Science+Fiction: vince Los Cronocrimenes di Vigalondo

E' stata una delle pellicole più interessanti di questa settima edizione del Science+Fiction di Trieste. Lo abbiamo visto ieri, era l'ultimo film in concorso ed ha convinto la giuria. Los Cronocrimenes, primo lungometraggio di Nacho Vigalondo, vince quindi il Premio Asteroide; ecco le motivazioni:

"Il film ha pienamente meritato il Premio Asteroide assegnato al Miglior film lungometraggio per la sua capacità di dimostrare che anche con un piccolo budget si possono raccontare delle storie incredibili e straordinarie. Il protagonista della pellicola rivela che per rimanere uomini comuni talvolta bisogna essere simili a dei mostri. E' un grande esordio per un regista alla sua opera prima."

Ho seguito il festival, ho visto tutti i film in concorso e sono soddisfatto della scelta: il film è imprevedibile, gioca bene con lo spettatore, ed è pieno di particolari che ad una prima visione sfuggono. Spero arrivi in sala, così potrete giudicare.

Vince poi la categoria European Fantastic Short Absence di Kevin Lecomte.

Ma il vincitore assoluto è proprio il festival, non privo di pecche, certo, ma capace di stupire ed emozionare con chicche, incontri ed alcuni film stupendi. Come l'ultimo, da noi inedito in partenza, Grindhouse, nella sua versione originale. Un modo unico e meraviglioso per concludere un festival divertente e davvero cinefilo nell'anima.

Non ci resta che salutare quindi il Science+Fiction e aspettare il 2008. Sicuramente con altri ospiti importanti, altro divertimento, e speriamo ancora tante gradite sorprese.

  • shares
  • Mail