Pets 2, cacciato Louis C.K. dopo l'esplosione dello scandalo molestie

Illumination e Universal hanno annunciato l'addio a Louis C.K., voce del protagonista Max nel sequel di Pets.

2426_smx_ds_s0325p0230_l_compo_render_0101r-h_2016.jpg

Cancellato dalla HBO e da FX, cestinata l'uscita di I love you, daddy, film da lui prodotto, diretto, scritto e interpretato, ed ora cacciato da Universal e Illumination Animation. Louis C.K., comico americano che giorni fa ha ammesso di aver avuto inappropriati comportamenti con diverse donne, è stato di fatto 'licenziato' dall'annunciato sequel di Pets, atteso in sala per il prossimo 7 giugno 2019.

Il comico americano, tra i più amati e apprezzati d'America, aveva prestato la propria voce al cane Max nel primo capitolo, campione d'incassi nel 2016 con 875,457,937 dollari incassati in tutto il mondo. Non un ruolo secondario, il suo, in quanto protagonista della pellicola. Max, in Italia doppiato da Alessandro Cattelan, era il Jack Russell terrier devastato dall'arrivo in casa del trovatello meticcio di nome Duke.

Universal e Illumination Animation hanno annunciato di aver 'terminato' il rapporto di lavoro con il comico, mentre tutto tace su colui che andrà a prenderne il posto in cabina di doppiaggio.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail