Stasera in tv: "Sapore di te" su Canale 5

Canale 5 stasera propone "Sapore di te", commedia del 2014 diretta da Carlo Vanzina e interpretata da Vincenzo Salemme, Maurizio Mattioli, Nancy Brilli, Serena Autieri, Martina Stella e Giorgio Pasotti.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Vincenzo Salemme: Onorevole Piero De Marco
Maurizio Mattioli: Alberto Proietti
Nancy Brilli: Elena Proietti
Katy Saunders: Sabrina Proietti
Serena Autieri: Susy Acampora
Martina Stella: Anna Malorni
Giorgio Pasotti: Armando Malenotti
Laura Berlin: Ingrid
Andrea Pucci: Sandro, papà di Luca
Valeria Graci: Michela, mamma di Luca
Adua Del Vesco: Luigia
Fiammetta Cicogna: Nicoletta
Eugenio Franceschini: Luca
Matteo Leoni: Chicco
Virginie Marsan: Francesca
Raffaele Buranelli: Tucci
Valentina Sperlì: Leonetta De Marco
Paolo Conticini: Renato
Linda Collini: Carmen

 

La trama


stasera-in-tv-sapore-di-te-su-canale-5-1c.jpg

 

Il grande successo di “Sapore di Mare” nel 1983, ambientato negli anni ’60 rilanciò quegli anni e la colonna sonora di quell’epoca allegra e disincantata. Dopo esattamente trent’anni i Vanzina tornano a Forte dei Marmi per rilanciare gli anni ’80. Anni pieni di allegria e di canzoni altrettanto mitiche di quelle degli anni ’60. Attraverso il racconto di due estati (quelle del 1983 e del 1984) il film illustra uno spaccato della società italiana di allora. I protagonisti di questa storia sono tanti. Ci sono Luca e Chicco, due compagni d’università, che si innamorano della stessa ragazza. C’è Anna, che sta per laurearsi e che incontra Armando, uno Steve McQueen di provincia che gli rapisce il cuore. C’è la famiglia Proietti, con Alberto tifoso romanista, sua moglie Elena e la figlia diciassettenne Rossella, oggetto delle attenzioni di Luca e Chicco. C’è il Ministro De Marco, un simpatico socialista napoletano travolto dalla passione per la sentimentale e ingenua Daniela, una giovane soubrette di “Drive In”. Intorno a loro un mosaico di caratteri tipici di quell’epoca: il bagnino Renato, che seduce le giovani straniere, la compagnia della spiaggia dei ragazzi sempre pronti a scherzi goliardici e a scappatelle sentimentali, i genitori di Luca, due borghesi milanesi che rimpiangono gli anni ’60...

 

Note di regia


 

“Sapore di mare”, realizzato da me e mio fratello Carlo nel 1983, era stato un film grazioso e sincero che ci ha portato molto fortuna: la trovata di rimettere in scena gli anni ‘60 era molto semplice e funzionò moltissimo. Senza saperlo abbiamo ripercorso idealmente la storia della commedia sentimentale e poco dopo ci siamo spostati su quella più ridanciana con il primo “Vacanze di Natale” che con i suoi sfottò su una certa borghesia che stava cambiando offriva uno sguardo della realtà molto forte. A distanza di 30 anni, facendo una riflessione, ci siamo detti che in un momento di forte crisi come l’attuale sarebbe stato interessante riprendere in mano il tema della commedia sentimentale con varie storie d’amore incrociate, usando la leva del sentimento in maniera forte. Non volevamo però tornare a rivisitare per l’ennesima volta gli anni’60 e abbiamo così pensato di iniziare a raccontare una nuova storia lì dove finiva la precedente, ambientandola subito dopo quel fatidico 1983. La scelta degli anni ’80 portava con sé la cattiva fama dell’“edonismo reaganiano”, dell’era di Margareth Thatcher e degli yuppies che in alcuni nostri film avevano messo in cattiva luce; in realtà secondo noi quella è un’epoca interessante, in cui la gente piena di ottimismo cercava di evadere da un modello di vita che nel decennio precedente era stato sclerotizzato dai cosiddetti “anni di piombo”. Se in “Sapore di mare” la colonna sonora faceva rivivere gli anni ’60 con nostalgia di quel periodo così speciale, questa volta ci è sembrato importante riproporre invece l’allegria e la spensieratezza degli anni ’80. Mentre li esaminavamo si sono rivelati strepitosi da un punto di vista di materiali a disposizione. [Enrico Vanzina - Sceneggiatore]

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

Curiosità e colonna sonora


stasera-in-tv-sapore-di-te-su-canale-5-15.jpg

  • A distanza di 30 anni dall'uscita del vacanziero Sapore di mare, ambientato negli anni sessanta, i fratelli Vanzina tornano a Forte dei Marmi per raccontare l'estate italiana degli anni ottanta.

  • Le riprese si sono svolte a Forte dei Marmi, Porto Ercole, Livorno, Cala Violina, Roma e Fregene, San Candido e la Val Pusteria e in Austria.

  • Il regista Carlo Vanzina parla del percorso che ha riportato lui e suo fratello Enrico a Forte dei Marmi e dintorni nel trentennale di Sapore di mare: "In “Sapore di mare”, che girammo nel 1983, raccontavamo una particolare estate degli anni ’60, simile a quelle che io e mio fratello trascorrevamo da ragazzi nella vicina Castiglioncello. Quel film ebbe un grande successo e con gli anni è diventato un vero e proprio cult. Enrico ed io avevamo scritto il soggetto per un sequel di quel racconto sulle vacanze estive all’epoca del boom economico ma a dirigerlo fu poi Bruno Cortini: si chiamava “Sapore di mare un anno dopo” e schierava un cast quasi identico al prototipo. In seguito abbiamo ambientato in quell’epoca-chiave sia la serie tv “Anni ‘60”, in parte girata a Forte dei Marmi, sia il film “Il cielo in una stanza” che si svolgeva però a Roma”. Da tempo in molti continuavano a chiederci di riproporre in qualche modo “Sapore di mare”, quindi il trentesimo anniversario di quel film non è proprio casuale anche se “Sapore di te” si ricollega solo nel titolo.

  • Le musiche originali del film sono di Giuliano Taviani & Carmelo Travia che per i fratelli Vanzina hanno musicato anche Mai stati uniti, Un matrimonio da favola e Non si ruba a casa dei ladri.

  • La colonna sonora è costituita prevalentemente da brani anni ’80: “True” degli Spandau Ballet, “Survivor” di Mike Francis, “Fiore di maggio” di Fabio Concato, “Tropicana” del Gruppo Italiano, “Time After Time” di Cindy Lauper, “I Just Called To Say I Love You” di Stevie Wonder, “Sunshine Reggae” dei Laid Black, “Parlarti d’amore” di Nico Fidenco, “Non voglio mica la luna” di Fiordaliso, “Una lunga storia d’amore” di Gino Paoli e “Se m’innamoro” dei Ricchi e Poveri.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail