Joker 2: Todd Phillips parla di un potenziale sequel

Il regista Todd Phillips parla di come dovrebbe essere un eventuale "Joker 2".

Todd Phillips sembra aperto a dare al suo blockbuster Joker un sequel, il regista però non ha intenzione di bruciare le tappe e pensa che un eventuale Joker 2 non si farà fino a quando si presenterà un'idea abbastanza forte. Dopo aver dominato il box-office con i suoi 988 milioni di dollari incassati nel mondo, Joker si è ritagliato un posto nella storia del cinema come l'adattamento cinematografico tratto da un fumetto più redditizio di sempre.

Todd Phillips in una recente intervista con il Los Angeles Times ha ammesso che prenderebbe in serie considerazione la possibilità di dirigere un sequel per continuare la storia di Arthur Fleck.

Non potrebbe essere solo questo film selvaggio e folle sul Principe Pagliaccio del Crimine. Dovrebbe avere una risonanza tematica in un modo simile all'originale. Perché penso che alla fine sia il motivo per cui il film ha creato un legame così forte, per via di quello quello che accade al di sotto. Così tanti film riguardano la scintilla, e questo riguarda la polvere. Se riuscissi a catturarlo di nuovo in modo realistico, sarebbe interessante.

 

Anche Joaquin Phoenix si è detto aperto ad un potenziale sequel, l'attore ha raccontato di aver scherzato con Phillips su un sequel mentre stavano girando "Joker", aggiungendo però che era più un giocare che pianificare un qualcosa di tangibile. Detto ciò Phoenix ha dichiarato che sarebbe a bordo se tutti i soggetti coinvolti fossero in grado di creare una storia abbastanza avvincente da convincerlo a rimettere su il trucco. Phoenix ha descritto Arthur Fleck come un ruolo che ogni attore sogna di interpretare almeno una volta nella vita, e che c'è ancora molto da esplorare del personaggio a livello psicologico.

Phoenix con il suo Arthur Fleck ha anche contribuito ad una delle più popolari teorie dei fan riguardo al Joker. Molti fan hanno teorizzato che Arthur non è in realtà il Joker che conosciamo, cioè la nemesi di Batman, ma avrebbe semplicemente ispirato qualcun altro a seguire le sue orme per diventare il vero Principe Pagliaccio del Crimine, vedi la scena finale della morte dei genitori di Bruce Wayne uccisi da un uomo armato di pistola e con il volto nascosto sotto una delle maschere da clown indossate dai seguaci di Arthur Fleck. Phoenix però non è d'accordo con questa teoria e dice che Arthur Fleck è l'unico e vero Joker, anche se aggiunge che è un suo pensiero e che in realtà non lo sa per certo.

Quel che appare certo è che con la sua interpretazione in "Joker" Phoenix punti alla sua quarta candidatura agli Oscar e forse la sua prima statuetta, visto l'entusiasmo di pubblico e critica riguardo alla sua intensa e memorabile performance.

 

Fonte: Los Angeles Times

 

 

  • shares
  • Mail