La ballata di Charley Thompson, Steve Buscemi per Andrew Haigh

La ballata di Charley Thompson diventa film con Andrew Haigh alla regia.

71iul71m39l.jpg

Andrew Haigh, acclamato regista britannico di Weekend e 45 anni a breve di nuovo in tv con Looking - The Movie, dirigerà l'adattamento cinematografico di Lean on Pete, romanzo di Willy Vlautin arrivato in Italia grazie a Mondadori con il titolo La ballata di Charley Thompson.

Protagonista il Charley Thompson del titolo, 15enne che da grande vuole diventare un campione di football. Intanto però i suoi sogni sono molto più modesti: una casa vera, qualcuno che gli prepari da mangiare, un posto dove farsi degli amici senza dover cambiare città in continuazione. Ma senza una madre e con un padre come il suo tutto questo non è possibile. Ray è un operaio specializzato, con un talento innato per cacciarsi nei guai, e così la loro vita è un eterno migrare tra i piccoli centri del Nordovest americano, sempre in fuga da qualcuno o qualcosa, sempre di passaggio e poi via, senza una direzione precisa. Charley sperava che a Portland le cose sarebbero andate meglio, e invece si ritrova più solo e incasinato che mai, costretto a lavorare nelle stalle di un ippodromo malmesso, tra fantini sovrappeso, allenatori senza scrupoli e cavalli buoni a niente. Qui Charley ha due sole consolazioni: una foto di sua zia Mary, che non vede da anni e non sa dove sia finita, e la compagnia di Lean on Pete, un vecchio cavallo zoppo che diventa il suo unico amico. È insieme a Pete che Charley deciderà di prendere in mano il proprio destino e partire, tuffandosi in un lungo viaggio senza sapere esattamente verso dove. Spinto da una speranza debole eppure irresistibile, migliaia di chilometri a piedi su strade e sentieri polverosi, Charley incontrerà personaggi indimenticabili, tra pericoli, sorprese e clamorose lezioni di vita.

Primo nome del cast, parola dell'Hollywood Reporter, Steve Buscemi, che andrà ad indossare gli abiti di Dell, proprietario del cavallo. A produrre la pellicola il solito produttore di Haigh, Tristan Goligher, con il supporto di Film4 e BFI.

  • shares
  • Mail