Cannes, il governo estende il divieto di assemblea, Festival a rischio?

Con il divieto di assemblea esteso a tutto maggio sorgono dubbi in capo alle possibili ripercussioni sul Festival di Cannes, che però non dovrebbe essere a rischio

Nell'ambito delle misure atte a contrastare la diffusione del coronavirus, il ministro della Salute francese ha esteso il divieto di assemblea per eventi che superano la cifra di cinquemila persone fino al 31 maggio. Di primo acchito questo implicherebbe che anche il Festival di Cannes potrebbe essere a rischio, dato che dovrebbe tenersi tra il 12 ed il 23 maggio.

Epperò la faccenda, manco a dirlo, è un più complessa. Parliamo di una manifestazione oltremodo rilevante per la Francia e per la sua economia, tanto che nei giorni scorsi, a chi ha anche solo ventilato la possibilità di uno slittamento delle date, è stato a ragion veduta risposto che non solo l'ipotesi più plausibile, in caso di extrema ratio, sarebbe l'annullamento, ma che una decisione del genere potrebbe essere presa solo ed esclusivamente dal Governo.

Un portavoce del Festival ha prontamente comunicato che la misura non dovrebbe interessare Cannes per via del fatto che in nessun caso si radunano nello stesso punto cinquemila persone, la qual cosa parrebbe effettivamente andare incontro a quanto contemplato nel divieto, che prevede impone appunto di non superare tale cifra. Variety, da par suo, fa notare che lo scorso anno già il solo Marché, ossia il mercato che si tiene nella pancia del Palais, epicentro del Festival, ha coinvolto 12527 persone (quasi tredicimila insomma).

Disposizioni che sono già state attuate e operative in circa quaranta delle duemila sale sparse sul territorio francese, più precisamente nelle regioni di Oise e Morbihan, ossia le aree più colpite dal virus. Essendo la Francia, insieme a Germania ed ovviamente Italia, la nazione più colpita, proprio a Cannes è già stato cancellato il MipTV e rinviato ad ottobre il Canneseries. Adesso si tratterà di capire come evolverà la situazione, consapevoli che, in un senso o nell'altro, povrebbero esserci novità significative entro le prossime settimane.

  • shares
  • Mail