In guerra per amore: nuovi video backstage e scene dal film

In guerra per amore: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni della commedia di Pif nei cinema italiani dal 27 ottobre 2016.

di cuttv

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Debutta oggi nei cinema italiani In guerra per amore, la nuova commedia di diretta e interpretata da Pif.

La seconda prova da regista di Pif ci parla di Sicilia, di mafia e dello sbarco alleato nella Seconda Guerra Mondiale visto con gli occhi di un soldato italo-americano.

01 Distribution ha reso disponibili due nuovi backstage del film con Pif che parla della ricostruzione storica delle ambientazioni e della collocazione storica della mafia e tre nuove clip con scene del film.

 

 

Nel film si parla del Rapporto Scotten, un patto di collaborazione e di alleanza stretta con la mafia stilato dal capitano W. E. Scotten che contattò le sue fonti sull’isola e raccolte inforazioni le trasmise ai suo superiori: “A parte le opinioni popolari o gli aspetti politici, questo è un problema estremamente importante: tutti coloro che non ne sono venutia contatto diretto però hanno serie difficoltà a valutarlo”. Scotten scoprì così la mafia e gli Alleati si resero conto che lo sbarco del 10 luglio del 1943 aveva riportato nell’isola non soltanto la libertà, ma anche Cosa Nostra.

Le scene ambientate a New York sono state girate a Cinecittà World, un parco divertimenti alle porte di Roma. Gli altri set del film sono la Scala dei turchi, nell’agrigentino e Segesta nella Sicilia nord occidentale.

 

 

 

 

 

In guerra per amore: video backstage con intervista a Miriam Leone

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Dopo la tappa alla Festa del cinema di Roma, il prossimo 27 ottobre debutta nei cinema In guerra per amore, seconda regia di Pif dopo l’esordio con La mafia uccide solo d’estate.

01 Distribution ha reso disponibile un nuovo video dal backstage del film con un’intervista all’attrice Miriam Leone che nel film interpreta Flora, promessa sposa del figlio di un importante boss mafioso di New York.

 

 

In guerra per amore: tre clip del nuovo film di Pif

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

01 Distribution ha reso disponibili tre clip in italiano di In guerra per amore, il nuovo film da regista e protagonista di Pif che stavolta sceglie un’ambientazione d’epoca per parlare di mafia e guerra e raccontare uan storia d’amore sullo sfondo della seconda guerra mondiale e dello sbarco degli americani.

Il film, nella sale dal prossimo 27 ottobre, è interpretato anche da Miriam Leone, Andrea Di Stefano, Stella Egitto, Sergio Vespertino, Maurizio Bologna, Sauele Segreto, Antonello Puglisi, Vincent Riotta, Maurizio Marchetti, Orazio Stracuzzi, Mario Pupella, Lorenzo Patanè, Aurora Quattrocchi, David Mitchum Brown, Forest Baker, Rosario Minardi, Salvatore Ragusa, Domenico Centamore.

 

 

 

 

 

In guerra per amore: trailer della nuova commedia di Pif

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

01 Distribution ha reso disponibile un primo trailer di In guerra per amore, il secondo film scritto, diretto e interpretato da Pif (Pierfrancesco Diliberto) che sarà presentato in preapertura il 12 Ottobre alla Festa del Cinema di Roma e uscirà nelle sale italiane il prossimo 27 Ottobre.

Protagonista femminile del film, al fianco di Pif, Miriam Leone. Tra i protagonisti anche Andrea Di Stefano e Stella Egitto.

 

La trama ufficiale:

1943. Mentre il mondo è nel pieno della seconda guerra mondiale, Arturo vive la sua travagliata storia d’amore con Flora. I due si amano, ma lei è la promessa sposa del figlio di un importante boss di New-York. Per poterla sposare, il nostro protagonista deve ottenere il sì del padre della sua amata che vive in un paesino siciliano. Arturo, che è un giovane squattrinato, ha un solo modo per raggiungere l’isola: arruolarsi nell’esercito americano che sta preparando lo sbarco in Sicilia, l’evento che cambierà per sempre la storia della Sicilia, dell’Italia e della Mafia.

 

 

 

 

In guerra per amore:il ritorno di Pif al cinema e nella Sicilia mafiosa

pif-in-guerra-per-amore.jpg

Pif torna al cinema e In guerra per amore, nella Sicilia del ’43, con lo sbarco degli alleati e alle radici del potere della Mafia

La mafia uccide solo d’estate” ma torna puntualmente sul piccolo schermo a ricordarci le ragioni che hanno decretato il successo dell’esordio alla regia cinematografia di Pierfrancesco Diliberto (dal pubblico alla critica, con l’Efa europeo per la migliore commedia, il David di Donatello al regista esordiente e due Nastri d’argento), senza interferire con gli impegni dello showman multitasking meglio noto come “Pif“, o quelli che hanno riportato il regista sul set siciliano del suo secondo film, protagonista del viaggio nel tempo e alle radici del fenomeno mafioso.

Da mesi Diliberto condivide attraverso i social Network il backstage di “In Guerra Per Amore“, una sorta di prequel del precedente, ambientato alla fine della Seconda Guerra Mondiale e girato tra Roma e le assolate coste della Sicilia che hanno ospitato lo sbarco degli Alleati nell’estate del 1943, con quell’avanzata delle truppe Usa sull’isola, immortalata in immagini simbolo da Robert Capa, destinata ad iniziare ben più ‘della ‘Campagna d’Italia’.

Pierfrancesco Diliberto nei panni di Arturo e Miriam Leone in quelli di Flora, continuano ad essere i protagonisti di una complicata storia d’amore, anche se cambia il periodo storico ma continuano ad affiancarli molti degli attori siciliani che avevano già lavorato con Pif, insieme a Andrea Di Stefano e Stella Egitto.

Arturo e Flora vorrebbero sposarsi, ma il padre di Flora, ristoratore a New York, l’ha promessa sposa ad un mafioso siciliano e l’unico modo per impedire che questo accada per Arturo, è arruolarsi nell’esercito americano e tornare nella Sicilia che ha lasciato per cercare fortuna.

Tra uno scatto in anteprima e uno in cucina (di Paolo Ciriello), da la Scala dei Turchi alle Saline di Trapani, la nebbia di Erice e le divise di guerra, le trama di In Guerra Per Amore intreccia la storia sentimentale della coppia con quella dello sbarco degli americani e di come gli accordi stipulati dagli stessi con la mafia locale per cacciare i fascisti, abbiano finito per mettere al potere molti boss di Cosa Nostra, in diversi paesi della Sicilia che ancora paga le conseguenze di quelle scelte.

Una foto pubblicata da Pif (@pif_iltestimone) in data: 10 Nov 2015 alle ore 09:10 PST

La commedia romantica, sceneggiata ancora una volta da Pierfrancesco Diliberto, con Michele Astori e Marco Martani, è prodotta da Mario Gianani e Lorenzo Mieli per Wildside in collaborazione con Rai Cinema, sostenuta da MIBACT ( 500.000 euro, Film riconosciuto di interesse culturale) e arriverà al cinema con 01Distribution dal prossimo 27 ottobre.

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →