Anton Yelchin, l’attore di Star Trek morto all’età di 27 anni

E’ morto all’età di appena 27 anni Anton Yelchin, vittima di un assurdo incidente d’auto.

Notizia choc in arrivo da Hollywood. Anton Yelchin, 27enne attore statunitense di origine russa, è deceduto a causa di un incidente auto. A darne notizia il sito TMZ, secondo cui il corpo senza vita di Yelchin sarebbe stato trovato all’interno della propria automobile nella sua villa di San Fernando Valley. Il decesso sarebbe avvenuto a causa di uno sfortunato scontro tra l’auto, trovata in folle e al termine di un ripido vialetto, e una cassetta delle lettere in muratura. A inizio settimana, incredibile ma vero, era stata data la notizia della morte di Yelchin con l’ormai macabra e stupida bufala Internet, oggi diventata realtà.

Debuttante al cinema nel 2000 con A Time for Dancing, Anton si è fatto vedere nel corso degli anni in film come 15 minuti – Follia omicida a New York, Nella morsa del ragno, Cuori in Atlantide, Alpha Dog e Charlie Bartlett, prima di farsi conoscere a livello planetario grazie al ruolo di Pavel Chekov nell’undicesimo film di Star Trek, prodotto e diretto da J.J. Abrams. Ruolo ritrovato successivamente anche in Into Darkness – Star Trek e nell’imminente Star Trek Beyond. Visto anche in Terminator Salvation di McG, film in cui ha interpretato Kyle Reese, Anton ha recitato anche in Like Crazy, Fright Night – Il vampiro della porta accanto, Solo gli amanti sopravvivono e Burying the Ex di Joe Dante, che lo vide protagonista al Lido di Venezia.

Oltre al 3° capitolo di Star Trek sono diversi i film già girati e in post-produzione che usciranno a questo punto postumi, ovvero Rememory di Mark Palansky, We Don’t Belong Here di Peer Pedersen, Porto di Gabe Klinger e Thoroughbred di Cory Finley.

Fonte: TMZ

I Video di Blogo

NO _- I giorni dell’arcobaleno Clip: “Per elezioni libere: VOTA NO!”