Star Wars 9: il romanzo ufficiale conferma che in “L’ascesa di Skywalker” Palpatine è un clone

Il romanzo ufficiale di “Star Wars: L’ascesa di Skywalker”aggiunge un tassello in più al misterioso ritorno di Darth Sidious.

Dopo l’annuncio che l’imminente fumetto ufficiale di Star Wars: L’ascesa di Skywalker includerà scene estese e tagliate da JJ Abrams dalla versione arrivata nelle sale, ora una ghiotta anticipazione rivela che il romanzo ufficiale basato sul film confermerà che l’Imperatore Palpatine visto in Star Wars 9 era un clone.

In “L’ascesa di Skywalker” scopriamo che Palpatine è sopravvissuto, si fa per dire, alla sua morte avvenuta per mano di Darth Vader in “Il ritorno dello Jedi”, ma il corpo dell’Imperatore è attaccato ad un macchinario e Palpatine abbisogna di un nuovo involucro per far trionfare i Sith e proseguire il piano di rinascita dell’Impero attraverso il Primo Ordine e soprattutto la conversione al Lato oscuro di sua nipote Rey.

Il romanzo ufficiale de “L’ascesa di Skywalker” sarà disponibile dal 17 marzo, ma Lucasfilm Publishing ha reso disponibili copie in anteprima all’evento C2E2 (Chicago Comic and Entertainment Expo) che confermano che lo spirito dell’Imperatore è stato trasferito in un corpo clonato.

Quando Kylo Ren arriva su Exegol e incontra Palpatine, grazie alle sue conoscenze sul periodo delle Guerre dei Cloni comprende che le macchine a cui l’Imperatore è legato servono a mantenere l’essenza di Palpatine all’interno di un clone che però non riesce più a contenere tutta l’energia oscura sprigionata, con il corpo clonato che si sta corrompendo. Considerando il tempo occorso a Palpatine per mettere in atto il suo piano di riconquista della galassia è probabile che quello che abbiamo visto su Exegol sia solo uno dei cloni utilizzati da Palpatine per contenere la sua malvagia essenza.

[quote layout=”big”]Tutte le fiale erano vuote di liquido, tranne una, che era quasi esaurita. Kylo scrutò più da vicino. Aveva già visto questo apparecchio prima, quando aveva studiato le Guerre dei Cloni da ragazzo. Il liquido scorreva nell’incubo vivente e stava combattendo una battaglia persa per sostenere la carne putrida dell’Imperatore.[/quote]

 

[quote layout=”big”] “Cosa potresti darmi?” Chiese Kylo. L’imperatore Palpatine visse, dopo una moda, e Kylo poteva sentire nelle sue stesse ossa che questo corpo clone proteggeva lo spirito reale dell’Imperatore. Era una nave imperfetta, tuttavia, incapace di contenere il suo immenso potere. Non sarebbe potuta durare a lungo.[/quote]

 

L’utilizzo di cloni da parte di Palpatine per sconfiggere la morte è un escamotage già utilizzato nella miniserie a fumetti anni novanta Star Wars: Il lato oscuro della Forza (Star Wars: Dark Empire) di Tom Veitch e Cam Kennedy appartenente all’Universo espanso, quindi non parte del nuovo canone ufficiale. Nel fumetto Palpatine torna alla carica cercando di impedire la caduta definitiva dell’Impero, il malvagio Imperatore ha beffato la morte trasferendo la sua essenza vitale in cloni del suo corpo originale. il resuscitato Palpatine è ora più potente e in grado di creare nuove e letali armi per riconsolidare il suo regno di terrore. “Il lato oscuro della Forza” ha fruito di ulteriori due miniserie realizzate dagli stessi autori: Star Wars: La vendetta dell’Imperatore (Dark Empire II) e Star Wars: La fine dell’Impero (Empire’s End).

L’edizione italiana Blu-ray e DVD di “Star Wars: L’ascesa di Skywalker” arriva l’8 aprile 2020, ma è già disponibile il pre-ordine.

 

Fonte: ComicBook

 

 

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann

Ultime notizie su Star Wars

Tutto su Star Wars →