso-dei-suoi-film-2.jpg

 

Fonte: Cinemablend

  • shares
  • Mail