The Great Wall, Matt Damon scelta razzista? L'accusa di Constance Wu

The Great Wall, scoppia la polemica su Matt Damon. A lanciarla Constance Wu.

890.jpg

Sono passati pochi giorni dalla diffusione del primo spettacolare trailer di The Great Wall, kolossal diretto da Zhang Yimou che vede Matt Damon nei panni del protagonista. Ebbene Constance Wu, 34enne attrice americana di origini taiwanesi, ha duramente attaccato la scelta produttiva di Damon, in quanto troppo 'bianco' per poter indossare gli abiti di un eroe 'cinese'.

“Dobbiamo finirla di portate avanti il mito razzista che solo un uomo bianco sia in grado di salvare il mondo. I nostri eroi non assomigliano a Matt Damon. Sono come Malala, Gandhi, Mandela. Noi non abbiamo bisogno di essere salvati. Amiamo il nostro colore, la nostra cultura, la nostra forza e le nostre storie. Non abbiamo bisogno che ci salviate da nulla e stiamo veramente iniziando a essere stufi del fatto che lo diciate, in modo esplicito o implicito".

The Great Wall, produzione più ricca mai vista in terra cinese grazie anche ai soldi di Hollywood, vede poi al fianco di Damon (quasi) solo attori orientali. Jing Tian, ​​Pedro Pascal, Willem Dafoe, Hanyu Zhang, Eddie Peng, Lu Han, Kenny Lin, Junkai Wang, Zheng Kai, Cheney Chen, Huang Xuan e Andy Lau. Matt, neanche a dirlo, serve però a calamitare spettatori in sala ai 4 angoli del Globo, o almeno questo è quel che hanno pensato i produttori della pellicola, in uscita il 17 febbraio prossimo.

Polemiche simili, negli ultimi mesi, sono sorte dinanzi a film come Ghost in the Shell e Doctor Strange, con ruoli 'orientali' affidati ad attori occidentali, e sempre più probabilmente ne nasceranno grazie al marcato interesse di Hollywood nei confronti del ricchissimo mercato cinese. Insomma, siamo solo all'inizio.


Fonte: Vulture

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: