Coronavirus, la Disney stoppa le produzioni de La Sirenetta, Shang-Chi e Nightmare Alley

Non solo pellicole posticipate. La Disney ferma alcune delle sue più attese produzioni a causa del Covid-19.

Dopo aver rinviato le uscite in sala di Mulan, The New Mutants e Antlers, lo stop immediato ad alcune attesissime produzioni. Causa pandemia da Coronavirus, la Disney ha fermato film come il live-action de La Sirenetta, la prossima settimana sul set a Londra (e in Italia in Sardegna), il reboot di Mamma ho perso l'Aereo, The Last Duel di Ridley Scott, Nightmare Alley di Guillermo Del Toro, Peter Pan & Wendy, il reboot di Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi e Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, titolo Marvel che ha visto il regista Destin Cretton mettersi in auto-quarantena.

"Sebbene non ci siano stati casi confermati di COVID-19 sulle nostre produzioni, dopo aver considerato la situazione attuale e l'interesse superiore dei nostri cast e delle nostre troupe, abbiamo preso la decisione di mettere in pausa la produzione di alcuni dei nostri film in live-action per un breve periodo", ha fatto sapere la Disney in una dichiarazione. "Continueremo a valutare la situazione e ricominceremo il più presto possibile". La Disney ha annunciato anche l'immediata chiusura fino ad aprile di tutti i parchi a tema negli USA, così come Disneyland Paris in Francia.

Negli ultimi giorni l'intera distribuzione hollywoodiana è fuggita dal Coronavirus, con titoloni posticipati (da No Time to Die a Fast and Fuious 9) e sospesi a tempo indeterminato, ma ora sono anche le produzioni a fermarsi. Fino a quando? Questo è il dilemma, ma è chiaro che dopo il 2019 da incassi record, nel 2020 Hollywood potrebbe pagare pegno con uno dei peggiori anni della sua recente Storia.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail