SXSW 2017, programma: concorsi ricchi e anteprime di livello per il festival texano

South by Southwest 2017: il festival independente di Austin, Texas svela il suo programma. Apre Terrence Malick con Song to Song. Ricchi i due concorsi competitivi, con Dara Ju tra i titoli narrativi più attesi e I Am Another You tra i documentari. Ma ci sono anche le prime mondiali dei nuovi film di Edgar Wright, Aaron Katz e Joe Swamberg. Ma il titolo da tenere d’occhio è The Ballad of Lefty Brown

Finito un Sundance si fa un SXSW. Con in saccoccia la già annunciata apertura con Song to Song di Terrence Malick, il secondo festival indie più importante degli States annuncia le sue prime grandi cartucce (le altre sezioni, tra cui i film di mezzanotte, saranno annunciate in seguito). Il South by Southwest Film Festival, o solo SXSW (che si terrà ad Austin, Texas dal 10 al 19 marzo), conferma così di voler seguire il modello Sundance nel presentare nuove voci e coccolare i propri ‘alunni’, ma non solo.

Assai ricche le due sezioni competitive. Tra i più attesi del concorso narrativo ci sono Dara Ju, storia di un finanziere americano di origini nigeriane la cui vita sta prendendo una brutta piega, e The Strange Ones, co-diretto come il corto del 2011 su cui il film è basato da Christopher Radcliff e Lauren Wolkstein. Tipicamente da SXSW sono anche La Barracuda, thriller country ‘benedetto’ da Bruce Beresford, e il divertente A Bad Idea Gone Wrong di Jason Headley, forse destinato a diventare il cult movie del SXSW 2017. Tra i documentari spicca invece I Am Another You di Nanfu Wang, già dietro all’ottimo Hooligan Sparrow.

La premiere più importante di questa edizione, assieme al film di Malick, è senza dubbio quella del nuovo film di Edgar Wright, Baby Driver. Si tratta della storia di un uomo che si ritrova nel mezzo di un colpo destinato al fallimento, e pare decisamente action-packed anche per i canoni del suo regista. Ma è anche un musical. Non vediamo l’ora.

Dopo aver diretto con purtroppo poco successo il suo primo film nel 2012, il curioso western Dead Man’s Burden, ritorna finalmente alla regia Jared Moshé. Il suo secondo film, The Ballad of Lefty Brown, vede come protagonista Bill Pullman e si tratta di un altro western. Ma è anche la storia di un coming-of-age: quello di un uomo di… 65 anni. È per noi già il film più atteso di questa edizione.

Ci aspettiamo molto anche da Aaron Katz, che con Gemini torna alla regia in solitaria dopo la parentesi di Land Ho!. Si tratta di un thriller ambientato nel mondo di Hollywood che vede per protagoniste una starlette e la sua assistente, interpretate da Lola Kirke e Zoë Kravitz. Katz aveva portato il suo esordio al SXSW nel 2005, Dance Party, USA, stessa edizione in cui fu presentato il film di esordio di Joe Swamberg, Kissing on the Mouth. E anche Swamberg quest’anno porta il suo nuovo film, Win It All.

Frank Oz poi svelerà alcuni restroscena dei Muppet nel documentario Muppet Guys Talking – Secrets Behind the Show the Whole World Watched, mentre Spettacolo ci svela un’antica tradizione teatrale in un villaggio della Toscana. Katherine Fairfax Wright, co-regista di Call Me Kuchu, torna con un ritratto dello Youtuber Todrick Hall nell’ancora senza titolo Todrick Hall Documentary. Ma il SXSW segna anche il debutto nel lungometraggio di una regista di corti molto apprezzata finora nel circuito, Jennifer Reeder. Attenzione al suo Signature Move.

Ma SXSW non è solo film, anzi. È musica ed eventi immersive, e da qualche anno showcase di serie TV di filmmaker indipendenti. È proprio qui che l’anno scorso si scoprì quel gioiello di Search Party. Tra i progetti seriali che il SXSW introduce quest’anno spiccano Dear White People, tratta dal film del 2014, e i’m Dying up here, serie ideata dal Jonathan Levine di 50 e 50 e interpretata da Melissa Leo.

Se si includono infine i titoli che hanno fatto già impazzire altri festival (Patti Cake$, Rat Film, Unrest, ecc.) e gli eventi speciali (Alien di Ridley Scott), si prospetta ancora una volta un’edizione da monitorare con attenzione e curiosità.

SXSW 2017: i film in programma

Concorso Narrativo
10 film narrativi in prima mondiale in concorso.

A Bad Idea Gone Wrong – Jason Headley
A Critically Endangered Species – Zachary Cotler e Magdalena Zyzak
Dara Ju – Anthony Onah
Fits and Starts – Laura Terruso
La Barracuda – Julia Halperin e Jason Cortlund
The Light of the Moon – Jessica M. Thompson
Like Me – Rob Mockler
MFA – Natalia Leite
Most Beautiful Island – Ana Asensio
The Strange Ones – Lauren Wolkstein and Christopher Radcliff.

Concorso Documentari
10 documentari in prima mondiale in concorso.

Bill Frisell, A Portrait – Emma Franz
Dealt – Luke Korem
I Am Another You – Nanfu Wang
Let There Be Light – Mila Aung-Thwin
Maineland – Miao Wang
Mommy Dead and Dearest – Erin Lee Carr
Served Like A Girl – Lysa Heslov
The Blood is at the Doorstep – Erik Ljung
The Secret Life of Lance Letscher – Sandra Adair
The Work – Jairus McLeary e Gethin Aldous

Headliners
Film ‘da red carpet’ e grandi premiere.

Baby Driver – Edgar Wright
Free Fire – Ben Wheatley
On The Road – Michael Winterbottom
Song to Song – Terrence Malick

Narrative Spotlight
Film narrativi d’alto profilo.

The Archer – Valerie Weiss
The Ballad of Lefty Brown – Jared Moshé
Daphne – Peter Mackie Burns
Easy Living – Adam Keleman
Gemini – Aaron Katz
Going to Brazil – Patrick Mille
Hot Summer Nights – Elijah Bynum
Hounds of Love – Ben Young
Lane 1974 – SJ Chiro
Madre – Aaron Burns
Most Hated Woman In America – Tommy O’Haver
Mr. Roosevelt – Noël Wells
Small Crimes – Evan Katz
Small Town Crime – Ian Nelms, Eshom Nelms
This Is Your Death – Giancarlo Esposito
Us and Them – Joe Martin
Win It All – Joe Swanberg

Documentary Spotlight
Documentari attesi, fuori concorso.

Barbecue – Matthew Salleh
Bill Nye: Science Guy – David Alvarado e Jason Sussberg
Disgraced – Pat Kondelis
Kim Dotcom: Caught in the Web – Annie Goldson
Meth Storm: Arkansas USA – Craig Renaud e Brent Renaud
Muppet Guys Talking – Secrets Behind the Show the Whole World Watched – Frank Oz
Pornocracy – Ovidie
Spettacolo – Jeff Malmberg e Chris Shellen
Stranger Fruit – Jason Pollock
Todrick Hall Documentary – Katherine Fairfax Wright
The Untold Tales of Armistead Maupin – Jennifer M. Kroot
Walk With Me – Max Pugh e Marc J. Francis

Visions
Film stilisticamente e narrativamente audaci, sia narrativi che documentari.

Assholes – Peter Vack
Becoming Bond – Josh Greenbaum
California Dreams – Mike Ott
DRIB – Kristoffer Borgli
Flesh and Blood – Mark Webber
Infinity Baby – Bob Byington
Inheritance – Laura E. Davis e Jessica Kaye
Lucky – John Carroll Lynch
Paa Joe & The Lion – Benjamin Wigley
Rat Film – Theo Anthony
The Relationtrip – Renée Felice Smith e C.A. Gabriel
Signature Move – Jennifer Reeder
Sylvio – Albert Birney e Kentucker Audley

Episodic
Progetti non cinematografici e seriali, tra cui serie TV e web series.

American Gods – David Slade
Dear White People – Justin Simien
I LOVE BEKKA & LUCY – Rachael Holder
i’m Dying up here – Jonathan Levine
Nobodies – Michael McDonald
The Son – Tom Harper

24 Beats per Second
Film e progetti legati al mondo della musica.

As I Walk Through The Valley – Ronnie Garza, Charlie Vela
G-Funk – Karam Gill
Give Me Future (aka Incoming Transmission) – Austin Peters
A Life in Waves – Brett Whitcomb
Long Strange Trip – Amir Bar-Lev
May It Last: A Portrait of the Avett Brothers – Judd Apatow e Michael Bonfiglio
Patti Cake$ – Geremy Jasper
Residente – René Pérez Joglar
Thank You, Friends: Big Star’s Third Live… and More – Benno Nelson

Global
Film e artisti da tutto il mondo.

Bad Lucky Goat (Colombia) – Samir Oliveros
The Challenge (Francia / Italia) – Yuri Ancarani
The Cloud Forest (Messico) – Mónica Álvarez Franco
Divine Divas (Brasile) – Leandra Leal
Inflame (Turchia) – Ceylan Ozgun Ozcelik
Satan Said Dance (Polonia) – Kasia Roslaniec
Tormentero (Colombia, Messico, Repubblica Dominicana) – Rubén Imaz
Win By Fall (Germania) – Anna Koch

Festival Favorites
Selezione di film visti e acclamati in altri festival.

78/52 – Alexandre O. Philippe
The Big Sick – Michael Showalter
Chasing Coral – Jeff Orlowski
Colossal – Nacho Vigalondo
GORAN – Nevio Marasović
The Hero – Brett Haley
Lemon – Janicza Bravo
Nobody Speak: Trials of the Free Press – Brian Knappenberger
Prevenge – Alice Lowe
The Transfiguration – Michael O’Shea
Unrest – Jennifer Brea
Walking Out – Andrew Smith e Alex Smith

Eventi Speciali
Edizioni restaurate, film con colonna sonora suonata dal vivo, e altri eventi.

Alien – Ridley Scott
Cartoon Network Screening
Earth (musica dal vivo ad opera dei DakhaBrakha) – Alexander Dovzhenko
Ghost in the Shell – Mamoru Oshii
Hype! (20esimo anniversario) – Doug Pray
Le Ride – Phil Keoghan

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →