• Film

Non aprite quella porta: il set del film originale diventerà un ristorante barbecue a tema horror

Un uomo d’affari americano ha acquistato in Texas il distributore di benzina dell’originale “Non aprite quella porta” con l’intenzione di trasformarlo in un ristorante barbecue.

Nel 1974 usciva il cult horror Non aprite quella porta che ha terrorizzato e affascinato i fan per più di quattro decenni. Chi è alla ricerca di un nuovo modo per rivivere questo classico potrà farlo in una modalita piuttosto originale e immersiva.

L’anno scorso un uomo d’affari dell’Ohio, un certo Roy Rose, ha acquistato la stazione di servizio “Last Chance”, che è servita nel film come fittizia stazione di servizio Gulf Oil e ristorante barbecue. L’uomo d’affari sta progettando di trasformare questa stazione di servizio in un ristorante barbecue a tema horror e ha recentemente condiviso alcuni progressi sulla nuova pagina Facebook del ristorante, insieme con il seguente messaggio.

Stiamo ripristinando la Smoker House salvando la maggior quantità di legno originale possibile aggiungendovi un altro po’ di legno da un altro fienile che era caduto giù…Abbiamo messo del cemento alla base…Questa volta il distributore di benzina di Non aprite quella porta sarà restaurato in maniera corretta….E’ IMPRESSIONANTE…..Lasciatemo dire fan della motosega…

Secondo quanto riporta il quotidiano The Guardian, Roy Rose ha acquistato la proprietà al 1073 della Highway 304 a Bastrop in Texas perché era un grande fan del film originale, che ha visto per la prima volta all’età di 10 anni.

L’investitore ha anche un altro partner che ha un trascorso con il genere horror, si tratta di Ari Lehman che ha interpretato il primo Jason Voorhees nel classico Venerdì 13 del 1980. Gli investitori hanno entrambi grandi progetti per la proprietà, che sarà molto più di un ristorante. Ecco cosa Roy Rose aveva da dire sul progetto in un’intervista radiofonica rilasciata lo scorso anno.

Stiamo realizzando un “Horror Barbecue Resort”, ci saranno dei capanni nella parte posteriore per tutti i fan che vorranno restare per la notte.

Insieme con il ristorante e i quattro capanni, Roy Rose e Ari Lehman hanno pianificato di costruire un negozio di merchandise, una zona d’intrattenimento per concerti e un grande schermo dove proiettare “Non aprite quella porta”. La pagina Facebook del ristorante rivela che hanno in programma un’apertura a metà luglio, ma una data precisa non è stata ancora fissata. Non è noto se hanno intenzione di portare qualcuno del cast originale del film per la grande apertura o magari il regista Tobe Hooper.

Il franchise Non aprite quella porta ha generato tre sequel, un remake, un prequel e più recentemente un reboot, Non aprite quella porta 3D interpretato da Alexandra Daddario. C’è anche un nuovo prequel in cantiere dal titolo Leatherface, che fornirà una storia di origine per l’iconico serial-killer armato di motosega, che è previsto in uscita entro la fine dell’anno.

 

 

 

Fonte: Movieweb