Cineblog consiglia: Wargames – Giochi di guerra

Wargames – Giochi di guerra (Wargames, Usa, 1983). Regia di John Badham. Con Matthew Broderick, Dabney Coleman, John Wood, Ally Sheedy, Juanin Clay, Kent Williams, Dennis Lipscomb. Drammatico, 114′Oggi Sabato 12 Gennaio, La7 ore 18:00Il giovane David (Matthew Broderick), abile e promettente hacker, vuole introdursi nel computer di una nota casa di videogiochi, che sta

Wargames - LocandinaWargames – Giochi di guerra (Wargames, Usa, 1983). Regia di John Badham. Con Matthew Broderick, Dabney Coleman, John Wood, Ally Sheedy, Juanin Clay, Kent Williams, Dennis Lipscomb. Drammatico, 114′

Oggi Sabato 12 Gennaio, La7 ore 18:00

Il giovane David (Matthew Broderick), abile e promettente hacker, vuole introdursi nel computer di una nota casa di videogiochi, che sta per lanciare una serie di nuovi prodotti.

Il giovane, cercando di connettersi a tutti i calcolatori dello stesso stato dell’azienda, raggiunge un supercomputer del Pentagono studiato per rispondere ad un eventuale attacco missilistico: il WOPR (War Operation Plan Response) “Joshua”. Il cervellone, costruito per simulare tutte le possibili situazioni di crisi da guerra fredda, prevedendo qualsiasi possibile mossa dei sovietici, inizia ad interagire con il ragazzo come se fosse in corso una reale minaccia, rispondendo al gioco iniziato da David…

Un classico degli anni 80, quando ancora non si sapeva niente di hackers, virus, e intelligenza artificiale. Un film semplice, forse un po’ banale nello scontato messaggio pacifista, ma bello proprio per questo, pieno di immagini di schermi a pixeloni blu che ci rimandano nostalgicamente al periodo dei pionieri dell’epoca dei computer domestici, il tutto mescolato alle paure delle nazioni e delle singole persone di trovarsi di fronte a scenari apocalittici, che fortunatamente rimangono soltanto a livello di simulazione.

La macchina che non risponde più all’uomo, in preda del suo delirio di onnipotenza, rimanda la memoria dello spettatore al precursore di tutti i “computer ribelli”, HAL 9000. Rappresentando quasi un documento storico di un periodo in cui più si è temuto l’olocausto nucleare, Internet era un futuro remoto ed i computer un oggetto misteriosissimo, il film fu un successo che fece scalpore e che merita ancora oggi di esser visto sia come precursore dell’epoca della connettività (con i relativi vantaggi e pericoli), sia per la raffinata logica di interazione fra gli esseri umani ed i calcolatori elettronici.

David: Is it a game… or is it real?
Joshua: What’s the difference?

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →