• Film

Venezia 2016: tutti i film della Selezione Ufficiale

Festival di Venezia 2016: tutti i film presenti in Concorso, Fuori Concorso e Orizzonti

Finito di brancolare nel buio, finalmente sappiamo quantomeno cosa aspettarci dalla 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Il programma è di dominio pubblico in tutte le sue parti, ed è uno di quelli oltremodo promettenti. Tanto che, malgrado sotto la direzione di Alberto Barbera Venezia abbia intrapreso un sentiero diverso rispetto a Cannes, il Lido sembra avere le carte in regola per non sfigurare nemmeno sul medesimo terreno della Croisette. E non succedeva da qualche anno, probabilmente dal 2012.

Lungi da noi però fomentare tifoserie più o meno in buona fede e chiacchiere da bar, il paragone lo si evoca solo per evidenziare quanto sulla carta il prossimo Festival di Venezia possa rappresentare un’edizione di transizione. Voglio dire, la gestione Barbera si è finora contraddistinta per questa inesausta ricerca, dettata anche dalla necessità (niente di male a dirlo), ma quest’anno sembra avere nuovamente cambiato aspetto. Basti pensare che 12 dei film presenti in Concorso, più della metà, sono diretti da registi che per la prima volta si contendono il Leone d’Oro.

Per esempio, da anni non si vedevano così tanti nomi di rilievo in Concorso; quest’anno… Cianfrance, Diaz, Ford, Kusturica, Malick, Ozon, Villeneuve, Konchalovsky, Wenders e Larrain. Ma anche la Amirpour di A Girl Walks Home Alone at Night, scaraventata in Concorso; due reduci da Cannes, ovvero il promettente Une vie di Brizé, ed Amat Escalante. Quest’ultimo ci conferma l’attenzione della Mostra verso il cinema sud americano, qui rappresentato da tre opere (e mezza, se si considera Jackie, che però è una produzione americana). Quanto all’Italia, sono tre i film a contendersi il Leone d’Oro: Spira mirabilis (che è pure uno dei due documentari in Concorso), Piuma e Questi giorni.

Accattivante il Fuori Concorso, in cui spiccano nomi come quelli di Mel Gibson, Andrew Dominik, Sergei Loznitsa, Amir Naderi, Francesco Munzi e l’immancabile Ulrich Seidl. Confermati gli omaggi a Michael Cimino ed Abbas Kiarostami, di cui verranno rispettivamente proiettati L’anno del dragone e 24 Frames. Novità assoluta la sezione Cinema nel Giardino, che si terrà in una nuova sala laddove fino all’anno scorso vi era quella voragine che a ragion veduta ha attirato rabbia e sfottò da mezzo mondo, e che il Direttore descrive come segue: «Una nuova sezione, che non risponde solo all’esigenza di ospitare qualche film in più (una scelta apparentemente in contraddizionecon la più volte dichiarata volontà di mantenere il programma più snello possibile), ma si propone di ampliare i confini di ciò che si può e si deve mostrare in un festival».

Di seguito il programma.

CONCORSO

The Bad Batch (USA), di Ana Lily Amirpour

Une vie (Francia, Belgio), di Stéphane Brizé

La La Land, di Damien Chazelle [FILM D’APERTURA]

The Light Between Oceans (USA, Australia, Nuova Zelanda), di Derek Cianfrance

El ciudadano ilustre (Argentina, Spagna), di Mariano Cohn e Gaston Duprat

Spira mirabilis (Italia, Svizzera), di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti [documentario]

Ang Babaeng Humayo (The Human Who Left) (Filippine), di Lav Diaz

La region salvaje (Messico), di Amat Escalante

Nocturnal Animals (USA), di Tom Ford

Piuma (Italia), di Roan Johnson

Rai (Paradise) (Russia, Germania), di Andrei Konchalovsky

Brimstone (Paesi Bassi, Germania, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Svezia), di Martin Koolhoven

Na mliječnom putu (On the Milky Road) (Serbia, Gran Bretagna, USA), di Emir Kusturica

Voyage of Time (USA, Germania), di Terrence Malick

El Cristo ciego (Cile, Francia), di Christopher Murray

Frantz (Francia, Germania), di Francois Ozon

Questi giorni (Italia), di Giuseppe Piccioni

Arrival (USA), di Denis Villeneuve

Les beaux jours d’Aranjuez (3D) (Francia, Germania), di Wim Wenders

Jackie (USA, Cile), di Pablo Larrain

FUORI CONCORSO

Evento speciale

The Young Pope (Episodi I e II) (Italia, Francia, Spagna, USA), di Paolo Sorrentino

Fiction

The Bleeder (USA, Canada), di Philippe Falardeau

The Magnificent Seven (USA), di Antoine Fuqua [FILM DI CHIUSURA]

Hacksaw Ridge (USA, Australia), di Mel Gibson

The Journey (Gran Bretagna), Nick Hamm

À jamais (Francia, Portogallo), di Benoît Jacquot

Gantz:O (Giappone), di Yasushi Kawamura [film d’animazione]

Miljeong (The Age of Shadows) (Corea del Sud), di Kim Jee soon

Monte (Italia, USA, Francia), di Amir Naderi

Tommaso (Italia), Kim Rossi Stuart

Non-Fiction

Our War (Italy, USA), di Bruno Chiaravallotti, Claudio Jampaglia e Benedetta Argentieri

I Called Him Morgan (Svezia, USA),di Kasper Collin

One More Time with Feeling (3D) (Regno Unito), di Andrew Dominik [documentario, Nick Cave]

Austerlitz (Germania), di Sergei Loznitsa [documentario]

Assalto al cielo (Italia), di Francesco Munzi [documentario]

Safari (Austria, Danimarca), di Ulrich Seidl [documentario]

American Anarchist (USA), di Charlie Siskel [documentario]

ORIZZONTI

Tarde para la ira, di Raul Arevalo (Spagna)

King of the Belgians, di Peter Brosens e Jessica Woolworth (Belgo, Paesi Bassi, Bulgaria)

Laavor Et Hakim (Through the Wall), di Rama Burshtein (Israele)

Liberami, di Federica Di Giacomo (Italia, Francia)

Koca Dünya (Big Big World), di Reha Erdem (Turchia)

Gukuroku, di Ishikawa Kei (Giappone)

Maudit Poutine, di Karl Lemieux (Canada)

São Jorge, di Marco Martins (Portogallo, Francia)

Dawson City: Frozen Time, di Bill Morrison (USA, Francia)

Reparer les vivants, di Katell Quillevere (Francia, Belgio)

White Sun, di Deepak Rauniyar (Nepal, USA, Qatar, Paesi Bassi)

Malaria, Parviz Shahbazi (Iran)

Kékszakállú, di Gaston Solnicky (Argentina)

Home, di Fien Troch (Belgio)

Die Einsiedler, di Ronny Trocker (Germania, Austria)

Il più grande sogno, di Michele Vannucci (Italia)

Boys in the Trees, di Nicholas Verso (Australia)

Bitter Money, di Wang Bing (Cina)

Proiezione speciale Fuori Concorso

Dark Night, di Tim Sutton (USA)

CINEMA NEL GIARDINO

Inseparables, di Marcos Carnevale (Argentina)

Franca: Chaos and Creation, di Francesco Carrozzini (Italia, USA)

In Dubious Battle, di James Franco (USA)

Geumul (The Net), di Kim Ki-duk (Corea del Sud)

L’estate addosso, di Gabriele Muccino (Italia)

The Secret Life of Pets (3D), di Chris Renaud e Yarrow Cheney (USA) [film d’animazione]

Robinù, di Michele Santoro (Italia)

My Art, di Laurie Simmons (USA)

OMAGGI

L’anno del dragone, di Michael Cimino

24 Frames, di Abbas Kiarostami

THIS IS MY FILM: 76 Minutes and 15 Seconds with Kiarostami, di Seifollah Samadian