Dan and Sam: Universal sviluppa un romance sovrannaturale

Arriva al cinema la storia d’amore che travalica la morte narrata nella graphic-novel di Mark Watson e Oliver Harud.

Universal sta sviluppando un adattamento cinematografico della graphic-novel Dan and Sam che racconta una storia d’amore di stampo sovrannaturale scritta da Mark Watson e illustrata da Oliver Harud.

Dan e Sam sono una coppia d’oro: felicemente sposati, proprietari di un famoso ristorante londinese e non vedono l’ora di trascorrere il resto della vita insieme – fino a quando una tragedia non cambierà tutto. Quando Sam muore tra le sue braccia dopo un incidente, Dan non può immaginare la vita senza di lei. Ma l’amore, a quanto pare, è più forte della morte e Dan ha un rimedio: Sam può tornare da lui per una notte dell’anno, ogni anno, fino a quando non lui non s’innamorerà di nuovo. E sebbene Dan sappia che nessuno potrà mai prendere il posto di Sam nel suo cuore, affronta presto una scelta impossibile.

Hikari (37 Seconds) dirigerà l’adattamento da sceneggiatura scritta con Molly Smith Metzler (Orange is the New Black). Il film sarà prodotto da Marc Platt attraverso la Marc Platt Productions e sviluppato presso Universal e Automatik Entertainment.

Rian Cahill, Brian Kavanaugh-Jones e Fred Berger saranno i produttori esecutivi per conto di Automatik Entertainment, mentre Adam Siegel e Ryan Christians si uniranno a Platt nel team di produzione.

La regista giapponese Hikari ha scritto, diretto e coprodotto 37 Seconds, il suo film d’esordio, che ha vinto due premi alla Berlinale del 2019 ed è stato acquisito da Netflix lo ha rilasciato all’inizio di quest’anno.

Altri progetti di Metzler includono l’adattamento per Universal del bestseller “The Thing About Jellyfish” di Ali Benjamin e un altro adattamento, stavolta in una serie tv per Netflix, del pluripremiato romanzo “Maid: Hard Work, Low Pay, and a Mother’s Will to Survive” di Stephanie Land con Metzler a bordo come creatrice, showrunner e anche produttrice esecutiva al fianco di Margot Robbie e John Wells.

 

 

Fonte: THR