New York Film Critics Circle 2019, i vincitori - trionfa The Irishman

24 ore dopo esser stato eletto film dell'anno al National Board of Review, "The Irishman" di Martin Scorsese ha fatto il bis, in quanto nominato miglior film del 2019 dal New York Film Critics Circle.

I critici della Grande Mela hanno incoronato la pellicola Netflix, celebrando anche Joe Pesci come miglior attore non protagonista. Scorsese, però, non ha conquistato il riconoscimento come miglior regista, andato ai fratelli Safdie per Uncut Gems.

Miglior attore Antonio Banderas e miglior attrice Lupita Nyong’o ("Us"), mentre Laura Dern ha fatto suo quello di miglior attrice non protagonista grazie alla doppietta "Marriage Story" - "Piccole Donne". Miglior lungometraggio animato, a sorpresa, "I Lost My Body", titolo francese Netflix, con Parasite miglior film straniero, “Once Upon a Time in Hollywood” di Quentin Tarantino miglior sceneggiatura e “Portrait of a Lady on Fire” miglior fotografia, firmata Claire Mathon.

Il New York Film Critics Circle, fondato da Wanda Hale del New York Daily News, distribuisce premi dal lontano 1935.


Best Film: “The Irishman”
Best Director: Benny and Josh Safdie, “Uncut Gems”
Best First Film: “Atlantics,” Mati Diop
Best Actor: Antonio Banderas, “Pain and Glory”
Best Actress: Lupita Nyong’o, “Us”
Best Supporting Actor: Joe Pesci, “The Irishman”
Best Supporting Actress: Laura Dern for “Marriage Story” and “Little Women”
Best Non-Fiction Film: “Honeyland”
Best Screenplay: “Once Upon a Time in Hollywood,” Quentin Tarantino
Best Cinematography: “Portrait of a Lady on Fire,” Claire Mathon
Best Foreign Language Film: “Parasite”
Best Animated Film: “I Lost My Body”
Special Award: Randy Newman
Special Award: Indie Collect

Fonte: Variety

  • shares
  • Mail