Wonder Woman 1984: nuovi poster ufficiali di Wonder Woman 2

 

In piena emergenza Coronavirus e con svariate produzioni che si sono fermate, Warner Bros. sta attualmente girando Matrix 4 e King Richard negli Stati Uniti e The Batman nel Regno Unito oltre ad avere l'uscita di Wonder Woman 1984 ancora fissata al prossimo giugno 2020 nonostante l'emergenza pandemia.

In attesa di scoprire il destino del film, sono state pubblicate online due nuove locandine e un motion poster che ritraggono Diana Prince nella sua appariscente armatura dorata "Golden Eagle" indossata da Wonder Woman per alcune delle sue più epiche battaglie nei fumetti, in particolare nell'acclamata miniserie "Kingdom Come - Venga il tuo regno", scritta da Mark Waid, disegnata da Alex Ross, parte della serie anni novanta "Elseworlds" e ambientata in un ipotetico futuro dell'universo DC che mette in scena uno scontro tra la formazione originale della Justice League e una nuova generazione di supergiustizieri. Nel fumetto l'armatura è completata da una spada, dono di Efesto a Diana, capace di tagliare nientemeno che un pollice all'invulnerabile Superman. Wonder Woman indosserà di nuovo l'armatura nell'albo "Wonder Woman #144" quando si scontra con Devastazione, uno dei figli del Titano Cronus e successivamente contro il terrore cosmico Imperiex nell'evento crossover "Our Worlds at War" e successivamente introdotta nel fumetto "Rise of an Olympian" in cui Zeus scatena la sua ira sulle amazzoni creando una nuova razza di uomini chiamati Gargareni guidati da Achille.

Wonder Woman 1984 diretto da Patty Jenkins vedrà il ritorno di Gal Gadot nei panni di Diana Prince, Chris Pine come Steve Trevor, Kristen Wiig nei panni di Barbara Ann Minerva aka Cheetah e Pedro Pascal in quelli di Maxwell Lord (Pedro Pascal).

Le prossime uscite DC includono Wonder Woman 1984 il 5 giugno, The Batman il 25 giugno 2021, The Suicide Squad il 6 agosto 2021, Black Adam il 22 dicembre 2021, Shazam! 2 il 1° aprile 2022, Flash il 1° luglio 2022 e Aquaman 2 il 16 dicembre 2022.

 

 

Fonte: Screenrant

 

 

  • shares
  • Mail